Manfredonia
Lettera a Stato Quotidiano del fratello della vittima dei fatti

Manfredonia, tentata “Truffa dello specchietto” in via degli Angioni. Poi la fuga

La tentata truffa è stata perpetrata "ieri pomeriggio da un uomo di carnagione scura, di circa 30 anni, alla guida di una Alfa Romeo 156 grigia"

Di:

Manfredonia,21 aprile 2017. TENTATA “Truffa dello specchietto” in via degli Angioini, parallela di viale Beccarini, a nord di Via Gargano, nel quartiere Monticchio di Manfredonia.

Come segnalato dal fratello della vittima dei fatti, la tentata truffa è stata perpetrata “ieri pomeriggio da un uomo di carnagione scura, di circa 30 anni, di bassa statura, alla guida di una Alfa Romeo 156 grigia. Al momento della truffa, nel veicolo era presente anche una bambina. L’uomo ha richiesto una somma di 100 euro per il presunto sinistro”.

“Purtroppo – dice il cittadino nella lettera inviata a Stato Quotidiano – mio fratello non è riuscito a prendere il numero di targa dell’Alfa Romeo. Da qui non abbiamo esposto denuncia alle forze dell’ordine”.

Adico: ecco in cosa consiste la “Truffa dello specchietto”

LA PASSATA NOTA DELL’ADICO. “La truffa dello specchietto è la più utilizzata sulle strade per spillare euro agli automobilisti – avvertono dall’ADICO, Associazione difesa consumatori– inducendoli a pagare una somma per riparare al danno causato all’auto del truffatore, anche se in realtà la rottura delle specchietto non è mai avvenuta. Si tratta di un trucco molto semplice – spiega l’ADICO – che consiste nel far credere all’automobilista che la sua macchina, abbia involontariamente urtato il retrovisore dell’auto di chi sta mettendo in atto la truffa. La vittime della truffa sentirà il rumore di un colpo secco molto forte sulla propria carrozzeria, di solito sulla fiancata, (provocato in realtà da una pallina, un bastone, ecc…) dando l’illusione di un urto immediato”.

“Subito dopo entrano in scena i lampeggianti e un auto vi intimerà di fermarvi. Il conducente sostenendo che gli è stato rotto lo specchietto, indicando il suo retrovisore chiaramente già danneggiato vi convincerà ad un esborso di 100 o 200 euro senza mettere di mezzo assicurazione o vigili, magari anche con l’aiuto di ‘un compare’, pronto a testimoniare che è andata proprio così. A questo la vittima paga, convinto di aver recato un danno, o per paura che dalla truffa si passi alla rissa”.

“Se vi trovate vittime di simili segnali quali colpo, lampeggianti, uomo minaccioso che chiede di accostare – suggerisce il presidente dell’ADICO, Carlo Garofolini – non fermatevi e chiamate la polizia dal cellulare restando all’interno della vostra auto”, come scritto in una nota dell’associazione a difesa dei consumatori.

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata

NOTA BENE
E’ permessa solo la riproduzione di PARTE degli articoli e solo se accompagnata da link diretto all’articolo intero sul sito. E’ obbligatorio citare la nostra testata giornalistica, www.statoquotidiano.it, come fonte. Avvisiamo che eventuali violazioni verranno perseguite direttamente per vie legali, senza avviso preventivo.

Manfredonia, tentata “Truffa dello specchietto” in via degli Angioni. Poi la fuga ultima modifica: 2017-04-21T12:30:47+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • Italia la "terra promessa" della delinquenza

    Questo giornale merita davvero di essere elogiato per come informa celermente la cittadinanza. Premesso ciò, ci vogliono più controlli e provvedimenti drastici, anche Manfredonia sembra pullulare di imbroglioni, truffatori, avvenenti signorine che offrono sesso a gente matura e molto matura. Pattuglie di quartiere di vigili e polizia e carabinieri e se questo non è possibili chiamate anche l’Esercito Italiano! Controlli, controlli, controlli!


  • Carlo

    Questo è un altro Igor? Prendetelo! Questi farabutti debbono stare in galera a marcire!


  • Carlo

    Dimenticavo….i consigli sono ottimi!!!


  • Angelo

    è capitato pure a me in zona via dei mandorli quando ho detto di chiamare le forze dell’ordine ha cambiato atteggiamento.


  • Sto c.

    La prossima volta dite che non avete soldi in tasca e riferite di telefonare a qualche parente per portarvi i soldi .
    Invece chiamate un amico un fratello e fatelo venire con una bella mazza di legno e vai !!!!!!miraccomando 100 euro
    Vuol dire 100 legnate .


  • Squalo

    Spero tanto per lui e il suo compare che non capita mai a me…….. 🤕


  • annamaria

    Purtroppo è capitato a me ed ho dovuto pagare perchè minacciato. Tutto ciò è successo due settimane fa in via santa restituta verso le nove di mattina mentre ritornavo a casa dopo aver fatto la spesa al mercatino rionale. Penso sia la stessa persona che continua a guadanare in modo facile.


  • Alfredonia

    Non e’ possibile che con tutti questi tentativi di truffa, nessuno abbia preso il numero di targa o una foto con il cellulare e denunciarlo, o rintracciarlo per rompergli il kul….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi