Scuola e Giovani
E’ stato approvato anche un emendamento a firma di Domenico Damascelli che impegna sempre la Giunta regionale

“Buona scuola”: Consiglio regionale approva mozione all’unanimità

La mozione punta a porre in essere un’azione di sostegno e protezione del patrimonio costituito dal corpo docente

Di:

Bari. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la mozione sulla “Buona scuola” presentata da Alfonso Pisicchio, Mauro Vizzino, Gianluca Bozzetti, Luigi Morgante, Francesco Ventola, Mario Pendinelli, Giuseppe Turco, Sabino Zinni, Marco Lacarra, Paolo Pellegrino, Cosimo Borraccino, Napoleone Cera, Grazia Di Bari e Sergio Blasi che impegna la Giunta regionale ad “attivarsi affinché venga instaurato, in sede di Conferenza Permanente Stato – Regioni, un confronto finalizzato a rendere la situazione stabile e duratura per il personale docente che ha prestato servizio pluriennale presso le istituzioni scolastiche insistenti sul territorio della Puglia nonché a porre in essere le premesse per una rimodulazione dell’organico, riadeguando le cattedre di organico di diritto ed i posti di potenziamento in base alle necessità delle scuole pugliesi, permettendo ai docenti residenti in Puglia e provenienti dalle Gae (graduatorie ad esaurimento) provinciali, per effetto della legge 107/2015, di realizzare la possibilità di rientro nei propri ambiti scolastici di residenza”. E’ stato approvato anche un emendamento a firma di Domenico Damascelli che impegna sempre la Giunta regionale ad attivarsi per “consentire ai docenti attualmente inseriti nella Gae provinciali di continuare a svolgere la loro attività lavorativa”.

La mozione punta a porre in essere un’azione di sostegno e protezione del patrimonio costituito dal corpo docente, che rischia di essere disperso nelle regioni centro settentrionali italiane, a discapito della Puglia che si vedrebbe con la riforma la “Buona scuola”, depauperata del suo patrimonio culturale e sociale con ricadute nefaste per tutto il tessuto socio economico regionale.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati