Teatro

Di Monopoli e “La legge di fonzi”

Di:

ODiMonopoli

O.DiMonopoli all'Ubik di Foggia con P.Ferrante e M.Trecca (sugarpulp.it)

Foggia – SUD. Puglia. Salento. È la resa dei conti. L’ultimo tassello della trilogia western pugliese, invenzione di uno degli autori più interessanti degli ultimi anni. È La legge di Fonzi (edito a giugno scorso da Isbn), dello scrittore Omar Di Monopoli. Mercoledì 22 settembre, ore 19.00, l’autore di Manduria presenta nella sala eventi della libreria Ubik l’ultimo atto di questa saga, cominciata nel 2007 con l’ottimo Uomini e cani (Isbn, premio Kihlgren) e proseguita con Ferro e fuoco (sempre Isbn), ambientato sul Gargano. L’incontro è il VI del ciclo Ubik live, 10 e lode, concorso rivolto ai lettori con in palio un buono libri da cento euro. Ospiti della serata, Mimmo Di Gioia e il giornalista Piero Ferrante, entrambi membri dell’associazione Libera – nomi e numeri contro le mafie. Conduce, Michele Trecca.

Nostalgia della Sacra Corona Unita. Altro che pizzica. Questo Salento firmato, anzi “filmato”, Omar Di Monopoli, non ha nulla a che vedere con le cartoline estive. L’autore mette a segno il più convincente e appassionante tassello della sua trilogia, meritevole d’aver inventato un genere nuovo, il western pugliese, e una lingua nuova. Un modo di raccontare la violenza e il Sud del tutto originale, agli antipodi, com’è stato scritto, dal Sud “perbene” di Carofiglio e altri narratori più indulgenti. Di Monopoli racconta la storia di Pentecoste detto Manicomio che ritorna a Monte Svevo per riprendersi tutto, dopo la parentesi dietro le sbarre. E di suo fratello minore, Giovanni, o Fonzi appunto, com’è soprannominato, che vive come un eremita ma che eremita proprio non è. Scorrono poi altri personaggi, altre vicende intersecate e bagnate di violenza, altri nomi: quelli dei due ladri d’auto Pisso e Giordano, dello sfasciacarrozze Skùppetta, del sindaco Santilli. Sullo sfondo, un Salento cinematografico, “alla Sergio Leone”, come ha scritto qualcuno. Schioppettate, avvincente. Iperbolico. Ma mai così crudo.

L’AUTORE – Omar Di Monopoli. Nato nel 1971, il suo libro d’esordio, intitolato Uomini e cani (Isbn, 2007) vincitore del Kihlgren di Milano nel 2008, ha inaugurato un nuovo genere letterario: il western pugliese. Sulla stessa linea e per la stessa casa, ha pubblicato Ferro e Fuoco (2008) e La legge di Fonzi (2010). Ha collaborato come sceneggiatore con il regista Edoardo Winspeare. Lavora da anni nel mondo dell’editoria.


Redazione Stato

Di Monopoli e “La legge di fonzi” ultima modifica: 2010-09-21T01:39:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi