Manfredonia

Manfredonia Nuova: senza lavoro non c’è dignità

Di:

Manfredonia – LE politiche pubbliche sono un fattore centrale da cui occorre partire, per risalire la china di una crisi senza precedenti, ancora più accentuata e persistente a Manfredonia, dove il tessuto produttivo locale è stato duramente falcidiato e la reindustrializzazione del Contratto d’Area ha purtroppo mancato gli obiettivi di crescita. Ne è la riprova più emblematica l’ultima delle vertenze apertasi sul futuro della Sangalli Vetro, il maggior insediamento produttivo locale.

Nei Paesi economicamente più avanzati, di fronte alla gravità della crisi finanziaria, si sono irrobustiti gli interventi e le azioni dello Stato per sostenere, con piani adeguati, la solidarietà sociale e la crescita dell’occupazione.

A Manfredonia, dove è stata inadeguata l’azione di chi ha rivestito responsabilità istituzionali, occorre motivare e mobilitare le energie disponibili nella nostra comunità per essere pronti a cogliere tutte le misure in campo per l’auspicato cambiamento e utilizzare le risorse e i piani promossi in particolare dall’Unione Europea.

Bisogna partire da una visione e da un progetto complessivi ed innovativi, con obiettivi concreti, tendenti ad uno sviluppo sostenibile, ricostruendo un contesto programmatico funzionale alle politiche produttive ed insediative locali, in grado di consentire alle imprese di avviarsi ed operare con prospettive di tenuta, oltre a dover fronteggiare i colpi della crisi finanziaria generale. Proponiamo di attivare strumenti idonei per destinare ai giovani le aree ed i capannoni che, a seguito di chiusure aziendali e rinunce, si sono resi disponibili nelle zone degli insediamenti produttivi, per avviare nuove iniziative imprenditoriali – anche con modalità di co-working – coerenti con il territorio.

Nel contesto della pianificazione in atto (come il Piano regionale del lavoro, la Garanzia Giovani, ecc.), è necessario promuovere con il coinvolgimento del governo regionale e nazionale iniziative per l’inserimento lavorativo di cittadinanza mirato a fasce più deboli e alle centinaia di lavoratori interessati o coinvolti nel sistema degli ammortizzatori sociali, facendo rete con altri Comuni dell’area e promovendo attività particolarmente utili come la cura, la tutela e la salvaguardia del nostro territorio.

Occorre dare al nostro sistema portuale un efficace progetto industriale per lo sviluppo dei traffici marittimi, con una gestione competente e non asservita a logiche politiche, capace di includere il Porto della Capitanata negli investimenti e nelle politiche del trasporto portuale regionale. Bisogna anche rivalutare l’attività lavorativa della pesca e operare per il rilancio e lo sviluppo della flotta peschereccia di Manfredonia, ascoltando i pescatori, dando loro un oculato sostegno di consulenza ed esperienza in materia, preservando il nostro mare, che dà frutti solo se è rispettato, a tutto vantaggio di questa importante attività economica, che è la grande ricchezza dell’intera città.

Va promossa periodicamente, per le attività produttive presenti nella nostra area, la Conferenza di produzione, quale momento istituzionale di sinergia, di monitoraggio e di pianificazione integrata, dalla quale far emergere indicazioni ed iniziative per supportare ed affiancare con l’azione amministrativa il dinamismo e l’innovazione delle attività imprenditoriali che contribuiscono a creare nuova occupazione, ristabilendo e aggiornando il quadro operativo e infrastrutturale sostenibile per una presenza e funzionalità più adeguate del sistema produttivo nelle aree predisposte, rispondente alle potenzialità, oltre che alle peculiarità produttive e ai bisogni lavorativi del nostro territorio.

Infine, il lavoro non deve più essere considerato una merce di scambio e qualsiasi attività lavorativa ed economica, fondata direttamente o indirettamente su decisioni amministrative, deve avvenire mediante concorsi pubblici con procedure trasparenti.

Per informazioni, proposte di integrazione al nostro “Programma per la Rinascita di Manfredonia”, adesioni o altro è possibile utilizzare i seguenti contatti:
Email: manfredonianuova@gmail.com
Facebook: http://www.facebook.com/ManfredoniaNuova
Google+: https://plus.google.com/+ManfredoniaNuova

(comunicato stampa, Manfredonia, 20 novembre 2014)

Manfredonia Nuova: senza lavoro non c’è dignità ultima modifica: 2014-11-20T14:15:04+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Un Cittadino Anonimo e Indignato.

    E’ BELLISSIMO SAPERE CHE ANCHE VOI AVETE CAPITO CHE TUTTI ABBIAMO CAPITO CHE QUI MANCA LA MATERIA PRIMA DI OGNI RAGIONAMENTO………….IL LAVORO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    SE MANCA IL LAVORO MANCANO I SOLDI NON PER FARE LA BELLA VITA,MA PER MANDARE AVANTI CON DIGNITA’ E CON FIDUCIA NEL DOMANI… LA PROPRIA FAMIGLIA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    L’UOMO NON E’ STATO CREATO PER ESSERE MALTRATTATO E PER ESSERE SOPRAFFATTO DA ALTRI UOMINI E PRIVATO DELLA PROPRIA DIGNITA’ .L’UOMO DEVE LAVORARE ,SUDARE E TORNARE A CASA STANCO MA FELICE DI ESSERE STATO UTILE ALLA SOCIETA’ E CONTENTO DI POTERE SODDISFARE LE PRIORITA’ DELLA SUA FAMIGLIA…DEI SUOI FIGLI E POTER ESSERE RISPETTATO IN QUALITA’ DI CAPO FAMIGLIA E DI UOMO ONESTO E GIUSTO NEL PAGARE SEMPRE I SUOI DEBITI E LE DOVUTE TASSE !!!!!!!!
    MANCANDO IL LAVORO COME POTRA’ ONORARE I SUOI IMPEGNI E MANDARE AVANTI LA SUA FAMIGLIA……COME ?????????????????????
    COME POTRA’ GUARDARE NEGLI OCCHI I PROPRI FIGLI E DARE LORO LE MINIME FONTI DI SOSTENTAMENTO E LE BELLE PAROLE SUòLLA LEGALITA’ E SULL’ONESTA’…….QUANDO MANCA IL PANE A TAVOLA……COME ????????????????????
    PARLATE DI GIUSTIZIA E DI LEGALITA’,MA SE MANCA IL PIATTO DI PASTA A TAVOLA E I FIGLI PIANGONO……DITECI VOI…..COME SI POTRA’ PARLARE ANCORA DI LEGALITA’ E DI ONESTA GIUSTIZIA E DI MORALITA’…………………E POI CONDANNIAMO FACILMENTE CHI ESCE DAL SEMINATO E PERDE LA RETTA VIA………………….CHI CI SALVERA’………………CHI ?????????????????????????????


  • Matricola 134

    Sono sempre più convinto che qualcuno molto in alto vuole tenerci poveri e ignoranti. Evidentemente la politica ha fallito, almeno sulla piazza di Manfredonia e il maggior suffragato (PD) più di tutti. Ben venga il M5S per spazzare via tutta questa gente perché questi sono come il “male che cita il Vangelo” e cioè si annienteranno tra di loro. Ora Prencipe azzera Riccardi e dopo Riccardi azzera Prencipe. Intanto noi fessi stiamo a guardare con la pancia vuota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi