Cronaca

Decaro: “Dal PD Puglia 50mila volte no al Porcellum”

Di:

Il consigliere regionale Pd Antonio DeCaro (cassanolive)

Il consigliere regionale Pd Antonio DeCaro (fonte image: cassanolive)

Bari – “CINQUANTAMILA volte no all’attuale legge elettorale porcata: è questa la risposta dei cittadini pugliesi che, solo sui banchetti pro referendum del Pd, hanno depositato più di 50mila firme in tutta la regione, 20mila nella sola provincia di Bari: un traguardo importante che è stato possibile raggiungere anche grazie all’impegno di tutti gli attivisti democratici e con la preziosa collaborazione del mondo dell’associazionismo”. Lo sottolinea il capogruppo del Partito democratico alla Regione Puglia, Antonio Decaro, secondo il quale ormai siamo sulla “strada giusta per mangiare questo porcellum in un sol boccone e sacrificarlo, una volta per tutte, sull’altare del referendum”.

“La Puglia – spiega Decaro – ha ultimato la raccolta delle firme che ha visto impegnati anche tutti i consiglieri del Pd nel chiedere ai cittadini l’ultimo sforzo perché anche dalla nostra regione arrivasse, forte e chiaro, il messaggio che gli elettori vogliono tornare a decidere chi sono i propri rappresentanti in Parlamento: l’Assemblea legislativa dovrà tornare a essere realmente l’espressione della volontà popolare”. “A tutti i cittadini pugliesi – conclude Decaro – va quindi il ringraziamento di tutto il Gruppo consiliare del Partito democratico, con l’augurio che il porcellum possa restare solo un lontano, brutto, ricordo”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi