Foggia
Gara caratterizzata per lunghi tratti da una fitta nebbia

Sarno-gol ed il Foggia dirada la nebbia

I Satanelli salgono a quota 29 e riagguantano la vetta in compagnia di Lecce e Juve Stabia

Di:

Foggia. Un gol di Sarno permette al Foggia di tornare in vetta. Allo “Zaccheria”, i rossoneri si impongono di misura sul Catanzaro, e conquistano un successo fondamentale che li riporta al primo posto del girone C in compagnia di Lecce e Juve Stabia; gara caratterizzata per lunghi tratti da una fitta nebbia.

Mister Stroppa propone un tridente inedito nel suo consueto 4-3-3, con Sainz-Maza e Chiricò a sostegno del centravanti Sarno; Zavettieri risponde con un 3-5-2 in cui Tavares e Basrak compongono il tandem offensivo. Al 6’ primo tentativo da parte dei padroni di casa, la conclusione di Sainz-Maza sfiora soltanto il palo alla sinistra di Grandi. Qualche istante più tardi ci prova anche Empereur in proiezione offensiva, la sfera sorvola di molto la traversa; al 14’ grande opportunità rossonera, Angelo riceve sul lato destro dell’area e serve un traversone basso al centro, sul quale Sainz-Maza arriva con un istante di ritardo, mandando il pallone a lato. Minuto 17, il laterale brasiliano si mette in proprio e lascia partire una conclusione potente e precisa su cui Grandi si esibisce con una gran parata, deviando in angolo. Al 26’ Agazzi scippa Carcione e si inserisce nella trequarti avversaria, servendo poi Chiricò, la cui conclusione viene stoppata da un difensore e poi agguantata da Grandi.

Una decina di minuti dopo, ancora contropiede guidato da Agazzi, che serve Sainz-Maza, il quale vede il liberissimo Rubin, che riceve la sfera e calcia su Grandi in uscita; sul successivo corner proteste dei Satanelli per un presunto tocco di mano in area di rigore ospite. Al 44’ prima vera occasione per il Catanzaro, la conclusione di Carcione è però centrale e viene parata agevolmente da Guarna. Si va all’intervallo sullo 0-0.

Rischio sospensione in avvio di ripresa, la nebbia cala sullo “Zaccheria” ed il signor Valiante, dopo aver verificato la visibilità da una porta all’altra, decide di dar via al secondo tempo. Parte alla grandissima il Foggia, che al 48’ va in vantaggio: percussione di Sainz-Maza sulla sinistra, pallone che viene servito al centro per l’accorrente Sarno, il quale insacca alle spalle di Grandi. Qualche secondo più tardi, rossoneri vicinissimi al raddoppio, con Chiricò che prova un gran mancino a giro, ma la sfera sfiora di un soffio il palo lontano. Al 75’ si rivede il Catanzaro, che in mischia sfiora il pari con una conclusione di Sabato, ma la palla termina fuori di qualche metro. La gara si trascina al triplice fischio con poche emozioni, l’ultima arriva da un calcio di punizione di Coletti che termina alto. Al 94’ l’arbitro decreta la fine del match, al Foggia basta la rete di Sarno per venire a capo dell’enigma Catanzaro: i Satanelli salgono a quota 29 e riagguantano la vetta in compagnia di Lecce e Juve Stabia.

TABELLINO
FOGGIA: (4-3-3) Guarna; Angelo, Coletti, Empereur, Rubin; Agazzi (dall’83’ Agnelli), Vacca, Gerbo; Sainz-Maza (dal 63’ Padovan), Chiricò (dal 76’ Letizia), Sarno. A disp.: Sanchez, Loiacono, Quinto, Sicurella, Dinielli, Riverola, Sansone, Tucci. All.: Stroppa.
CATANZARO: (3-5-2) Grandi; Esposito, Patti, Sabato (dal 90’ Strumbo); Icardi, Maita, Carcione, Van Ransbeeck (dal 68’ Bensaja), Imperiale; Basrak (dal 64’ Campagna), Tavares. A disp.: Leone, Moccia, De Lucia, Macagnone.
Arbitro: sig. Valiante di Salerno.
MARCATORE: 48’ Sarno (F).
AMMONITI: Coletti (F). – ANGOLI: 8-4 per il Foggia. – RECUPERI: 2’ p.t.; 4’ s.t..

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 20.11.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati