Cronaca

Laboratorio Musicale Artefacendo. “Procedura non parte, mancano i locali”


Di:

Laboratorio di creazione musicale (ST, archivio)

San Giovanni Rotondo – “CHE si trattasse di Bollenti Spiriti era stato anticipato, a scanso di equivoci, a partire dal nome dell’omonimo progetto regionale che ha consentito l’apertura in tutta a Puglia di oltre 160 Laboratori Urbani Culturali. Che il Laboratorio Musicale di San Giovanni Rotondo è incandescente è altro discorso”. Lo dice in una nota il direttore della scuola di musica “Novecento”, il M° Francesco Scaramuzzi.

Partito con slancio, il laboratorio si è subito distinto tra gli otto del proprio comprensorio San Giovanni – San Marco in Lamis – Sannicandro per motivazioni, competenza e capacità organizzativa. Nel giro di un anno ha creato dal nulla la prima scuola di musica moderna del territorio, ideato e prodotto una lunga lista di eventi e, all’inizio del nuovo anno sociale, ha visto praticamente raddoppiati i suoi iscritti. “Si trattava di seminare bene, e abbiamo provato a farlo. Anzi, per noi questa importantissima fase è tutt’ora in corso ”, dichiara modestamente il direttore della scuola di musica “Novecento”, il M° Francesco Scaramuzzi.

Il punto è che, già all’avvio delle attività del nuovo anno didattico, i locali messi a disposizione del progetto sono insufficienti per ospitare tutti i progetti dello staff del Music Lab.
A rimanere fatalmente tagliato fuori è il corso di propedeutica musicale, destinato ai bambini dai 4 ai 7 anni. Progetto affidato alle docenti Nadia e Stefania Totaro, diplomate al Conservatorio “U. Giordano” di Foggia, e specializzatesi rispettivamente in didattica della musica e tecniche musicoterapiche, ed educazione permanente. Il corso di propedeutica mira a sviluppare le capacità di ascolto e conoscenza della realtà sonora e creare un clima di affettività circolare, che favorisca distensione, creatività e motivazione produttiva del bambino attraverso la musica, promuovendo un’interazione costruttiva, in una dimensione ludica dell’apprendimento.

“Abbiamo due aule didattiche, impegnate entrambe dal lunedì al sabato per sviluppare due corsi di canto moderno, due corsi di chitarra ritmica, due corsi di batteria, uno di pianoforte, chitarra classica, basso e solfeggio, giunti al limite massimo di iscrizioni. Siamo costretti a rimandare indietro quanti ancora ci chiedono di poter accedere ai corsi. Il problema della carenza di aule, quindi, esiste già di per sé. Tuttavia, l’impossibilità di avviare un corso come la propedeutica, destinato ai bambini e fortemente richiesto da diversi genitori, ci dà un motivo in più per chiedere maggiore attenzione alle istituzioni, finora un po’ latitanti”, asserisce il direttore artistico del Music Lab, Toni N. Augello. “ La disponibilità di locali che altri comuni hanno messo a disposizione per l’attuazione del progetto, come li stessi San Marco e Sannicandro, ma anche Manfredonia e Cerignola, solo per fare qualche esempio, è di gran lunga superiore a quella di San Giovanni. In ogni caso, era importante partire, e siamo partiti. Ma ora, vedere i locali prospicienti ai nostri vuoti e non poter dare più respiro, soprattutto di questi tempi, ad una realtà come la nostra che sta mordendo il freno, lascia un po’ di amaro in bocca”, conclude lo stesso. “Insomma, non sparate sul pianista!”


Redazione Stato

Laboratorio Musicale Artefacendo. “Procedura non parte, mancano i locali” ultima modifica: 2011-10-20T14:08:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This