Cronaca

Ilva, il Codacons lancia “Fantasmi su Taranto”

Di:

Ilva lavoratori (Ph: grr.rai@)

Taranto – Il Codacons lancia “FANTASMI SU TARANTO”, la nuova Opera collettiva di Darklawyer aperta alla partecipazione pubblica. Fantasmi su Taranto è un dialogo interattivo, attraverso le immagini, con chi vive in prima linea la tragedia causata dall’ILVA. Chiunque può partecipare a Fantasmi su Taranto scattando una foto e mettendola online con Instagram, entro il 28 Febbraio 2013, dopo averla taggata con l’hashtag #fantasmisutaranto. La foto deve contenere 2 elementi essenziali: il concetto di Morte e un’immagine dell’Ilva. La foto potrebbe rappresentare ad esempio una persona distesa a terra con l’Ilva sullo sfondo, ma anche qualunque altra rappresentazione più simbolica e astratta, a scelta del fotografo. Una selezione delle migliori foto che verranno messe in rete attraverso Instagram verranno mostrate aggiornate sul sito www.darklawyer.it.

Gli autori delle migliori 3 foto, selezionate da Codacons attraverso Darklawyer secondo la sua insindacabile discrezionalità artistica, verranno premiati con un check-up gratuito anti-tumorale, offerto da uno studio medico di Taranto, e potranno diventare parte integrante della sua nuova Opera FANTASMI SU TARANTO. Tutti gli utili dell’eventuale vendita di tale Opera verranno donati alla ricerca sul cancro. Questa Opera viene lanciata in occasione dell’azione collettiva del Codacons avanti al Tar del Lazio contro il Ministero della Salute, il Ministero dello Sviluppo economico, la Regione Puglia, il Comune e contro le rispettive Asl di competenza che non sono intervenute per evitare il disastro ambientale a Taranto e provincia, volta a richiedere il giusto risarcimento in favore di tutti i cittadini di Taranto per l’esposizione all’inquinamento causato dall’Ilva


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi