Stato news
"Faremo volare anche 23 palloncini e lanterne cinesi"

Scontro treni: fiaccolata a Bari in ricordo 23 vittime

Daniela sottolinea che obiettivo dell'iniziativa è "non spegnere i riflettori su questa strage"

Di:

(ANSA) – BARI, 21 LUG – Una fiaccolata per ricordare le 23 vittime dell’incidente ferroviario avvenuto lo scorso 12 luglio tra le campagne di Andria e Corato, si terrà martedì 26 luglio a Bari, alle 20.30 in piazza Diaz. A darne notizia è Daniela Castellano, figlia di Enrico, una delle vittime: “Faremo volare anche 23 palloncini e lanterne cinesi” spiega, aggiungendo che sta facendo il possibile per coinvolgere tutti i parenti anche se “molti sono ancora in forte stato di choc”.

Daniela sottolinea che obiettivo dell’iniziativa è “non spegnere i riflettori su questa strage di cui vogliamo scoprire i responsabili”. “Questa strage – afferma ancora – non è stato altro che un attentato alla vita dei nostri cari, voluto da terroristi che in questo caso sono dirigenti corrotti non differenti dall’Isis: ho letto che la Regione Puglia – conclude Daniela – nel 2014 ha dato 20 milioni di euro alla Ferrotranviaria. La Regione non ha controllato come venivano spesi questo soldi e Ferrotranviaria non sappiamo come li abbia usati”. (ANSA).



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    Bari, 23 luglio 2016

    Ai volontari delle organizzazioni di Protezione civile
    e al personale delle strutture operative del sistema nazionale di Protezione Civile

    A pochi giorni dal tragico evento che ha causato la perdita di 23 persone e il ferimento di altre 50, in quello che potremmo definire il più tragico incidente ferroviario che sia accaduto in terra di Puglia, il mio pensiero va a voi e al grande spirito con cui avete sostenuto tutte le azioni di soccorso e sostegno.
    Insieme al presidente della Giunta regionale, Michele Emiliano, e al vice presidente, Antonio Nunziante, abbiamo condiviso la straordinaria e meticolosa struttura operativa che in pochi minuti si è attivata. Ed è unitamente a loro che intendo ringraziarvi pubblicamenteper il lavoro svolto.
    Lavoro, difficile dalle emozioni indescrivibili e incontenibili per il dolore che ha colpito le numerose famiglie, fatto con professionalità e dedizione, silente ed efficace.
    La sinergia tra tutte le organizzazioni, la coesione tra Comune, Provincia, Prefettura, Regione e Stato, è la conferma dell’importanza dell’operosità del sistema regionale di Protezione civile e di quanto sia essenziale e determinante nella crescita professionale e culturale di quanti vi afferiscono.
    Abbiamo avuto modo di apprezzare la serietà, la motivazione e la professionalità dei tanti volontari e di quanto essi prendano sul serio il ruolo, dedicando generosamente tempo ed energie a quanti si trovano in difficoltà, preoccupandosi di farlo nel migliore dei modi.
    Ringrazio i sindaci per le azioni decisive ed immediate; i prefetti per i coordinamenti sovrastanti delle unità di crisi; il presidente della Provincia Bat per il grande supporto operativo; la dirigenza della sezione regionale di Protezione civile per aver dato corpo al principio di sussidiarietà, elemento indispensabile del sistema Italia; il direttore del Dipartimento regionale area Salute per la sua meticolosa e scrupolosa determinazione; i dirigenti delle strutture ospedaliere di Bari e Bat di Urgenza-Emergenza che con la loro presenza hanno diligentemente svolto tutte le peculiari attività sanitarie in area critica; le direzioni generali dell’AslBa, dell’Asl Bt e del Policlinico di Bari, che con i propri collaboratori si sono prodigate instancabilmente nel coordinamento della grande emergenza, attraverso l’adozione dei piani intraospedalieri e di supporto psicologico; i vigili del fuoco, le forze dell’ordine, le forze di polizia e il capo di dipartimento nazionale di Protezione Civile, Fabrizio Curcio, che con la sua autorevole presenza ha infuso sicurezza e determinazione in tutto quello che stavamo compiendo e che rimarrà indelebile in ognuno di noi.
    Il futuro dovrà vederci ulteriormente uniti e preparati, facendoci interpreti e protagonisti della divulgazione della migliore cultura del soccorso, approfondendo quegli aspetti indispensabili di pianificazione e prevenzione che risultano essere alla base delle azioni da porre in essere quando si è chiamati ad agire.
    Ringraziando ancora una volta tutti voi per l’importante opera che avete svolto, vi faccio i miei auguri per tutte le attività delle vostre organizzazioni, fiducioso che la nostra collaborazione possa proseguire sempre più fruttuosa.
    Un sentito pensiero non può non andare alle vittime e alle proprie famiglie, ai feriti e ai loro congiunti, che, ora più di ieri, devono ricevere tutta la nostra attenzione e considerazione.
    Resteranno sempre impresse dentro di me quelle immagini e quei momenti drammatici, dai quali attingerò la forza e la rabbia per combattere instancabilmente affinché tutto ciò non accada mai più. Mai più.

    Con stima,
    Ruggiero Mennea
    presidente del Comitato permanente regionale di Protezione Civile – Regione Puglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati