Stato prima
Accusate di aver messo nel mirino una famiglia di Cesena

Picchiata perché accusata di malocchio: arrestati 3 pugliesi

La destinazione era un casolare di campagna dove la ragazza è stata costretta a bere una bottiglia intera di acqua bollente


Di:

(ANSA) Sequestrata, picchiata, minacciata di morte perché accusata di fare il malocchio e costretta a bere acqua bollente per purificarsi dal sortilegio. E’ successo a Cesena, la notte tra il 13 e il 14 aprile. Quattro persone, tutte della stessa famiglia (tre originari di Taranto e uno di Bologna) sono state arrestate perché accusate di aver messo nel mirino una famiglia di Cesena. Dopo le minacce e le botte al padre e al fidanzato di lei hanno obbligato la vittima (una 30enne di Cesena) a salire in auto con loro. La destinazione era un casolare di campagna dove la ragazza è stata costretta a bere una bottiglia intera di acqua bollente come rito purificatorio. La vittima si è poi salvata inventando una sorta di rito per togliere il malocchio all’artefice di questa storia, una 22enne che credeva di essere stata colpita da qualche sortilegio. L’operazione è stata fatta dai carabinieri di Cesena che hanno arrestato tutti e quattro gli aggressori. (ANSA)

Picchiata perché accusata di malocchio: arrestati 3 pugliesi ultima modifica: 2016-04-21T18:59:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This