Regione-Territorio

Enel Cerano; chiesta informativa sulla vicenda

Di:

Enel - proteste (fonte: Greenpeace)

Bari – IL capogruppo di Sel ha chiesto che il Governo regionale nella seduta del Consiglio in programma mercoledì 23, relazioni sulla vicenda della centrale Enel di Cerano. La Magistratura e l’Arpa hanno fermato lo ‘sblocco’ dei nastri trasportatori del carbone della centrale brindisina per verificare la validità delle metodologie utilizzate per ovviare ai danni conseguenti un nubifragio e le eventuali conseguenze che potrebbero avere sulla falda, terreni e canali.

Tali accertamenti richiederanno tempo e determineranno problemi per lavoratori e per l’ambiente, con il rischio di un secondo ‘fronte’ occupazionale-ambientale dopo quello di Taranto. Di qui il carattere di urgenza ed inderogabilità assegnato all’argomento e la necessità che il Consiglio regionale se ne occupi già nella seduta di mercoledì o al più tardi in quella del 29 febbraio già calendarizzata.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi