Manfredonia

Rotopack, Bordo: intervenuto più volte, ma mancano requisiti per Cigs

Di:

Ex Rotopack, ancora indagini e accertamenti dopo il furto dei materiali e dei macchinari presenti nello stabilimento nell'ex DI46 (STATO@)

Foggia/Manfredonia – “CAUSA l’assenza di requisiti fondamentali, la concessione di altri 12 mesi di Cigs al momento è impossibile. Sono intervenuto più volte al Ministero del Lavoro per risolvere la vertenza Rotopack: tanto nel novembre 2012, alla scadenza della Cigs, quanto pochi giorni prima che si scoprissero i furti in azienda. Ma ripeto: non c’è possibilità di rinnovo della Cig straordinaria poichè mancano i presupposti per il mantenimento dei livelli occupazionali e dunque per la ripartenza lavorativa”. Lo dice a Stato, dopo essere stato contattato, l’onorevole del Pd Michele Bordo.

FOCUS ROTOPACK: DAGLI SCIOPERI DEL NOVEMBRE 2010 AL FURTO DEI MATERIALI NELLO STABILIMENTO NELL’EX DI/46

Come ricordato, dopo la crisi, il periodo di Cigo, e la Cigs per 24 mesi (dal 3 novembre 2012, nonostante sarebbero stati 19 i mesi relativi alle indennità per i lavoratori,ndr) i 35/37 occupati della ex Rotopack, già Europrint, in seguito Metaflex, sono destinati alla mobilità, unico percorso attuabile per le indennità lavorative. Difficile, se non impossibile, il recupero dei mesi compresi fra scadenza della Cigs (03.11.2012) e l’avvio della mobilità (per ora a gennaio). In settimana importanti aggiornamenti: il 24.01.2013 consiglio comunale, con interrogazione del consigliere Adamo Brunetti, dopo gli interventi precedenti degli assessori Angelillis e D’Ambrosio, in settimana anche un tavolo in Provincia, alla presenza dei lavoratori, rappresentanti sindacali, commercialista aziendale, assessore provinciale al lavoro Lallo, e forse il curatore fallimentare.

Come detto, dopo i furti riscontrati in azienda, ampiamente documentati da Stato, e causa di denunce presso il Commissariato (nonostate il valore dei macchinari e del materiale asportato sarebbe molto più basso rispetto ai 10 milioni di euro paventati, possibile che la cifra si attesti sul milione, ndr) la possibilità di ripresa produttiva si è automaticamente vanificata, rendendo dunque impossibile il rinnovo della Cigs per 12 mesi, che prevedeva infatti come elemento essenziale la ripartenza delle attività.


g.defilippo@statoquotidiano.it



APPENDICE, PROCESSO IN CORSO DOPO IL SEQUESTRO DEI CARABINIERI DEL NOE CAUSA LA PRESENZA DI MATERIALI TOSSICI “NON SMALTITI” NELLA PARTE ESTERNA ALL’INTERNO DELLO STABILIMENTO



g.defilippo@statoquotidiano.it


ROTOPACK STORY

Photogallery



VIDEO INTERNO AZIENDA PRIMA (OTT 2010) E DOPO (15.01.2013)



INTERVISTE RAI A MANFREDONIA


g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
3

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi