Spettacoli

‘Chicago’, s’inizia. Al via la stagione del Teatro dei Limoni


Di:

Le prove di Chicago (ph: Teatro dei Limoni Foggia)

Foggia – RIPRENDERE ‘Chicago’ e metterlo in scena di fronte alla platea fogggiana è un’impresa che nessuno avrebbe ardito di fare. C’è da appoggiarsi alla stamella della follia. O del rischio. Perché Chicago, che è un musical di quelli potenti e corposi, pieno zeppo di personaggi e sostenuto da una trama iper realista che non conosce cosa sia la parola ovvietà, chiama ineluttabilmnte a sé i grandi palcoscenici. Di solito domanda spazio e l’ottiene. Ed invece ‘Chicago’ non solo sbarca a Foggia, ma a vestire i panni del timoniere è Roberto Galano, direttore artistico del Teatro dei Limoni. La sua scommessa è quella di rappresentare un’opera immane su un palco poco più grande di un guscio di noce, per dirla alla Shakespeare. Sedici attori fra vecchia guardia e nuove leve (Giada Ordine, Maggie Salice, Roberto Galano, Leonardo Losavio, Giuseppe Rascio, Francesca De Sandoli, Marianna Magistro, Michele Ciuffreda, Vito Scudo, Gianmarco Saurino, Maria Chiara Giannetta, Annalaura Lecci, Giorgia Campagna, Federica Lo Russo, Mariangela Prencipe, Piergiorgio Martena) che si muoveranno vorticanti e cantanti nel rappresentare le vicende di Velma Kelly e Roxie Hart.

Sinossi – Chicago è una storia di amanti ed amori, di omicidi e di prigioni, di cattività e di libertà, di colpevoli ed avvocati, di morale ma per nulla moralista. Una storia in cui le donne sono più forti degli uomini. Velma Kelly è una star dei nightclub, la cui celebrità aumenta dopo il suo arresto: ha infatti ucciso suo marito e sua sorella dopo aver scoperto una relazione tra i due. Roxie Hart non è famosa e sogna di diventare una celebre cantante. Quando spara al suo amante, che le aveva mentito riguardo alla possibilità di farla entrare nel mondo dello spettacolo, viene spedita in carcere. Ed è qui che le strade di Velma e Roxie s’incronciano in un dedalo di giustizia reale e posticcia. Per paura di essere giustiziata, Roxie assume Billy Flynn, il miglior avvocato di Chicago, che le promette di trasformare il suo caso in uno spettacolo e di farla prosciogliere. Flynn e Roxie manipolano la stampa e l’opinione pubblica e Roxie diventa famosa.

La prima volta fu rappresentato – a Broadway – 46 anni fa. Erano gli anni Settanta, ed il mondo, specie gli Stati Uniti, non era pronti per una tale scarica di realtà. ‘Chicago’ si rivelò troppo cinico sia per le sbornie post Sessantottine, placate in ogniddove a suon di manganellate e quattrini, sia per il perbenismo borghese metropolitano. Occorsero vent’anni prima della sua riabilitazione. Nel 1996, infatti, l’opera, portata in scena nel West End di Londra, ricevette lo yes dei critici. Che, di fatto, la sdoganarono. Nel 2002, Rob Marshall ne itrò fuori una rivisitazione cinematografica di grandissimo impatto scenico e visivo. Il film, intepretato da Renée Zellweger (Roxie Hart), Catherine Zeta-Jones (Velma Kelly), Richard Gere (Billy Flynn), John C. Reilly (Amos Hart), Queen Latifah (Matron ‘Mama’ Morton), Lucy Liu (Go-To-Hell Kitty) e Christine Baranski (Mary Sunshine) ha vinto sei premi oscar fra cui quello di Miglior Film.

A ricavarne la versione teatral-foggiana è stato lo stesso Roberto Galano, che metterà alla prova le sue doti canore, rispolverando il passato da rocker da garage. Lo spettacolo, coprodotto dalla scuola di danza Tersicore, che avrà sei repliche (la triade 21-22-23 e quella 28-29-30, sempre in Vico Giardino e sempre con sipario alle 20.45), segna anche l’inizio della stagione Giallo Coragioso 2011-2012, quella del decennale.

p.ferrante@statoquotidiano.it
riproduzione riservata

‘Chicago’, s’inizia. Al via la stagione del Teatro dei Limoni ultima modifica: 2011-10-20T12:43:13+00:00 da Piero Ferrante



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This