BATStato prima
Indagini condotte dai poliziotti della Squadra Mobile

Corato. Violenze sessuali per anni sulla figlia della convivente

Al termine degli atti di rito, l’arrestato è stato condotto nel Carcere di Trani e messo a disposizione dell’A.G. competente


Di:

Corato. Nei giorni scorsi, a Corato (BA), la Polizia di Stato ha tratto in arresto un quarantaquattrenne del luogo, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica, per violenza sessuale aggravata e atti sessuali con minorenne.

Le indagini condotte dai poliziotti della Squadra Mobile, sezione specializzata per i reati in danno di minori e reati sessuali, hanno consentito di raccogliere concreti elementi di responsabilità nei confronti dell’uomo che dal 2009 al 2016, approfittando della giovane età della figlia della sua convivente, l’ha indotta a tenere rapporti sessuali facendole credere che si trattasse di un gioco; successivamente, quando la ragazza è divenuta adolescente, il 44enne le ha imposto rapporti sessuali completi.

Tutto è terminato a settembre dello scorso anno allorquando la ragazza, durante una crisi di pianto, ha raccontato alla mamma quanto era stata costretta a subire da anni nelle mura domestiche. A tale racconto, la donna aveva denunciato il convivente, allontanandolo immediatamente dalla propria abitazione.

Al termine degli atti di rito, l’arrestato è stato condotto nel Carcere di Trani e messo a disposizione dell’A.G. competente.

redazione stato quotidiano.it

Corato. Violenze sessuali per anni sulla figlia della convivente ultima modifica: 2017-06-21T10:27:16+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi