Editoriali

ZES Taranto,ecco il rinomato gruppo di esperti

"Ultimamente Taranto è stata oggetto di non poche Leggi e contratti di programma per la bonifica e riqualificazione delle zone inquinate"

Di:

Undici. E’ il numero degli esperti, di variegata quanto rinomata provenienza e formazione, designati dalla Giunta regionale pugliese. Gruppo di lavoro istituito al fine di individuare “ adeguati strumenti conoscitivi e valutativi degli effetti della Zes”. Quest’ultima zona economica speciale per Taranto e provincia è uno strumento di innovazione e sviluppo per dare nuova linfa all’economia e al settore manifattura joniche.Offre la possibilità di agevolazioni fiscali sotto forma di riduzione imposte sui redditi,quelle regionali sulle attività produttive o tributi locali per gli immobili posseduti da imprese e utilizzati in attività imprenditoriali,oltre a garantire un taglio dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

I consulenti,a titolo gratuito, scelti dal Governatore delle Puglie,Michele Emiliano, e dalla Giunta sono i seguenti :
Gianni Liviano consigliere regionale del Pd in qualità di coordinatore(da maggio a ottobre 2015 assessore regionale al Turismo della Puglia),
prof. Antonio Uricchio , Magnifico Rettore Università degli Studi Aldo Moro di Bari,
prof. Aldo Berlinguer , Ordinario diritto comparato presso Università degli Studi di Cagliari e da dicembre 2013 a giugno 2016 assessore regionale esterno della Regione Basilicata,
prof. Giuliano Volpe , Ordinario archeologia cristiana e medievale Università Studi di Foggia,
Francesco Milella , consulente Ocse,Sergio Prete presidente sistema autorità portuale Mar Jonio,
avv. Maurizio D’amico , segretario generale Forum Zes Ginevra,
Luigi Sportelli presidente Camera Commercio Taranto,
Angelosante Abruzzese , direttore dipartimento risorse finanziarie Regione Puglia,
Aldo Patrono , direttore dipartimento Cultura Regione Puglia,
prof. Domenico Laforgia direttore dipartimento Sviluppo economico Regione Puglia.

Ultimamente Taranto è stata oggetto di non poche Leggi e contratti di programma per la bonifica e riqualificazione delle zone inquinate. Il presidente e gli assessori regionali hanno coinvolto la varia cittadinanza nell’elaborazione di idee e progetti utili allo sviluppo del territorio sotto il profilo della regolamentazione urbanistica,ambientale e industriale.

Quindi a fine agosto 2016 viene istituito un Gruppo di lavoro “…ricco e articolato per dar vita al processo di riposizionamento economico e produttivo,sociale e culturale di Taranto e dintorni”.
A coordinare il sodalizio è nominato il consigliere regionale,tarantino, Gianni Liviano e ne fanno parte i direttori dipartimenti della Regione Puglia, rappresentanti dell’Autorità gestione fondi europei Fesr e Feasr,direttori delle agenzie strategiche regionali,consiglieri regionali eletti a Taranto e provincia.

Dunque due qualificati e ,diciamo così, un poco pletorici gruppi che dovrebbero contribuire a migliorare la vita dei cento mila e più tarantini,su cui pende la notizia dei 3000-5000 esuberi programmati dalla cordata Acelor Mittal-Marcegaglia che tramite AM Investco Italy è la nuova proprietaria di Ilva spa.

(A cura di Nino Sangerardi, Bari 21.06.2017)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi