PoliticaStato prima
"E’ indubbio che per le prime bisogna essere intransigenti e mettere in atto tutte le prescrizioni che già esistono"

Vaccinazione obbligatoria, Zullo: “Bambini non siano vittime”

"Infine, siamo convinti che una maggiore sensibilizzazione e informazione a favore sia dei vaccini obbligatori, ma anche degli altri facoltativi dovrebbe essere la via maestra"

Di:

Bari. “Esistono vaccinazioni obbligatorie e vaccinazioni consigliate o fortemente raccomandate. E’ indubbio che per le prime bisogna essere intransigenti e mettere in atto tutte le prescrizioni che già esistono, in modo particolare, riguardo ai genitori che non sottopongono i bambini alle vaccinazioni obbligatorie. In tal senso esiste già una normativa nazionale che prevede da parte del medico vaccinatore la segnalazione all’Autorità giudiziaria per quei genitori che non sottopongono i loro bambini a quelli obbligatori. Proprio perché il loro impiego, negli anni, ha sconfitto malattie mortali come il vaiolo e ha reso sporadici i casi di altre malattie mortali e invalidanti come il tetano, la difterite e la poliomielite. Fare il vaccino, poi, è nell’interesse soprattutto del bambino, che se non vaccinato è più a rischio di contrarre infezioni rispetto a quello vaccinato.

Ma la proposta di legge dei colleghi Amati-Zinni finisce per passare da un eccesso ad un altro per diverse ragioni: 1) possono i bambini pagare le colpe ascrivibili ai loro genitori ed essere privati della “scuola”? Se il Pd vuole scaricare sui piccoli colpe degli adulti faccia pure, ma noi saremo a tutela sempre di chi e più debole nel rispetto di quel “diritto allo studio” sancito dalla Costituzione; 2) la legge nazionale prevede sanzioni e obblighi penali in capo ai genitori, invece, con questa legge si vogliono punire i responsabili di Istituti scolastici ai quali viene conferito un potere improprio, che non spetta loro; 3) finisce per creare ulteriore confusione aggiungendo articoli di legge regionale ad articoli di legge nazionale: una confusione totale, mentre questo è un argomento dove bisogna semplificare.

Infine, siamo convinti che una maggiore sensibilizzazione e informazione a favore sia dei vaccini obbligatori, ma anche degli altri facoltativi dovrebbe essere la via maestra: convincere i genitori che viviamo in una comunità e per questo le scelte che pur investono una sfera personale, specie se sono di carattere sanitario, devono essere compiute garantendo anche l’intera collettività”.

Nota del presidente del Gruppo regionale Direzione Italia, Ignazio Zullo, sulla proposta di legge a firma Amati e Zinni “Disposizioni per l’esecuzione degli obblighi di vaccinazione dei minori”.

Radiato dall’ordine di Treviso il primo medico anti-vaccini



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi