Regione-TerritorioStato news

Tracce telefonino di Bossetti, Yara spiata almeno tre volte

Di:

MASSIMO Giuseppe Bossetti era nei pressi della Città dello Sport di Brembate Sopra, ed è successo almeno tre volte nei giorni precedenti la sparizione di Yara. Potrebbe averla controllata, pedinata, spiata.

Il clamoroso dato arriva dall’analisi delle celle telefoniche effettuate dagli specialisti dello Sco della polizia e dal Ros dei carabinieri.

Si va delineando, così, l’ipotesi che l’uomo avesse puntato la sua vittima, che ne abbia studiato le abitudini prima di ucciderla.

La circostanza si aggiunge ai “gravi indizi di colpevolezza” elencati dal giudice Ezia Maccora che ha ordinato la custodia cautelare in carcere per il muratore di 43 anni ritenuto l’assassino di Yara.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi