Cronaca

Rischio idrogeologico, Amati “indignato”. Per i comuni foggiani 12,4 mln – Gli interventi

Di:

L'assessore regionale Fabiano Amati (archivio)

Bari – “E’ giunta l’ora che si generi un sentimento di indignazione popolare rispetto alla mancata elezione della mitigazione del rischio idrogeologico a priorità delle priorità”. Così l’assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile, Fabiano Amati, ha concluso questa mattina il suo intervento di presentazione della sottoscrizione di disciplinari regolanti i rapporti tra Regione Puglia e 14 comuni della Provincia di Foggia, beneficiari del complessivo finanziamento di € 12.429.443,00 per interventi di difesa del suolo.

“Quello della tutela del suolo – ha detto Amati – e’ purtroppo un argomento “Cenerentola” nella percezione generale della classe politica, mentre rappresenta una priorità nella testa dei sindaci e ancora di più in quella dei cittadini, sempre interessati da fenomeni alluvionali e da frane che mettono in pericolo la vita umana. “L’ennesima conferma di questa disattenzione consiste nel rischio che il governo possa decidere di sottrarre quasi un miliardo di euro in favore di opere di mitigazione, già oggetto di un Accordo di Programma con la Regione Puglia che prevede 210 milioni di euro per 93 interventi in 63 diversi comuni della Puglia.
“Parliamo di un argomento che attiene alla tutela della vita umana e mi permetto di osservare, come già ho avuto modo di dire con un’espressione forte ma suppongo significativa, che questo governo sta cercando di risolvere i problemi economici facendosi mandante morale di omicidio.

“Noi pensiamo spesso di essere meri spettatori di fronte a fenomeni come frane, dissesti, allagamenti, in realtà non dovremmo dimenticare che il sinistro viandante della disgrazia si aggira nel giardino di ogni casa. “Ringrazio tutti i sindaci dei comuni del subappennino Dauno e rivolgo un pensiero estremamente esemplificativo ai bambini di scuola materna di un comune che sono costretti ad alzarsi ogni mattina all’alba e andare a scuola in provincia di Benevento, a causa del dissesto. Di fronte a questo, mi chiedo se questo non e’ un argomento di cui la politica dovrebbe occuparsi e se rappresenta o meno una priorità.”


GLI INTERVENTI PREVISTI, COMUNE PER COMUNE IN CAPITANATA.
Gli interventi previsti per i comuni in Capitanata

Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi