Capitanata

Ragno: Bellino voleva far cadere l’Amministrazione

Di:

Il sindaco di Orta Nova, Iaia Calvio (im: http://lucacaporale.wordpress.com)

Orta Nova – “IL consigliere comunale Antonio Bellino ha carpito la mia e la fiducia del collega Gerardo Lacerenza quando ha trasformato l’attivazione di un positivo processo politico interno al gruppo consiliare del Partito Democratico in una sfida personale alla sindaco Iaia Calvio, alla quale tanto io che Lacerenza abbiamo rinnovato fiducia e stima dopo aver compreso il vero obiettivo del nostro ex capogruppo: far cadere l’Amministrazione comunale di centrosinistra eletta che lo scorso anno ha ottenuto un risultato politico clamoroso e archiviato 15 anni di malgoverno della destra”. Lo dice in una nota il presidente del Consiglio comunale di Orta Nova Gerardo Ragno.

“Continuo a pensare sia necessario migliorare la comunicazione interna al gruppo e tra i consiglieri e la Giunta, auspicando che qualsiasi azione politica e amministrativa sia pienamente condivisa dalla maggioranza e vada sempre nell’interesse dei nostri concittadini e della nostra amata città; ma resta intatta la condivisione del progetto politico e della programmazione amministrativa, a cui stanno partecipando con serietà e competenza anche i componenti dello staff della sindaco”.

“Con ogni evidenza, il consigliere Antonio Bellino ha ritenuto prevalenti le sue pur legittime ambizioni personali rispetto all’equilibrata ripartizione dei ruoli e delle responsabilità all’interno del gruppo del PD e della maggioranza. Queste e non altre sono le ragioni che hanno indotto me e Gerardo Lacerenza a prendere le distanze dall’iniziativa dell’ex capogruppo del PD, al quale auguro di proseguire al meglio l’esperienza istituzionale che sta vivendo grazie all’impegno degli attivisti e al consenso degli elettori del Partito Democratico verso la sindaco Iaia Calvio e la coalizione che l’ha sostenuta e la sostiene”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi