GarganoManfredonia
Operazione del Nucleo Operativo Antibracconaggio (NOA)

Antibracconaggio, oltre 15 denunce nel Parco del Gargano

Tre cacciatori all'interno del Parco Nazionale del Gargano sono stati sorpresi durante una battuta di caccia al cinghiale

Di:

Roma 20 novembre 2014 – Il Nucleo Operativo Antibracconaggio (NOA) coadiuvato dal personale forestale in servizio nella Regione Puglia, ha segnalato all’Autorità Giudiziaria di competenza tredici persone per l’esercizio di attività riconducibili al fenomeno del “bracconaggio”, inoltre tre cacciatori all’interno del Parco Nazionale del Gargano sono stati sorpresi durante una battuta di caccia al cinghiale. Altri, in zone non protette, sono stati segnalati per abbattimento di specie nei cui confronti la caccia non è consentita (storni, fringuelli, frosoni, ecc) compiuta con l’ausilio di richiami acustici vietati. Sono stati posti sotto sequestro, inoltre, dodici fucili da caccia e relative munizioni.

L’ intensa attività di polizia giudiziaria svolta nella provincia di Foggia ha teso a reprimere i fenomeni di bracconaggio.
E’ stato sorpreso e segnalato anche un soggetto intento alla pratica dell’uccellagione. All’uomo sono state poste sotto sequestro quarantuno reti da uccellagione lunghe 30 metri e larghe 2 ciascuna, per un totale di metri 2.460 metri quadrati, oltre al sequestro delle allodole appena catturate e tutto il materiale per la loro detenzione.

E’ opportuno ricordare che è possibile segnalare episodi di caccia illegale al numero verde 1515 del Corpo forestale dello Stato.

Redazione Stato

Antibracconaggio, oltre 15 denunce nel Parco del Gargano ultima modifica: 2014-11-20T18:16:38+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi