GarganoManfredonia
La "accoglienza diffusa" per ministro sta dando "buoni risultati"

Minniti: nessuna decisione di innalzare quota rifugiati a Comuni

Di:

Roma, 21 giu. (askanews) – Il ministro dell’Interno Marco Minniti ha smentito la notizia di un innalzamento di 10mila unità della quota di richiedenti asilo che sarebbe stata disposta dal Viminale in merito all’accoglienza da parte dei comuni italiani.

“Il ministero dell’Interno”, ha detto Minniti rispondendo ad una interrogazione parlamentare dei deputati Brunetta e Occhiuto (Fi-Pdl), “è attulamente impegnato in una pianificazione nazionale imperniata sul criterio dell’accoglienza diffusa concordata conl’Anci” e per quanto riguarda la “quota a 200mila unità, paramentro tuttora vigente, non vi è stata alcuna iniziativa finalizzata all’innalzamento della quota, e qualunque eventuale variazione in futuro dipenderà da un’intesa del ministero dell’Interno con l’Anci”.

Quanto ad iniziative “a livelo locale” citata da Occhiuto, che menzionava una lettera di unQuestore ad un Sindaco in merito ad un innalzamento della quota, “è del tutto autonoma e non rispondente alle linee strategiche predisposte dal Ministero dell’Interno”, ha detto il titolare del Viminale.

La procedura dell’accoglienza diffusa, ha peraltro rivendicato Minniti, “sta producendo buoni risultati” ed anche il decreto legge Mezzogiorno pubblicato ieri rafforza le procedure prevednedo, tra l’altro, la possibilità per il Governo di nominare dei commissari straordinari per gestire situazioni di degrado che conseguissero dalla “massiva concentrazione” di rifugiati nei comuni di Manfredonia, San Ferdinando e Castel Volturno.

http://www.askanews.it/cronaca/2017/06/21/minniti-nessuna-decisione-di-innalzare-quota-rifugiati-a-comuni-pn_20170621_00206/

Minniti: nessuna decisione di innalzare quota rifugiati a Comuni ultima modifica: 2017-06-21T16:58:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi