Manfredonia
Come stabilito con recente sentenza

Commissario liquidatore Consorzio agrario, ok G.Prencipe: annullata nomina M.Basta

"(..) il provvedimento impugnato appare gravemente viziato da eccesso di potere per contraddittorietà (..)"

Di:

Gaetano Prencipe, già sindaco di Manfredonia

Gaetano Prencipe, già sindaco di Manfredonia

Bari. ”(..) il provvedimento impugnato appare gravemente viziato da eccesso di potere per contraddittorietà e sviamento in quanto erroneamente adottato sulla base di un’applicazione estensiva dei presupposti normativi legittimanti la revoca, di cui al più volte menzionato art. 9, che ha inalveato il potere dell’amministrazione verso una scelta erroneamente ritenuta come dovuta, ed in concreto svolta in maniera svincolata sia da ogni necessaria valutazione sulla bontà dell’attività comunque svolta dal ricorrente fino a quel momento, peraltro con l’avallo dello stesso Organo di Vigilanza. Inoltre, nel bilanciamento degli interessi coinvolti, nemmeno risultano adeguatamente valutati gli effetti negativi che una discontinuità nella gestione avrebbe potuto determinare in termini di ulteriori ritardi e maggiori oneri. In conclusione il ricorso va accolto e per l’effetto, va annullato il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali n. 46/2010 del 15 marzo 2010 che ha disposto la cessazione del ricorrente dalla carica di Commissario Liquidatore del Consorzio Agrario Provinciale di Foggia e la contestuale sostituzione con l’avv. Michelangelo Basta”. Così il Tar Puglia di Bari – Sezione Prima – pronunciandosi con una sentenza sul ricorso proposto da Gaetano Prencipe, contro Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Autorità di Vigilanza, Consorzio Agrario Provinciale di Foggia e nei confronti di Michelangelo Basta, per l’annullamento del decreto del MISE, di concerto con il Ministro delle Politiche Agricole e Forestali, n. 46/2010 del 15 marzo 2010, trasmesso con nota pervenuta in data 24 marzo 2010, che ha disposto la cessazione dell’avv. Gaetano Prencipe dalla carica di Commissario liquidatore del Consorzio agrario provinciale di Foggia e la sua sostituzione con l’avv. Michelangelo Basta; del parere della Commissione Interministeriale per la valutazione delle attività dei Consorzi Agrari reso nella riunione del 03.02.2010; del Decreto del 08.02.2010 prot. n. 16372 della Direzione Generale per gli Enti Cooperativi presso il Ministero dello Sviluppo Economico, Divisione VI, a firma del Direttore Generale, recante la revoca dell’autorizzazione all’esercizio di impresa del Consorzio Agrario Provinciale di Foggia; di ogni altro atto specificamente indicato in ricorso.

L’udienza pubblica si è svolta il 20 aprile 2016.

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!