Manfredonia

Pompeo La Torre, una personalità cittadina dal grande spirito di servizio

Di:

Manfredonia – DOBBIAMO ritornare su un argomento che ci sta molto a cuore: la toponomastica cittadina, anche perché ci sembra che la classe politica locale, in merito, sia un po’ distratta, oltre che smagnetizzata. Non sappiamo chi, come e perché provvede ad effettuare la denominazione delle nuove strade, solo vogliamo suggerire che in un prossimo futuro si tenga presente anche di alcune personalità cittadine, affinché non vengano lasciate nel dimenticatoio; fra queste ci piace ricordare la figura di Pompeo La Torre.

E’ stato un ottimo giocatore del Manfredonia, quando si militava in Serie C, negli ultimi anni ’30; subito dopo la guerra 1940-1945, ha messo su una squadra di giovani, con la denominazione della “San Giovanni Bosco”, prima, e di “Libertas”, poi, per arrivare alla fusione nella A.S. Manfredonia (come abbiamo posto in risalto in un’ultima nostra pubblicazione). E la sua indole semplice e prodiga verso il prossimo, da semplice dipendente comunale, ha fatto sì che si istituisse a Manfredonia l’associazionismo dei lavoratori cattolici, ACLI, in tempi quanto mai pregni di fermenti sociali, tanto da sfociare anche in tragedie.

Ed è stato proprio il suo spirito di servizio, sempre ricco di comprensione e di afflato umano a chiamare intorno a sé quanti, in tempi abbastanza tristi, avevano bisogno di essere incoraggiati, spronati, non abbandonati a se stessi, con vero senso di affettuosità, servendo la comunità sipontina in modo encomiabile, come meglio non hanno saputo fare molti altri dai nomi ridondanti. Un uomo, quindi, che ha fatto dell’umiltà la sua ragione di essere.

(A cura di Giovanni Ognissanti, scrittore, professore di Manfredonia)

Redazione Stato

Pompeo La Torre, una personalità cittadina dal grande spirito di servizio ultima modifica: 2014-12-20T16:09:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Farrata Republic

    Tra i tanti meriti anche aver servito la Madonna di Siponto in occasione della Festa Patronale (non so con quale incarico, mi sembra presidente del Comitato, ma non ne sono sicuro. è presente, cmq, in moltissime foto), oltre che aver creato una famiglia bellissima che ho l’onore di conoscere. Condivido l’appunto di Giovanni Ognissanti. Anzichè dedicare vie a città, personaggi famosi, nazioni (vedi nuovi comparti), si dovrebbero onorare le personalità che con alto senso civico hanno dato lustro alla nostra Manfredonia.


  • marco

    Ha speso la sua vita, messo a disposizione la sua saggezza,la sua comprensione e l
    a sua mitezza per gli altri senza mai tirarsi indietro.
    Solo la prematura malattia gli ha impedito di fare di più, costringendolo a ritirarsi in casa ancora giovane per vivere un lungo e doloroso calvario.
    Ciao nonno, sei andato via da tanti ma ho conservato nella memoria ogni tuo singolo bacio, gesto e parola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi