Editoriali
L’iniziativa salentina di folk musicale è stata selezionata quale “attrattore culturale,naturale e di turismo”, nell’ambito del Programma operativo interregionale Fesr 2007-2013

A proposito della Notte della Taranta

Risultati d'esercizio economici: anno 2011 meno 3.914,00 euro, anno 2012 euro 10.248,00, anno 2013 meno 57.353,00

Di:

Taranto – Seicentomila euro. Cifra elargita dal Ministero dei Beni Culturali, in favore della “Notte della Taranta”, anno 2015. L’iniziativa salentina di folk musicale è stata selezionata quale “attrattore culturale, naturale e di turismo”,nell’ambito del Programma operativo interregionale Fesr 2007-2013. Beneficiario del finanziamento è la Regione Puglia che,insieme a Provincia di Lecce e Unione Comuni Grecìa Salentina e Comune di Melpignano,è socio iniziatore della Fondazione Notte della Taranta. Quest’ultima dal 2013 è presieduta da Massimo Manera(sindaco di Sternatia,ex candidato del Pd a presidente della Provincia di Lecce,anno 2014,non eletto), sostituto del dimissionario Massimo Bray (Pd) diventato Ministro dei Beni Culturali nel Governo di Enrico Letta,vicepresidente é Raffaele Gorgoni,giornalista di Rai Tre Puglia. Ricoprono la carica di consiglieri Sergio Blasi, ex segretario Pd delle Puglie, consigliere Pd in Regione Puglia rieletto il 31 maggio 2015, Ivan Stomeo sindaco Pd di Melpignano, Francesco Pellegrino ex sindaco, area Pd, di Zollino.

C’è il Comitato scientifico pro Taranta.Formato da Sandro Cappelleto, presidente, scrittore e giornalista e autore di trasmissioni per Radio Tre Rai, Patrizia Calefato docente in Lettere lingue arti e culture della Facoltà di Lingue Università di Bari, responsabile cultura del Pd pugliese fino al 2 maggio 2013, Maddalena Tulanti ex redattrice del quotidiano comunista L’Unità, ex vicedirettore del Corriere Mezzogiorno Puglia, Eugenio Imbriani docente Antropologia culturale Università del Salento, Carmelo Pasimeni docente Storia contemporanea e pro Rettore Università del Salento. Ospite del concertone di sabato 22 agosto 2015 la rock star italica Luciano Ligabue, ex consigliere comunale Lista Pds nel Comune di Correggio (Reggio Emilia), l’8 settembre 2007 aderisce al V-Day di Beppe Grillo, nel 2013 dichiara: “Sono deluso dal Pd,non voterò alle primarie”. Navigando dentro il portale internet della Regione, SistemaPuglia, si riscontrano i seguenti risultati d’esercizio economico in capo alla Fondazione Notte della Taranta : anno 2011 meno 3.914,00 euro, anno 2012 euro 10.248,00, anno 2013 meno 57.353,00. Non si evincono dati riguardo i Bilanci consolidati, le spese e presunti emolumenti di aziende o società private.

Un raduno di musica popolare che appare, stante gran parte dei componenti della Fondazione e musicanti, quale manifestazione di propaganda neosovietica. Ulteriore prova? Tovarich Goran Bergovic chiude la serata finale, al cospetto di 80 mila spettatori e vip d’Apulia, suonando e cantando la partigiana “Bella Ciao”. Per quale ragione lo Stato e gli Enti locali devono finanziare l’intrattenimento di piazza agratis o il festival della Pizzica gestiti dalla coalizione Pd-Sel? Compito principale del Governo nazionale e della Regione non dovrebbe essere,soprattutto,fornire servizi essenziali per cui i pugliesi sono chiamati a pagare le molteplici tasse? Scuole,ospedali, strutture fognarie con relativi depuratori(mancano proprio nel Salento tarantolato),trasporti locali più o meno civili,strade asfaltate. E biblioteche,invece del divertirsi da morire che procura la felicità di essere oppressi,l’isolamento in mezzo alla folla scatenata,individui soggiogati dai nuovi oggetti tecnologici di comunicazione che liberano dalla fatica di pensare. Tra l’altro: “Anche per le genti meridionali si tratta di abbandonare lo sterile abbraccio con i cadaveri della loro storia, e di dischiudersi a un destino più alto e moderno di quello che pur fu loro nel passato: un destino che non sia una fantastica città del sole da fondare tra le montagne,ma una civile città terrena unicamente affidata all’ethos dell’opera umana,e cospirante con le altre città terrene di cui è disseminata questa vecchia Europa. Nella misura in cui questo avverrà sarà ricacciato nei suoi confini il regno delle tenebre e delle ombre, e impallidirà il fittizio lume della magia, col quale uomini incerti in una società insicura surrogano, per ragioni pratiche dell’esistenza, l’autentica luce della ragione”( Ernesto De Martino,1959).

(A cura di Nino Sangerardi – ninosangerardi@gmail.com, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non sanno’)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi