Manfredonia

Manfredonia, parte la campagna “Ma quale Energas”

Di:

”Abbiamo bisogno di farci sentire, e dobbiamo arrivare ovunque: per far questo abbiamo ideato la campagna #maqualeenergas, in cui vi invitiamo a postare e condividere vostre foto di panorami, scorci di città, piatti tipici, situazioni quotidiane dal forte sapore sipontino per ribadire il nostro NO al progetto di Energas e come forma di dichiarazione di voto al referendum del 13 Novembre.

Noi abbiamo scelto il mare di Maggio di Manfredonia”.

Foto di Ulrico del Nobile

#maqualeenergas
#NoEnergas
#machenesaMenale

(A cura del Collettivo InApnea di Manfredonia)



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Manfredonia e il suo declino dovuto ai falsi politici

    Dire no non e’ solo Una posizione ma un atto di responsabilita’, Una precauzione oggi per domani.


  • Distruzione Manfredonia: ultimo atto

    Stanno x raggiungere l’apice del loro progetto………


  • Pietro

    Per scongiurare una malattia bisogna prenderla in tempo. Ora è tardi. Questo del referendum è solo un atto scenografico e i nostri amministratori questo lo sanno.


  • Antonio

    Buongiorno a tutti io vorrei dire che il referendum andava fatto prima quando furono presentati i primi progetti per quel tipo di infrastruttura in comune.
    Si dice che siano stati presentati i primi pareri già dal 2000 e quindi in 15 anni la comunità come la nostra avrebbe potuto decidere ed informarsi su quello che doveva essere realizzato.
    Il referendum è solo una farsa perché è tutto stabilito è solo questione di tempo…
    Prendersela con Banfi è ridicolo la colpa è forse solo dei nostri amministratori che hanno tenuto nascosta la cosa fine a che era possibile.


  • LA COSTA DEI BARBARI

    O RIMEDIANO AI LORO DISASTRI I BARBARI SIPONTINI O SI RITROVERANNO MIGLIAIA DI PERSONE CONTRO! HANNO ESAGERATO, PENSAVANO CHE DOPO LA DISTRUZIONE DELLA SCOGLIERA LA GENTE SAREBBE STATA ZITTA CON QUALCHE CALCIO AL PALLONE. MO SO CAZZI VOSTRI BARBARI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati