CapitanataCronaca

Foggia, controlli carabinieri: 18 arresti (vd)

Di:

Controlli carabinieri (STATO - archivio)

Foggia – IL Comando Provinciale Carabinieri di Foggia ha continuato, con maggiore capillarità, anche questa settimana, a porre in essere controlli per la prevenzione e repressione dei reati. I servizi sono stati diretti a contrastare fenomeni di criminalità predatoria e di criminalità diffusa oltre che la detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Controlli nei maggiori centri della capitanata ma anche nei comuni con minore densità di popolazione; verifiche nei quartieri più degradati, piazze, circoli e club privati.

Il totale delle persone arrestate è 18 di cui 12 in flagranza di reato, le denunce in stato di libertà sono 2, deferiti a seguito di controllo stradale e trovati alla guida dopo aver assunto stupefacenti e alcol o senza aver conseguito la patente di guida.


I dati derivanti dai controlli effettuati in senso generale sul piano della sicurezza sono positivi: 1042 persone identificate e 609 veicoli controllati; 79 perquisizioni (44 personali, 35 veicolari). Controllate 131 persone tra detenuti domiciliari e sottoposti a misure di prevenzione. Dai servizi per garantire il rispetto delle norme del codice della strada sono emersi i seguenti dati: 140 violazioni sanzionate, in evidenza troviamo i numerosi sequestri di veicoli 40 tra auto e ciclomotori, 10 documenti di circolazione ritirati.

VIDEO CONFERENZA



Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • avv. Gegè Gargiulo

    Da: Avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

    Commette reato colui che “gareggia” in auto anche se solo nel parcheggio di un supermercato!

    Perfino se svolte dentro un parcheggio di un supermercato, le gare clandestine automobilistiche restano vietate, e chi vi partecipa commette reato.

    Così si espressa la Suprema Corte di Cassazione ( Cass. pen., IV sez., sent. n. 43009 del 22 novembre 2011) che ha , quindi, ritenuto responsabile un giovane del reato di partecipazione a competizioni sportive non autorizzate con veicoli a motore (Art. 81 c.p., D. lgs. 285/92 artt. 5 e 9 bis co.1).

    Gli ermellini hanno evidenziato che il parcheggio, di proprietà della società che gestisce il supermercato, benché recintato, era comunque accessibile a chiunque 24 ore su 24, e pertanto doveva considerarsi “aperto al pubblico”. Per tale motivo, l’intera area era soggetta alle norme del Codice della Strada, che proibisce espressamente di partecipare a gare “clandestine” con il proprio autoveicolo.

    Sempre la Cassazione, in un precedente caso in materia di gare automobilistiche, aveva stabilito che il reato in esame sussiste anche nel caso in cui non vi sia accordo fra i soggetti che partecipano alla gara. ( così Cass. pen., IV sez., sent. n. 14463 del 6 aprile 2007.)
    Foggia, 20 novembre 2012 Avv. Eugenio Gargiulo

  • Ottimo lavoro.
    La cittadinanza della capitanata dovrebbe erigere una statua in oro massiccio a codesto Carabiniere Comandante Basilicata, che, in una operatività a completa copertura e controllo del territorio, offre ogni settimana il frutto del suo lavoro e dei suoi sottoposti e collaboratori alla cittadinanza, proiettando un futuro ed un presente molto più sicuro per tutti.
    Bravo!
    Gustavo Gesualdo
    alias
    Il Cittadino X

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi