Manfredonia
Dopo quindici intesi giorni di eventi Manfredonia si è congedata dalla 63^ edizione del Carnevale con la tradizionale proclamazione dei vincitori

Mazzone: “Il Carnevale di Manfredonia è tornato agli antichi splendori”

Cornice dell'ultima grande notte di questa edizione è stato il suggestivo stadio "Miramare"


Di:

Manfredonia. Dopo quindici intesi giorni di eventi Manfredonia si è congedata dalla 63^ edizione del Carnevale con la tradizionale proclamazione dei vincitori, cerimonia alla quale quest’anno l’Agenzia del Turismo, coordinata dall’Amministratore Unico Saverio Mazzone con il supporto dell’Amministrazione comunale del sindaco Angelo Riccardi, ha voluto far assumere i contorni di una piacevole festa pubblica che ha potuto contare sul valore aggiunto di un fuoriclasse dello spettacolo nazionale, Jerry Calà, idolo apprezzato e sempre in voga da almeno tre generazioni.

Cornice dell’ultima grande notte di questa edizione è stato il suggestivo stadio “Miramare”, dove è andato in scena uno spettacolo inteso e sorprendente durato più di tre ore, dapprima con le esibizioni coreografiche di Gruppi mascherati ed Istituti scolastici e, poi, con l’adrenalinico show “Una vita da libidine!” di Jerry Calà, riuscito a far divertire, cantare e ballare tutto il pubblico con i suoi intramontabili evergreen. La verve dello showman è intatta e perfettamente in sintonia con il clima scanzonato e goliardico del Carnevale sipontino, che ha sorpreso e galvanizzato lo stesso Calà.

Momenti clou, ovviamente, la proclamazione dei vincitori di questa edizione della kermesse. Nella categoria Gruppi mascherati a trionfare è l’Associazione Magicaboola con il gruppo “Le mille e un.. Carnaval”, a seguire in graduatoria l’Associazione “Coltiviamo l’amicizia” con “50 sfumature di…”, l’Associazione San Michele” con “Sjm tanda pedin… ind i men d chiche jun” e l’Associazione “Euphoria” con “Zè Peppe a Rio”. Invece, nella categoria Istituti scolastici sul gradino più alto è salito il Liceo “Roncalli” con “Tra sogno e realtà: Le storie del grande regista Tim Burton”; a seguire il Liceo Cassico “A. Moro” e Liceo Scientifico “G. Galilei” con “Masked Comedy” e l’Istituto Alberghiero I.P.S.S.A.R Michele Lecce di San Giovanni Rotondo con “Yin e Yang China”. Altresì, l’Associazione “Magicaboola” si è aggiudicata anche i trofei “Matteo Arena” ( gruppo più originale e coreografico) e “Luci nella Notte” (gruppo che ha meglio valorizzato l’illuminazione presente sui vestiti nelle esibizioni in notturna). A consegnare gli ambiti riconoscimenti l’Avv. Stefano Pecorella Presidente del Parco Nazionale del Gargano. Invece, il Trofeo “Tinella Capurso” ( costume più bello ed originale) è stato assegnato all’Associazione “Coltiviamo l’Amicizia” ed il trofeo “Tonino Catalano” (per l’esecuzione musicale più rappresentativa dello spirito carnevalesco) all’Associazione “Euphoria”. A consegnare questi due riconoscimenti è stato Francesco De Feudis, Amministratore Unico di “A.S.E. Spa”. Tra un’esibizione coreografica e l’altra dei gruppi mascherati sono stati premiati i maestri cartapestai per il grande lavoro di inventiva ed artigianalità messo in campo anche quest’anno. L’Avv. Tonio Leone, componente del Consiglio Superiore della Magistratura, ha consegnato i riconoscimenti alle Associazioni “COMPAGNIA DEL CARNEVALE” con “Se la canta e se la suona”, “ARTISTI DELLA CARTAPESTA” con “Mattiu’ cumman semp tu”, “NON SOLO ARTE” con “La gaia terra”, PROGETTI FUTURI con “Dov’ è finito Peter Pan?”.

Il premio “Fair Play” è andato all’Associazione “San Michele”, mentre una menzione particolare è stata conferita al giovane gruppo fuori concorso “Blackout” con la loro apprezzatissima rivisitazione di “Star Wars – Studenti Stellari”. A consegnare entrambi i riconoscimenti è stato Fabio Porreca, Presidente della Camera di Commercio di Foggia.
Eletta anche la “Principessa del Carnevale”. L’ambito titolo di bellezza è andato alla quattordicenne Sharis Borgomastro, riuscita ad affermarsi su venti rappresentanti della rinomata femminilità sipontina. Ad incoronarla Antonio Conoscitore, Consigliere comunale con delega ai rapporti con l’Agenzia del Turismo.

In apertura di serata spazio ai “Capitani coraggiosi” del Carnevale, coloro che hanno reso possibile il rilancio di tradizioni ed eventi dei vecchi carnevali sipontini, elementi che l’Agenzia del Turismo ha voluto come pilastri della 63^ edizione: Bruno Mondelli per aver ripristinato la tradizione della socia di “Arco Boccolicchio”, Salvatore Esposito per l’arrivo, il matrimonio e il funerale di Ze Pèppe e Franco Rinaldi per il suo “Amarcord” dei carnevali passati. A rendere loro omaggio è stato Gianni Rotice, Presidente di Confindustria Foggia. “Un Carnevale rinvigorito e tornato agli antichi splendori, grazie all’intuizione e volontà di voler essere una grande festa di piazza – ha dichiarato con soddisfazione l’Amministratore Mazzone -. Quella di Manfredonia è una kermesse fortemente radicata alla sua identità e tradizione, come una sorta di magico rito tribale. Manfredonia in queste settimane è stato un libro aperto che ha raccontato a diverse migliaia di stupiti spettatori una storia vera e fantastica. Su questi elementi si incardina il Carnevale del futuro. Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno contribuito alla grande riuscita della kermesse, che si è rivelata anche importante occasione per dare respiro all’economia locale e promuovere turisticamente la nostra straordinaria terra”.
Già è tempo di pensare alla 64^ edizione in programma dal 19 febbraio al 5 marzo 2017.

Ufficio Stampa Manfredonia Turismo – Agenzia di Promozione

Mazzone: “Il Carnevale di Manfredonia è tornato agli antichi splendori” ultima modifica: 2016-02-21T17:28:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
34

Commenti


  • Lele orazi

    Dopo questo articolo, sono più tranquillo e posso sperare di vivere un domani migliore….l’economia locale che respira….mi mette i brividi…mah, dove avete visto tutta questa ripresa economica, sinceramente non saprei.
    Dovete per forza scrivere queste cose per tenere alto il morale della truppa? Siate più realisti, per favore!


  • Veterano del carnevale

    Non si vuol guardare la realtà delle cose!
    Mazzone con lo stesso contributo degli anni scorsi ha portato il nome di Manfredonia fuori città!
    Ospiti di spessore,pubblicità mai vista.
    Meditate e criticate meno.
    Ne vedremo delle belle.
    Bravi


  • Saverio ci credete solo voi a ciò che scrivete...

    Saverio la verità è che è stata un’edizione come tante altre del passato.
    Di bello e veramente originale, non si è visto nulla. Da quello che abbiamo osservato in questa edizione siete lontani anni luce dai fasti del passato. Forse la giornata di ieri avrebbe potuto portare qualche novità interessante, ma così non è stato, oltre, ovviamente, ad aver assistito ad un’inutile serata senza pubblico: scarsa partecipazione. Soldi spesi male e senza nessun ritorno sul piano del turismo, neppure dai Comuni vicini. Che dire… Mah… Almeno ve la siete spassata in famiglia… Un consiglio: in futuro cercate di evitare note stampa autocelebrative o autoreferenziali. Aspettate (e sperate) che siano altri ad esprimere giudizi positivi sul vostro operato. Personalmente spero che le prossime edizioni vengano organizzate meglio.
    Pasquale T.


  • A quale prezzo?

    Egr. Presidente a sua discolpa, solo il fatto di essere alla prima esperienza, in questo ruolo, ma riguardo al resto,e’ emblematica la foto del selfie, che lei ieri sera si e’ fatto dal palco dello stadio, con gli spalti e la tribuna vuoti.
    Forse sabato 13 e’ andato meglio, perche’ c’era qualche ospite di grido, ma per il resto, solo ed unicamente una grande improvvisazione organizzativa;
    Orari non rispettati
    Inesistente sicurezza
    Strade non transennate, e pubblico che invadeva i gruppi,( vi dimenticate che insieme ai grandi, sfilano anche i bambini delle scuole, e le insegnanti e gli accompagnatori non possono tenere sotto controllo decine di bambini, con il rischio che qualcuno si faccia male, o nella malaugrata ipotesi sottratto a forza nella confusione generale)
    La sfilata delle scuole inferiori e’ sotto l’egida dell’UNESCO, e deve essere una manifestazione fatta la domenica prima di Carnevale, i bambini hanno esigenze diverse degli adulti.
    Altro capitolo le amplificazioni, ho assistito a scene con bambini di 5/6 sbattuti sotto a impianti di 1000 watt con il rischio della sordita’ totale, immaginate che solo tenendo le cuffie dello stereo per un ora, si rischia l’ipoacussia, immaginate con 1000 watt.
    La mancanza di un tavolo concertato con chi ha vissuto e vive il Carnevale da una vita, per richiedere suggerimenti, idee, collaborazione, evitando la logica del so’ tutto io.Spero inoltre che manteniate la promessa sui pagamenti agli autori di questa kermesse, anche in considerazione del fatto che i big intervenuti li avete gia’ pagato cash.
    Diciamo, che in generale non e’ stata ne’ una vittoria, e ne’ una sconfitta, poteva andare meglio,ma per andare meglio , questo lavoro deve impiegare 365 giorni, con persone che devono occuparsi solo di questa manifestazione,e comunque iniziate a programmare qualcosa anche per la cultura all’ aperto, con la speranza che ci vengano restituiti al piu’ presto il Castello e la Basilica.
    In bocca al lupo, e mi raccomando, meno foto e piu’ fatti……………………………………………


  • Antonello Scarlatella

    Questo carnevale potrebbe aver ricreato un punto di partenza. Non si può criticare sempre tutto.
    Spero che il nuovo Chief dell’agenzia del turismo continui con altre attività promozionali per il territorio, e che l’agenzia del turismo non sia relegata all’organizzazione della festa patronale e del carnevale.
    Diventerebbe di default un ente inutile ed improduttivo.
    Il turismo è generatore di economia reale, di economia sana. A noi gli ingredienti primari non mancano.
    Non crediamo alle chiacchiere, agli slogan di salvataggi di aziende chiuse da un anno e ormai seppellite, oppure di pseudo imprenditori disposti ad investire sul nostro territorio. La nostra nazione non è più appetibile ad investitori per produzioni di beni di largo consumo.
    Turismo, agricoltura, agroindustria, solo questi tre settori potranno ridare dignità al territorio.
    Dobbiamo collaborare tutti però.
    Dobbiamo essere un po’ visionari.
    Negli anni scorsi la politica ha creato dei grossi danni. Certamente non sarà piangendoci addosso o continuando a cercare il colpevole,tanto non paga nessuno, si perde solo tempo prezioso ergo si sprecano energie preziose.
    Complimenti a Saverio Mazzone ed ai suoi collaboratori. Non fermatevi però, non sparite per riapparire d’incanto per l’organizzazione della festa patronale.
    Parola d’ordine: “Promozione” , cercate di creare una sorta di magnetismo per il turismo internazionale. Create il brand ” Manfredonia” all’interno del brand Gargano.


  • AZ

    MA VAI VIA —…..TORNATO AGLI ANTICHI SPLENDORI….MA DOVE? UNA SFILATA SENZA ORGANIZZAZIONE, GRUPPI MISERI, 3 CARRI RICICLATI, ORE E ORE DI ATTESA PER NON VEDERE NULLA, SICUREZZA ZERO, POLIZIA SOLO NELLA ZONA GIURIA, TRANSENNE INESISTENTI, GENTE BUTTATA PER STRADA, ADDETTI DELLE VARIE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARI PASSAVANO E CONTINUAVANO LA LORO SFILATA FUMANDO….3 ORE DI SFILATA OPS PROCESSIONE HO VISTO 2 SOLI POLIZIOTTI COME APRI SFILATA….E AL PASSAGGIO DEL PRIMO CARRO MI PASSANO AVANTI 3 RAGAZZI MASCHERATI DA CLOWN PUNK ARMATI DI MAZZE DA BASEBALL IN ALLUMINEO,E POI VI CHIEDETE PERCHE’ SUCCEDONO PROBLEMI….AVETE CHIUSO IN CASA ( F.C.) PER TENERLO BUONO DURANTE LA SFILATA ANCORA FACEVATE LA FIGURACCIA ANCHE QUEST’ANNO….IO RICORDO CHE L’ULTIMA SFILATA CHE VIDI AVEVA 6 CARRI IMMENSI, E CIRCA 50 GRUPPI A CONCORSO, OGNI CENTIMETRO ERA TRANSENNATO, LA SICUREZZA DI POLIZIA CARABINIERI E VARIE ASSOCIAZIONI ERA COSPICUA, E TUTTO ERA ALLEGRO E DIVERTENTE….E LEI PARLA DI RINATA….MI SA CHE E’ LEI CHE DOVREBBE RINASCERE NEL PASSATO E RICORDARE COME ERANO LE SFILATE 15-20 ANNI FA….QUESTE ORGANIZZAZIONI LE SAPREBBE FARE ANCHE IL MIO CANE….


  • Fabio D.

    A memoria non mi ricordo un edizione del carnevale così misera…
    3 carri riciclati, la sfilata al massimo possiamo chiamarla sfilatina…
    Ieri scelta infelice di chiudere al campo sportivo, non c’era nessuno…ma perché non in piazza?

    Gli organizzatori ovviamente si elogiano da soli, pensano che noi cittadini non ci ricordiamo carri e sfilate degli anni ormai andati.

    Che schifo, il carnevale è finito.


  • € 212.500,00

    DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 2060 del 24/12/2015 – 5° Settore – 1° Servizio
    OGGETTO: 63ª EDIZIONE DEL CARNEVALE DI MANFREDONIA – IMPEGNO DI SPESA E LIQUIDAZIONE ANTICIPAZIONE CONTRIBUTO IN FAVORE DELL’AGENZIA DEL TURISMO IN ATTUAZIONE DELLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 276 DEL 23/12/2015.
    IL DIRIGENTE
    Premesso che la Giunta Comunale con atto n. 276 del 23/12/2015 ha, tra l’altro, deliberato:
    – di approvare la proposta progettuale elaborata dall’Agenzia del Turismo “Carnevale di Manfredonia 2016”, manifestazione prevista nel Documento Unico di Programmazione adottato dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 264 del 09/12/2015, approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 46 in data 22 dicembre 2015;
    – di concedere all’Agenzia del Turismo un contributo pari a € 212.500,00 per il coordinamento e la realizzazione del Carnevale 2016 dando atto che la spesa è prevista all’intervento 03 Prestazioni di servizi del bilancio di previsione 2015/2017 approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 36 del 05/10/2015;
    http://www.cittaconnessa.it/albo/scheda_atto.php?Rif=19029

    3 carri e mezzo. Una serata al capo sportivo con la sola presenza dei gruppi e un ” ospite sfossato” che non ha attratto nessuno. La serata al campo una vera schifezza.


  • € 10.000,00

    DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 1991 del 15/12/2015 – 5° Settore – 1° Servizio
    OGGETTO: 59ª EDIZIONE DEL CARNEVALE DI MANFREDONIA – LIQUIDAZIONE IN FAVORE DELLE ASSOCIAZIONI DEI
    CARRISTI DEL CONTRIBUTO EROGATO DALLA PROVINCIA DI FOGGIA.
    IL DIRIGENTE
    Premesso che la Provincia di Foggia con determinazione dirigenziale n. 329 del 17/12/2014 ha erogato in favore di questo Ente la somma di € 10.000,00 a titolo di compartecipazione alle spese per la realizzazione
    della 59ª edizione del Carnevale di Manfredonia;
    http://www.cittaconnessa.it/albo/scheda_atto.php?Rif=18890
    Ritenuto, altresì, di procedere alla liquidazione della somma di € 10.000,00 in favore delle Associazioni dei carristi come compartecipazione alle spese sostenute per la 59ª edizione del Carnevale di Manfredonia,
    come di seguito indicato:
    Associazioni dei carristi
    Associazione “Artisti della Cartapesta” (Pres. Aspro Giovanni) € 2.500,00
    Associazione “Non Solo Arte” (Pres. Muscatiello Mariagrazia) € 2.500,00
    Associazione “Noi del Carnevale” (Pres. Bordo Luigi) € 2.500,00
    Associazione “Compagnia del Carnevale” (Pres. De Meo Paolo) € 2.500,00


  • IL CRITICO

    Un Carnevale come tutti gli altri, il livello artistico dei carri e dei gruppi non raggiunto manco la sufficienza, oltre ad esserci un Carro in meno, di turisti manco l’ombra se per turisti intendono i soliti foggiani poveri noi, ma il problema vero e che avete distratto solo per un attimo i problemi della città, che da oggi ritornano. La crisi profonda che attraversa la nostra comunità è senza precedenti, dovuta soprattutto da un governo locale, senza progetti e senza idee, che tira a campare senza dare conto a nessuno che ha fatto morire il contratto d’area ed emigrare migliaia di giovani. Siate seri no ad autocelebrazioni anche perché non c’è stata una solo riga sui giornali che abbia parlato del nostro Carnevale.


  • geremia

    quoto Scarlatella. il carnevale di quest’anno non mi è piaciuto molto, ma è necessario investire tempo, studio e risorse locali per farlo crescere. è potenzialmente un fattore positivo per la nostra città.


  • mp

    “Il Carnevale di Manfredonia è tornato agli antichi splendori” che tradotto vuol dire MANFREDONIA E’ TORNATA INDIETRO NEGLI ANNI ANZICHÉ ANDARE AVANTI …!!!
    50 anni fa Manfredonia viveva di Carnevale e oggi continua a vivere SOLO di Carnevale…altro che progresso!!!


  • Franco

    A me interessa sapere come è stato speso il denaro pubblico. Attendiamo rendiconto entrate-uscite…


  • michele

    Dire che “Il Carnevale di Manfredonia è tornato agli antichi splendori” mi sembra un’affermazione tipicamente “inter nos” e auto celebrativa. Non credo che in futuro le cose possano molto cambiare almeno sino a quando, anche sul carnevale, ci sarà l’ingerenza diretta e/o indiretta sulla sua gestione da parte dei soliti politici locali. Ingerenza politica che “piazza” amici, amici degli amici e clienti….


  • Antonello Scarlatella

    Poco mi interessa il carnevale. Quello che e’ importante e’ la redemption che ha generato in termini di flussi turistici e di presenze.
    Le feste non sono per noi. Noi siamo i cittadini non i turisti. Quindi dobbiamo concentrarci sul ritorno economico e sulle future opportunita’ di investimento a supporto del turismo.
    Se l’agenzia del turismo non si limitera’ ad organizzare il carnevale e l festa patronale, i 200 mila euro debbono essere visti come un investimento non come un costo supportato dalla collettivita’. Fare ed organizzare la promozione di un territorio richiede investimenti. Milioni di euro se investiti con criterio. Fossi il Sindaco chiederei un mutuo alla cassa depositi e prestiti per far funzionare questa macchina.
    Certo alla base ci vogliono uomini che investono con criterio.
    Indebbitarsi non e’ un male se i fondi servono per lo sviluppo futuro del territorio.
    Del resto delle maschere, carri, ecc ecc me ne frega veramente poco.
    Cambiare la visione ed avere un progetto di futuro significa ragionare e non ispirarci a principi del passato.


  • Saverio lascia stare, non è per te...

    Con 220.000 euro, io, che non sono un esperto di comunicazione, la città ve la rivoltavo sotto sopra… Con quei soldi si sarebbero potuti organizzare eventi con artisti nazionali ed internazionali da far venir gente da ogni dove e invadere Manfredonia di turisti. E invece loro come li hanno spesi?!?! Edizione pessima e sotto tono…

    Sindaco quei soldi ce li potevamo risparmiare per quest’estate!!!

    Sindaco adesso che ti sei sdebitato per le primarie, torniamo a fare le cose serie…

    Inoltre, l’Agenzia non doveva raccogliere i soldi dai privati?!?!
    Qua alla fine sono sempre i cittadini a pagare.
    C’è qualcosa che continua a NON andare come dovrebbe.


  • 1.000.000 di turisti quest'edizione

    E ORA ASPETTIAMO IL PROSSIMO COMUNICATO REALISTA IN CUI 1.000.000 DI TURISTI SONO PASSATI DA MANFREDONIA.

    La vida es un carnaval, ma a Manfrdon d’kiu


  • Antonello Scarlatella ma che dici???

    Stai farneticando…
    Riprenditi…
    Che non sai manca tu quello che stai dicendo…
    220.000 euro un investimento??? Per i turisti???
    E dove stavano i turisti???

    Io con solo 100.000 euro ti faccio venire una star internazionale che te la ACCAPPOTTO Manfredonia e ti SPEZZO lo stadio di gente!!! E ti creo un indotto che i commercianti campano di rendita per due-tre mesi solo con quell’evento…

    Ma per piacere… Che il turismo non sapete neppure cos’è e come è fatto.


  • giuseppe

    non ho mai visto una persona cosi arrogante e presuntuosa al punto di autocelebrarsi!si sono spesi fior di quattrini per ospiti e carri che definire improvvisati è generoso!vogliamo poi parlare dello pseudoturismo che tale manifestazione avrebbe generato? abbiamo dati oggettivi in tal senso o solo chiacchiere da bar? secondo la mia opinione …. ho visto in ripresa solo …il centrodestra..che con i suoi migliori attori è riuscito una volta tanto a salire…. sul CARRO delle premiazioni con i soldi degli altri!!COMPLIMENTI E GRANDE MAZZONE!CONTINUA COSI…….


  • antonella

    Scarlatella, tu sicuramente sei un esperto in materia mentre io sono una profana della materia, ma permettimi uguale di poterti dire che condivido con te parte della storia, ma solo parte, che il carnevale sia un evento che potrebbe, ripeto, potrebbe attrarre molti turisti, lavorandoci seriamente, è ovvio, ma non parliamo di turisti momentanei, ma veri turisti, per primo bisogna impegnarsi e coinvolgere tutta la città, affinché il tutto funzioni bene come una vera macchina da guerra carnevalesca, è inutile dire che la sfilata è stata bella, a mio parere i carri erano piccoli e già visti, i gruppi pochi e quando hanno percorso viale Aldo moro, non mi è sembrata una sfilata ma altro che non è piaciuto, tranne per i parenti per i vari selfie, andrebbe rivisto tutto, tutto riguardato e riorganizzato con una visione presa da occhi capaci di vedere tutti i vuoti della storia, poi guardando al lato economico, per il momento gli esercenti che hanno tratto e che traggono sempre vantaggio dal carnevale sono solo i locali situati lungo il viale e quelli del corso, via Maddalena, corso Roma, quindi parliamo del centro storico, il resto dei commercianti restano a secco, invece bisogna fare in modo che davvero un po tutte le zone della città ne siano interessate, per far lavorare anche gli esercenti di altre zone usufruiscono di quei benefici economici, poi, vorrei porre una domanda, ma gli esercenti del centro storico che sicuramente , ha detta di tanti responsabili, hanno avuto molti avventori, quindi hanno guadagnato, come hanno fatto ricadere tali guadagni sull’ economia di tutta la città? Come profana del settore, sono curiosa, quali sono i meccanismi che fanno in modo che tali guadagni ricadino a beneficio di tutti, vi prego illuminatemi.


  • Libero Speranzoso

    Sono foggiano e sono fiero di esserlo. Non capisco come fate a tenere sempre le farrate davanti agli occhi per non accorgervi che il Carnevale di Manfredonia è rinato. Tenetevelo buono questo Mazzone che ha saputo mettere assieme tutta la parte migliore di Manfredonia che ama il carnevale.
    Mazzone, vieni a Foggia a fare l carnevale e il turismo perchè a Manfredonia ci sono molti invidiosi che per non dare alla moglie niente si tolgono tutto.


  • Mauro

    Un carnevale da dimenticare. Un suggerimento a Mazzone distruggi quelle carrette altrimenti il prossimo anno spenderai altri 60.000 euro per un cambio di pittura. E poi fate che siano gli altri a giudicarvi. Un’organizzazione composta da narcisi


  • gimbo

    Carissimi, il carnevale di Manfredonia si ferma ai Frisc e Tise e alle serate all’ex Cinema Vittoria – arena giardino – dove Peppino Sciannandrone vestito da Dracula faceva la maschera… Da lì in poi, oggi compreso e più che mai, una Sagra di Paese.


  • Pasquale

    Se non ci si mette in testa che l’organizzazione deve partire immediatamente dopo l’edizione precedente,non si avra’ mai quell’auspicabile salto di qualita’. Inoltre impiegare ragazzi competenti(pagandoli naturalmente)e creare anche un po’ di lavoro.Pero’ non condivido neanche i commenti catastrofisti che precedono il mio.Gli operatori vanno criticati costruttivamente ma anche incoraggiati a fare meglio.I commenti solo disfattisti non aiutano a migliorare le cose.


  • Libero

    l’importate e il carnevale a manfredonia quello conta, il resto sono cose secondarie!..e un paese di barzellette e infatti il carnevale dura tutto l anno


  • cico

    Quest’anno si è dato il colpo di grazia al carnevale.Con quale criterio il sig. Mazzone si permette di fare tali dichiarazioni ? Non ha funzionnato niente, a partire dai carri, il prossimo anno faccio pure io un carretto così mi prendo il premio che vogliamo ricordere sono soldi pubblici. che ci vuole a fare un regolamento che squalifichi i carri che non sono idonei a una sfilata carvenalesca? Suggeriscvo anch’io al sig. Mazzone di bruciare quei carri in modo da non poter essere riciclati. Per non parlare della sfilata: minor gruppi partecipanti, disorganizzazione de servizio d’ordine che poverini non sapevano cosa fare per evitare buchi tra un gruppo e l’altro, mancanza totale delle scuole ossia dell’ex sfilata delle meraviglie cosa unica in Italia, risse che ormai fanno parte integrante della sfilata ecc…. L’ultima cacata è stata l’ubicazione del palco sabato sera giù al campo sportivo, quella poca gente che stava in tribuna non ha visto niente, anzi qualcosa ha visto, il furgone bianco al lato del palco, eppure a noi non mancano gli scienzati. Passiamo ai soldi che a sborsato il Comune. Come diceva l’amico Saverio l’Agenzia i soldi non li dovrebbe recuperare dai privati ? A cosa serve l’Agenzia se spende soldi pubblici ? Ai posteri l’ardua sentenza . Quindi sig. Mazzone non si vanti, lasci che sia la popolazione a giudicare ii suo operato. L’unica cosa buona che ha fatto è stata quella di liberarsi di tutti quei parasssinti che gli anni precedenti giravano intorno all’Agenzia. Per concludere le suggerisco di farsi una passeggiata, non tanto lontano, si rechi a Putignato e porti con se i cosiddetti Maestri cartapestai cosi imparano a costruire un carro degno di questo nome.


  • MISTARE X

    Caro Cico a Manfredonia si cosa dicono ? Che siamo stati noi Manfredoniani ad imparare in tutta Italia a costruire i carri prrrrrrrrrrrrrrr


  • MISTARE X

    MISTARE X MENO MALE CHE SI E’ RISPOSTO DA SOLO


  • Matteo

    che cosa hanno fatto con quasi 250.000 euro raccolti tra contributi e sponsor ?


  • fato

    Quanti soldoni per fare che? Non voglio ripetere cose gia’ dette ma , oh Dio, perche’ non creare lavoro con quel denaro.miseria di contenuti sia gli ospiti che tutta l’organizzazione.vorreste continuare cosi’?dobbiamo ridere e far finta che e’. Stato bello?


  • Santiago Nadar

    Come si fa a decantare un evidentissimo flop è cercare di farlo sembrare oro colato.Basta con queste menzogne la verità è che è stato un carnevale scarno ed organizzato male chiuso con il flop di Calà.Incredible veramente incredibile.Dimettiti subito.


  • Matteo D'Apolito

    Tanto per precisare…
    i 10.000 euro di cui parlava uno dei commentatori sono soldi risalente a un vecchio debito sanato dopo anni!
    No un di piu’!

    Non tutti i carri sono riciclati io posso garantire con tanto di prova fotografica cheil carro della Gaia Terra e’ stato fatto completamente da zero!
    Del resto lo scorso anno abbiamo fatto il carro del Pittore!
    Inoltre il Carro di seconda categoria realizzato da giovani alla prima esperienza con i carri e’ per forza di cose realizzato da zero e va apprezzato l’impegno e il risultato per il tempo e il luogo dove l’hanno realizzato!

    Quando si parla di somme e’ bene che il popolo critico sappia che sui 220.000 o quanti ne sono, vanno sottratte le tasse!
    So che sembra strano ma e’ cosi’ si paga l’iva e la siae e vi assicuro che non sono pochi fatevi 2 calcoli!
    Ricordo che in una delle edizioni passate si parlava di 18.000 euro solo di siae!
    Le transenne, le tribune e credo anche la potatura degli alberi, e tatissime altre cose di cui nemmeno pensiamo non sono gratuite!

    Quindi quando qualcuno pensa che con 220.000 euro fa venire ospiti internzionali sta solo dicendo eresie!

    Se qualcuno crede di saper fare meglio, rediga un bel business plan e lo presenti presso l’assessore preposto!

    E’ troppo facile criticare!
    Io posso dire che il nostro gruppo ha dato l’anima per realizzare in poco piu’ di un mese un carro da zero e che rispetto ai predecessori Saverio Mazzone e tutti quelli che lo hanno aiutato sono stati molto piu’ partecipi e presenti!

    Ancora tanto per precisare le dimensioni dei carri sono piu’ o meno sempre intorno ai 12m di altezza e in passato quanto qualcuno parla dei tempi dei 6 carri io ero bambino e passavano per il corso altezza dei carri pari a 6m chiedete ai carristi del passato!
    E’ vero che rispetto al passato si e’ perso il coinvolgimento del popolo ma quello e’ dovuto alle leggi che obbligano il costituirsi in associazioni per fare carri e gruppi, le socie di una volta non si possono fare per via delle norme stringenti sulla sicurezza!
    Inoltre non abbiamo la presunzione di dire che siamo piu’ bravi di altri Carnevali ma se permetti a Putignano partono a settembre, in 5 o 6 mesi penso potremmo fare molto meglio che in un mese o poco piu’!
    A Viareggio non e’ un hobby da dopo lavoro ma un mestiere!
    Se permettete su cosa ci confrontate?
    Noi accettiamo con piacere chi chiede a gran voce di ripartire da domani all’organizzione del prossimo Carnevale ma anche di altri eventi in modo da ottenere risultati migliori a parita’ di somme investite!
    Noi aspettiamo che chi guadagna da questi eventi contribuisca economicamente e lavorativamente alla realizzazione degli stessi!

    Ah chi vuole partecipare e’ sempre ben accetto!!!


  • Dimettiti


  • Sipontino sognatore

    POSATE LA GRAPPA !!!
    Oppure si sta parlando di un’edizione del Carnevale anni ’90 ???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi