Stato prima
Il vertice del gruppo criminale sovrintendeva alla gestione di tutte le attività illecite del sodalizio

Estorsioni e traffico di droga a Bitonto: 11 arresti

Sono stati eseguiti sequestri patrimoniali sottoponendo a vincolo cautelare beni mobili, immobili, quote societarie, 4 imprese e relativi compendi aziendali per un valore complessivo di oltre 750 Mila euro

Di:

Bari. Alle prime luci dell’alba, i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari hanno proceduto all’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 11 persone ed al sequestro preventivo, preordinato alla confisca per “sproporzione”, di beni mobili, immobili, aziende e somme di denaro per un valore complessivo di oltre 750 mila euro. Le misure cautelari personali e reali, disposte dal GIP presso il Tribunale di Bari su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, traggono origine dalle indagini nei confronti di un sodalizio criminale composto, in prevalenza, da soggetti inseriti nella criminalità organizzata bitontina.

Il vertice del gruppo criminale sovrintendeva alla gestione di tutte le attività illecite del sodalizio, impegnato nella perpetrazione di condotte estorsive in danno di imprenditori che, per poter esercitare la propria attività, erano costretti al versamento di somme di denaro con cadenza periodica. Il sodalizio aveva comunque il suo core business nello smercio di importanti quantitativi di sostanza stupefacente sulla piazza di Bitonto. Per la fase dell’approvvigionamento dello stupefacente, il gruppo criminale disponeva al suo interno di una cellula operativa che agiva sotto una apparente normalità.

Al fine di individuare e sottrarre al sodalizio i capitali illecitamente accumulati, i finanzieri del GICO di Bari hanno eseguito apposite indagini economico patrimoniali che hanno fatto emergere l’assoluta sproporzione dei beni che gli indagati avevano a disposizione rispetto alla capacità economica ufficialmente dichiarata.

Per tale ragione, unitamente alle misure personali sono stati eseguiti sequestri patrimoniali sottoponendo a vincolo cautelare beni mobili, immobili, quote societarie, 4 imprese e relativi compendi aziendali per un valore complessivo di oltre 750 Mila euro.

Lo rendono gli inquirenti attraverso una nota stampa.

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati