Foggia

Pd Candela, solidali per 242 licenziati Gruppo Ciccolella

Di:

Lavoratori Gruppo Ciccolella (st@ - archivio)

Foggia – SOLIDARIETA’ del Partito Democratico e vicinanza nei confronti di “quei 242 lavoratori dei siti di Terlizzi /Molfetta, Melfi, e della nostra Candela, e delle loro rispettive famiglie, licenziati dal gruppo Ciccolella, dato che si è concluso senza raggiungimento d’intesa il confronto sindacale, che scongiurasse tale drastica situazione. Vicinanza anche nei confronti di coloro che, pur non essendo stati licenziati, sono stati costretti ad accettare contratti lavorativi precari e di tipo stagionale, senza poter esser assistiti dai sindacati nella stipulazione di tali contratti, e subendo l’arbitrio della loro azienda”.

“E’ evidente pero’ che la tanto vantata(dai nostri amministratori) convenzione di teleriscaldamento tra il comune e la Edison, di fatto, come prevedibile, ha portato benefici solo dal lato economico alle casse comunali, senza alcun apporto all’occupazione lavorativa, tanto piu’ alla tutela dei lavoratori , sempre piu’ lasciati soli da un’amministrazione che non li ha mai tutelati, ne’ all’ambiente stesso, visto che vi saranno nuove emissioni, inficiando sul suolo e sottosuolo e sulla nostra salute”, dicono i referenti del Pd.

“Una considerazione, purtoppo amara, pero’, sorge spontanea: le tanto vantate politiche occupazionali a Candela in questi anni, si sono trasformate,come evidente, in una triste realta’ e a risponderne di tale fallimento ne sono i cittadini”.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi