Foggia
"Questa vasta periferia centrale deve essere bonificata e riqualificata"

Foggia, crollo solaio, Mongiello: risolvere emergenza strutturale

"L’attuale Amministrazione comunale, con il supporto delle altre istituzioni, è chiamata ad agire"

Di:

Foggia – “IL dolore e la commozione per quanto accaduto ieri in via Ingino e 10 anni fa in via delle Frasche non ci può far perdere di vista l’emergenza irrisolta della fatiscenza edilizia nella vasta area che va da via Lucera a corso Giannone: case inagibili e affollate, strade impercorribili, abusivismo diffuso. Un coacervo di problemi complicatissimo da avviare a soluzione, come dimostrano i tentativi pur fatti negli ultimi 10 anni, anche per le inevitabili conseguenze sociali che avrebbe l’affermazione del rigoroso principio di legalità”.

Lo dice in una nota l’on. Colomba Mongiello.

“L’attuale Amministrazione comunale, con il supporto delle altre istituzioni, è chiamata ad agire per dare un senso ai censimenti fatti con rigore scientifico ed agli atti prodotti dagli organismi amministrativi e dalla struttura tecnica.

Sono decine i casi di abitazioni dichiarate inagibili eppure abitate, vendute e acquistate, ristrutturate, date in fitto. Forse lo era anche quella di via Ingino sotto le cui macerie ha perso la vita il povero Rosario Buonpensiero.

Questa vasta periferia centrale deve essere bonificata e riqualificata, invece che abbandonata al degrado strutturale e sociale. Fenomeno, quest’ultimo, aggravato dalla progressiva diffusione del fitto di locali malsani e fatiscenti a cittadini stranieri poveri o incapaci di trovare sistemazioni più dignitose. Dolore e commozione di oggi avranno senso solo se saranno utili a promuovere sicurezza e qualità della vita per domani”.

Redazione Stato

Foggia, crollo solaio, Mongiello: risolvere emergenza strutturale ultima modifica: 2014-11-20T12:28:01+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi