Foggia

Renzi al Teatro, #NOi OVUNQUE

Di:

Foggia. Oggi, domenica 20 Novembre il presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, sarà a Foggia, e terrà un incontro pubblico al Teatro Umberto Giordano per sostenere la campagna per il Sì al referendum costituzionale del 4 dicembre.

La massiccia presenza di esponenti di governo a Foggia (Boschi a Palazzo Dogana il 22 ottobre, il sottosegretario Del Basso De Caro che ha parlato qualche giorno fa ad una sala vuota) che ora arriva a coinvolgere direttamente il Presidente del Consiglio fa capire con quanta difficoltà questo esecutivo stia cercando di diffondere la propria propaganda nel Mezzogiorno, lo stesso Esecutivo che in una città martoriata da problemi reali, dalla criminalità diffusa al caporalato, si presenta solo per appuntamenti elettorali eleggendo a propria passerella luoghi chiusi e di prestigio e mai le piazze, luogo di confronto e discussione per antonomasia.

Noi studenti medi ed universitari foggiani, insieme a quelli di tutta Italia, il 17 novembre siamo scesi in strada, tra la gente, a ribadire il nostro NO a questa riforma, che è un po’ il simbolo di tutta la retorica dell’inversione di marcia rispetto al passato che Renzi e il suo partito stanno propagandando da mesi a questa parte con ogni mezzo.

Tutti hanno avuto modo di vedere, soprattutto al sud, gli effetti delle “riforme” renziane: disoccupazione giovanile e non, povertà, sfruttamento dei territori e snaturamento dei diritti sociali;
Queste parole sono all’ordine del giorno per chiunque viva al sud, e la riforma costituzionale si configura in realtà come un’operazione di accentramento di poteri nello Stato centrale e, infine, nella maggioranza di Governo e nell’Esecutivo.

Il nostro non è il NO delle destre populiste, né quello degli opportunisti che vogliono dare una spallata a questo Governo solo per interessi personali, il nostro è un NO sociale, costituente, che parte dal basso e intercetta i bisogni reali di chi è stato messo ai margini da questa classe dirigente.

Oggi dalle 19, in contemporanea al blindatissimo comizio del Premier al teatro Giordano, saremo in strada insieme a tutto il Comitato per il NO – Provincia di Foggia a spiegare le nostre motivazioni per dire NO a questo modo di intendere la politica:

Renzi al Teatro, noi ovunque!

Uds Provincia Foggia
Link Foggia
Ucronía



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Alfredonia

    Si perche ‘ in un luogo chiuso non si possono lanciare uova marcie.
    La devono smettere di vedere il Sud come fonte di prelievo di voti preferenziali ed elettorali, ormai sono 50 anni che ha funzionato in questo senso, e domani dimenticano che apparteniamo alla stessa Nazione.


  • Zuzzurellone Sipontino

    Peggio alfredonia e molto peggio. Che involuzione per il vecchio PCI/DS e Democrazia Cristiana, dalle piazze ai teatri. Ancora vi è qualcuno che ci crede, far finta del rilancio del sud e mai nessuno dei nostri parlamentari che faccia notare che da alcuni lustri i fondi europei sono sostitutivi e non aggiuntivi di quelli dello stato. Che vergogna. Voterò e faro votare NO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati