ManfredoniaMonte S. Angelo
"Le Politiche Sociali sono state il fiore all’occhiello dell’Amministrazione di Iasio"

Felice Scirpoli “Quando la volpe non arriva all’uva…”

"I montanari, però, sono ancora in attesa dell'ambulanza medicalizzata che solo la Regione Puglia può dare"


Di:

Monte Sant’Angelo. ”Abbiamo saputo che qualcuno degli attuali amministratori, sembra forse il più alto in grado, non sapendosi giustificare sulla totale assenza di scelte politico-amministrative, ha detto tali castronerie alle quali forse neppure lui credeva. Una cosa è certa: evidentemente, fino a poco tempo fa non si è interessato della città, della cosa pubblica, e, quindi, non sapeva cosa succedeva in città. Allora, per rischiarare le idee di chi ha detto tali inezie, lo invitiamo a leggere quanto di seguito riportato.

POLITICHE SOCIALI
Le Politiche Sociali sono state il fiore all’occhiello dell’Amministrazione di Iasio, fatto riconosciuto da più parti e anche da avversari politici. Nonostante il Comune di Monte Sant’Angelo faccia parte dell’Ambito Sociale Manfredonia-Monte Sant’Angelo-Mattinata-Zapponeta, molti servizi sono stati attivati direttamente dal Comune, e questo grazie alla oculatezza nell’uso delle risorse finanziarie.
Contrariamente a ciò che va sbandierando oggi qualcuno dell’amministrazione attuale, che dimentica che sono lì da 100 giorni e nulla si muove, va detto che, NEL PIANO SOCIALE DI ZONA, L’AMMINISTRAZIONE DI IASIO HA SEMPRE AVUTO UN RUOLO DI PRIMO PIANO, e questo grazie all’ottimo rapporto istituzionale e personale tra l’ex Vice Sindaco Felice Scirpoli e l’ex assessore del Comune di Manfredonia Paolo Cascavilla che, per normativa regionale, era anche Presidente del Coordinamento degli Assessori ai Servizi Sociali dell’Ambito Manfredonia-Mattinata-Monte Sant’Angelo-Zapponeta.

Di seguito un elenco completo dei servizi attivi fino al 17 luglio 2015, perché fino a quella data risponde l’Amministrazione di Iasio. Precisiamo che tutti quei servizi sono stati confermati anche dai Commissari prefettizi, anzi abbiamo notato che l’attuale Amministrazione sta facendo la stessa cosa. Infatti, con delibera n. 23 del giorno 11/09/2017, ha confermato la collaborazione con ANFFAS per il trasporto scolastico degli alunni diversabili.

PROBLEMATICHE MINORILI, INTEGRAZIONE ECC.
a) ADE – Assistenza Domiciliare Educativa. I bambini/ragazzi, segnalati ai Servizi Sociali Comunali dalle scuole, sono assistiti da Educatori che, oltre che a coadiuvarli nelle attività di studio pomeridiano, li educano alle regole del vivere civile, al rispetto delle regole, alla socializzazione ecc.
b) Contrasto alle dipendenze (Progetto Un posto nel mondo). Il progetto vede impegnati, in attività socialmente utili, alcuni ragazzi con problemi sociali o che abbiano avuto già problemi con la giustizia. Vengono anche svolti corsi di formazione, nelle scuole della città, rivolti agli alunni e ai genitori, dalla Scuola Primaria fino alle Superiori.
c) Integrazione scolastica per i disabili. In supporto alle attività educative di Sostegno, il progetto prevede l’utilizzo di Educatori ed O.S.S. che coadiuvano il personale scolastico nell’assistenza a ragazzi con disabilità.
d) Integrazione ex detenuti. Il progetto vede impegnati, in attività socialmente utili, soggetti che abbiano avuto problemi con la giustizia.
e) SAD/ADI – Servizio Assistenza Domiciliare/Assistenza Domiciliare Integrata. Il servizio prevede l’assistenza domiciliare a favore di soggetti con disabilità, di qualsiasi età, o a favore di soggetti anziani.
f) Servizio trasporto disabili, in collaborazione con l’Associazione ANFFAS-Onlus. Il servizio prevede che, quotidianamente, durante il periodo scolastico, l’ANFFAS, con un proprio mezzo, prelevi gli alunni con difficoltà fisiche e li accompagni nelle rispettive scuole. In aggiunto a ciò, per circa due ore al giorno, tutti i giorni, i volontari coadiuvano la scuola per l’assistenza e la gestione di ogni alunno.
g) Servizio “Taxi Sociale”. In collaborazione con l’associazione di volontariato UGR27, il Comune favorisce la mobilità di soggetti con svantaggio sociale o con handicap fisico, nonché di soggetti anziani, che resterebbero relegati in casa, senza neanche poter raggiungere un negozio per la spesa o le Poste per il ritiro della pensione.
h) Centro estivo per bambini. Per i minori le cui famiglie non hanno un reddito soddisfacente per portarli al mare, il Comune organizza, con proprio personale e mezzi, un Centro estivo totalmente gratuito. Il tutto attraverso la procedura di un bando pubblico con requisiti rigidi.
i) Servizio di Educatori/Puericultori nelle Scuole dell’Infanzia e del primo ciclo di istruzione della città. Diverse figure professionali hanno prestato la loro opera a favore degli alunni con difficoltà, anche sociale, e a sostegno del lavoro dei docenti. Tale intervento, oltre che a favorire l’integrazione, è un progetto teso all’inserimento lavorativo di giovani diplomati e laureati della città. Il tutto attraverso la procedura di un bando pubblico con requisiti rigidi.
j) Forum dei ragazzi. Istituita una Consulta dei più piccoli, al fine di favorire la partecipazione degli alunni della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di primo grado alla costrizione di una città a misura di bambino.
k) Consulta Politiche Sociali. Valido strumento di partecipazione alla vita dell’Amministrazione Comunale, perché le varie sinergie abbiano ad incrociarsi senza sovrapporsi, garantendo, così, una ottimizzazione delle attività realizzate dagli stessi nella massima collaborazione. I numerosi gruppi presenti, operanti nel settore delle varie attività in favore della persona, della famiglia e della comunità cittadina, hanno accolto con interesse la costituzione di una Consulta delle Politiche Sociali.
l) Progetto “Piedibus”. Promosso dal Comune di Monte Sant’Angelo, nell’ambito del Piano Sociale di Zona, il progetto mira a sostenere la “mobilità lenta”, a stimolare una corretta educazione alla mobilità dei bambini. Coinvolge genitori, scuole e le associazioni Ugr27 e Legambiente.

RESPONSABILITÀ FAMILIARI E MINORI
 Piano dei Tempi e degli Spazi;
 Patti Sociali di Genere.
Hanno la funzione di diffondere una nuova consapevolezza dei tempi sociali e della vivibilità della città, migliorare la fruibilità degli spazi urbani, attuare politiche di conciliazione vita e lavoro.

INTERVENTI A FAVORE DELLA TERZA ETÀ
 Progetto “Nonni Vigili”. Grazie a tale progetto, i bambini frequentanti le Scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado della città trovano “i nonni” ad assisterli all’entrata e all’uscita da scuola. Il progetto ha anche la finalità di garantire a soggetti non più giovani una “utilità” sociale continua. Il tutto attraverso la procedura di un bando pubblico con requisiti rigidi.

INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE/GIOVANI ECC.
 “Famiglie numerose”. Il progetto prevede il rimborso spese per l’acquisto di materiale scolastico ecc. per le famiglie con almeno quattro minori a carico.
 Regolarizzazione occupazione case popolari. Uno dei pochissimi Comuni della provincia, se non della regione, ad aver dato seguito a quanto stabilito dalla Legge Regionale n. 10 del 07.04.2014 e alla L.R. n. 50 del 05.12.2014. Pubblicato un bando grazie al quale è stato possibile presentare istanza di regolarizzazione del rapporto locativo con ARCA Capitanata (ex IACP).
 Servizio di erogazione del latte adattato ai primi mesi di vita per i neonati appartenenti a nuclei familiari a basso reddito e con impossibilità all’allattamento naturale. Alle famiglie con difficoltà economiche e nelle quali le puerpere non possono allattare i piccoli viene concesso gratuitamente latte in polvere.
 Contributi economici, erogati dalla Regione Puglia, a favore di alunni pendolari. Il tutto attraverso la procedura di un bando pubblico.
 Contributi economici, erogati dalla Regione Puglia, per l’acquisto di libri scolastici. Il tutto attraverso la procedura di un bando pubblico.
 Contributi economici, erogati dalla Regione Puglia, a favore di famiglie che pagano l’affitto. Il tutto attraverso la procedura di un bando pubblico.
 Contributi economici erogati dal Comune per il pagamento di bollette delle utenze. Il tutto attraverso la procedura di un bando pubblico con requisiti rigidi.
 Buoni spesa. Poiché è chiara la difficoltà delle famiglie a garantirsi anche il semplice sostentamento quotidiano, sono stati concessi buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari di prima necessità, buoni da spendere in una attività commerciale individuata dagli Uffici comunali a seguito di invito a presentare la migliore offerta. Il tutto attraverso la procedura di un bando pubblico con requisiti rigidi.
 Buoni mensa a favore di famiglie con basso reddito i cui figli frequentano le Scuole dell’Infanzia e Primaria della nostra città. Il tutto attraverso la procedura di un bando pubblico con requisiti rigidi.
 Progetto inserimento lavorativo. Un progetto che ha ottenuto il gradimento di tutte le fasce della popolazione, perché ha interessato tutti, dai disoccupati non scolarizzati ai diplomati ai laureati. I destinatari non chiedevano un semplice sostentamento economico, ma il riconoscimento della cittadinanza attiva. L’individuazione dei beneficiari è sempre avvenuta con la procedura del bando pubblico con requisiti rigidi. Diverse le tipologie di Progetto:
• Servizio Civico “Mi sento utile”. A seguito di prestazione di ore lavorative, viene concesso un contributo orario netto di € 7,50 a disoccupati anche non scolarizzati, con pagamento in voucher. I beneficiari sono stati impegnati in lavori socialmente utili.
• Servizio Civico “Ci siamo anche noi” a favore di giovani diplomati e laureati della città. A seguito di prestazione di ore lavorative, viene concesso un contributo orario netto di € 7,50, con pagamento in voucher. I beneficiari sono stati impegnati in attività di supporto al Comune e nelle Scuole cittadine.
• Servizio Civico “Welcome to Monte Sant’Angelo” a favore di giovani laureati della città per animare il PIT (Punto Informazione Turistica) posto nei pressi del Castello cittadino. A seguito di prestazione di ore lavorative, viene concesso un contributo orario netto di € 7,50, con pagamento in voucher.

AREA DELLA NON AUTOSUFFICIENZA/ANZIANI, DISAGIO MENTALE
• Assegno di cura e AIP. Liquidati i fondi previsti per l’assegno di cura, mentre sono in fase istruttoria quelli per l’Assistenza indiretta personalizzata (AIP). Seppur dal nome diverso, i due interventi prevedono un sostegno economico a favore di quelle famiglie che assistano o abbiano assistito, giornalmente, senza interruzione, parenti con gravi patologie.
• Affido adulti con disagio mentale. È finalizzato ad assicurare a persone con disabilità mentale e prive di assistenza il sostegno alla vita quotidiana in un contesto relazionale di tipo familiare. L’intervento consiste nell’integrazione di una persona in difficoltà presso una famiglia che viene regolarmente e professionalmente assistita dagli operatori di un’équipe preposta e in cambio dell’ospitalità offerta la stessa riceve un sussidio mensile.
• Servizio trasporto dializzati. In collaborazione con l’Associazione di Volontariato “San Michele Arcangelo”, attraverso l’utilizzo di un’auto preposta, i soggetti dializzati raggiungono agevolmente la postazione di Day Service Diabetologico ubicato nella struttura dell’ex Ospedale di Monte Sant’Angelo.
• Inserimento lavorativo per persone con problemi psichiatrici. In collaborazione con l’associazione “Genoveffa de Troia”, con tale progetto si è data la possibilità a 4 utenti di uscire dal circuito psichiatrico. Si tratta di una borsa lavoro che favorisce il reinserimento attraverso attività specifiche da svolgere negli ambienti di lavoro.
• Sussidi per alunni H. Concessi, a tutte le scuole di competenza comunale, sussidi non solo didattici ma anche logistici al fine di favorire l’integrazione degli alunni diversamente abili.
Poiché sono state tutte procedure con bando pubblico, nessuna di queste ha mai avuto una contestazione anche in sede di relazione prefettizia o ministeriale.

STRUTTURE PER L’AGGREGAZIONE E LA CONVIVENZA CIVILE
• Centro di Aggregazione Giovanile – Sarà istituito nei locali, di proprietà comunale, siti presso l’ex Caserma dei Carabinieri, via C. di Durazzo. I giovani avranno un loro spazio da gestire e in cui confrontarsi e formarsi. Per tale Centro l’Amministrazione ha avuto un contributo regionale, attraverso il GAL, di circa € 170.000,00, al quale ha aggiunto anche somme del proprio Bilancio Comunale. Pubblicati regolari Bandi per i lavori e per la fornitura degli arredi e di tutte le strumentazioni.
• Forum dei ragazzi – È una Consulta dei più piccoli, che favorisce la partecipazione degli alunni della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di primo grado alla costruzione di una città a misura di bambino.
• Consulta Politiche Sociali – Valido strumento di partecipazione alla vita dell’Amministrazione Comunale, affinché le varie sinergie abbiano ad incrociarsi senza sovrapporsi, garantendo, così, una ottimizzazione delle attività realizzate dagli stessi nella massima collaborazione. I numerosi gruppi presenti, operanti nel settore delle varie attività sociali in favore della persona, della famiglia e della comunità cittadina, hanno accolto con favore la costituzione di una Consulta delle Politiche Sociali.
• “Terza età sempre più giovane” – Centro Sociale “San Michele Arcangelo”. Sono tante le iniziative che il Comune, in collaborazione con il Centro Sociale per Anziani “San Michele Arcangelo”, attua annualmente. Una struttura fortemente voluta dal Comune e condotta autonomamente dagli anziani della città.

STRUTTURE PER L’ASSISTENZA E LA CURA
• Casa di riposo per anziani “San Michele Arcangelo”. La sua gestione affidata a personale religioso, le Suore Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù, attraverso una convenzione che il Comune sottoscrive in quanto proprietario dei locali.
• RSA (Residenza Sanitaria Assistita). Unica RSA pubblica in Puglia, ha una disponibilità di n. 40 posti letto, compreso un modulo per malati di Alzheimer.
• RSSA “Villa Santa Maria di Pulsano”. Regolarmente autorizzata dalla Regione Puglia, ha in essere 41 posti letto.
• Servizio Diurno di Salute Mentale dell’Associazione “Genoveffa de Troia”. Riveste una particolare importanza per definire interventi e strategie per i soggetti psichiatrici. Ci sono 2 gruppi appartamento e 1 casa per la vita.
• Comunità Residenziale “GHEEL”. Riveste una particolare importanza per l’assistenza, la cura e la domiciliazione dei soggetti psichiatrici.

ASSISTENZA SANITARIA
L’impegno profuso dalla disciolta Amministrazione sul versante dei servizi sanitari è stato giornaliero anche al fine di evitare la dismissione dei pochi servizi rimasti dopo la chiusura dell’Ospedale. A Monte Sant’Angelo, alla data del 17 luglio 2015, erano operativi i seguenti servizi:
• Servizio E.U.;
• Punto di Primo Intervento con due posti letto per l’osservazione breve;
• RSA con modulo Alzheimer;
• Hospice per la cura ai malati terminali di patologie tumorali;
• Assistenza Domiciliare Integrata;
• Day Service Diabetologico e ipertensivo;
• Servizio Dialisi (U.A.L.);
• Servizio Laboratorio Analisi Cliniche;
• Servizio Radiologia;
• Ambulatori specialistici del Distretto socio-sanitario.

I montanari, però, sono ancora in attesa dell’ambulanza medicalizzata che solo la Regione Puglia può dare.

Per non parlare, poi, della grande collaborazione avuta e data con le Associazioni di Monte Sant’Angelo, con tutte, nessuna esclusa e con quanti si occupano di sociale (Parrocchie, Scuole ecc.).

NOI ABBIAMO FATTO QUESTO; ATTENDIAMO VOSTRE DECISIONI, MA CHE NON SIANO COPIATURE DELLE NOSTRE.

(A cura di Felice Scirpoli, Monte Sant’Angelo 21.09.2017)

Felice Scirpoli “Quando la volpe non arriva all’uva…” ultima modifica: 2017-09-21T10:07:42+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
24

Commenti


  • Gina

    Quindi il sindaco d’Arienzo dice che nei due anni che sono stati i Commissari cioè dal 2015 al 2017 non è stato fatto niente? Ma d’Arienzo poi sa che a capo del settore servizi sociali nei due anni prima del suo insediamento ci stava il Rag. Rignanese zio del vicesindaco attuale il Sig. Fusilli.

    Io spero che qualcuno informi Cantadori su quello che ha detto il sindaco.

    Sindaco pensa al Flop della Manfredonia Vetro hai fatto un post poco fa che dicevo che stasera si festeggiava mentre giungono notizie che l’asta è andata deserta e non potete dare la colpa a nessuno al governo comanda il PD, alla provincia comanda il PD, alla regione comanda il PD. Purtroppo infatti la Sangalli vetro non l’avere fatta riaprire. Ormai purtroppo non apre più avere SOKO preso in giro.

    Sindaco pensa a come stare distruggendo con quei pali le strade di Monte.
    SINDACO VOGLIAMO UNA RISPOSTA SUL CONCORSO A MATTINATA


  • MATTEO NOTARANGELO

    Confermo quanto scritto dal dott. Felice Scirpoli.
    Da parte sua, abbiamo sempre riscontrato la massima disponibilità all’ascolto ed alla collaborazione nel cercare di risolvere le tante problematiche sociali di questa nostra città.
    Con lui abbiamo avviato un innovativo percorso di riabilitazione psichiatrica e organizzati diversi convegni nazionali, riguardanti le varie marginalità sociali. E’ da ricordare la prima edizione del movimento nazionale ” Le parole ritrovate”.
    Uno dei tanti progetti, inoltre, è stato, come da lui scritto, “L’inserimento lavorativo per persone con problemi psichiatrici”. Questo progetto è stato svolto In collaborazione con l’associazione “Genoveffa de Troia” e ha dato la possibilità di lavoro e di uscire dal circuito psichiatrico a 4 utenti. Si è trattato di una borsa lavoro che ha permesso a diverse persone con fragilità psichiche di ritornare a dare il proprio contributo professionale alla comunità.
    Questa iniziativa, fino ad oggi, è unica a livello mondiale.
    Da ricordare, ancora, il suo interesse amministrativo nel permettere la messa in scena di diverse rappresentazioni teatrali, svolte da utenti psichiatrici, volontari, familiari e operatori.


  • antonio

    “Una cosa è certa: evidentemente, fino a poco tempo fa non si è interessato della città, della cosa pubblica, e, quindi, non sapeva cosa succedeva in città”.

    Questa proposizione non la condivido, Felice Scirpoli! Tu praticamente dici che D’Arienzo “FINO A POCO TEMPO FA non si interessava dei problemi di Monte. Ora la domanda che faccio a te e ai lettori è la seguente. “Voi tutti avete visto che D’Arienzo ORA si sta interessando dei problemi di Monte e dei Montanari?”. Io ho potuto rilevare, in questi fatidici cento giorni, che all’unica cosa a cui si è interessato è stata il suo salario. Che se lo è aumentato in modo esponenziale senza alcuna vergogna! Passando da 700 EURO del sindaco Di Iasio, a 1800 euro netti che percepirà lui (lordi sono 3000 euro, tutti sulle spalle di noi contribuenti montanari). A questo e al concorso a Mattinata si è interessato il sindaco più scadente della storia di Monte! E DI FRONTE A TUTTO CIO’, GIOVANNI VERGURA TACE!!!


  • matteo

    Ma il sindaco sa che ha monte ci sono tanti disoccupati che non possono mangiare? Il sindaco sa che ha monte i disoccupati aspettano delle risposte da lui? Invece di attaccare un ex assessore che ha sempre lavorato tanto per gli altri è mai per se stesso, pensasse ha fare qualcosa per i montanari disoccupati. Ha soltanto pensato per se stesso aumentantosi il stipendio fino ha duemila euro.


  • NICOLA

    FELICE E’ SOLO INVIDIA. SANNO PERFETTAMENTE CHE LORO TUTTI INSIEME NON RIUSCIREBBERO NEPPURE AD ARRIVARE ALLA META’ DELLE TUE CAPACITA’ POLITICHE.
    FIN’ORA LORO IN CITTA’ HANNO SOLO PARLATO DI CONCORSI A MATTINATA DEL SINDACO E STIPENDI CRESCIUTI. QUESTE LORO AZIONI SI COMMENTANO DA SOLE! INVIDIA E PERFIDIA!


  • Democratico

    Onore al merito a Felice Scirpoli.
    Un politico che è una rarità sempre disponibile con tutti a prescindere dall’appartenenza politica, un assessore che si è impegnato tanto con ottimi risultati.

    Di certo il Sindaco Pierpaolo ha preso una cantonata ad attaccare il miglior assessore ai servizi sociali che Monte abbia mai avuto.
    Ci sono stati assessorati inetti nella vecchia giunta, ma non di certo era quello guidato da Scirpoli.
    Con lui Monte ha visto l’innovazione nei servizi sociali. Complimenti davvero a Felice.

    Lo dice uno che non lo ha mai votato, anzi sono uno storico del PD.
    Ciò dimostra che il nostro Sindaco non ha ancora ingranato la marcia (penso ormai non lo farà mai) e prima di fare certi attacchi dovrebbe meditare e chiedere a tutti nel partito se certe dichiarazioni sono opportune, io gli avrei detto di no.

    Purtroppo ciò conferma la mia teoria: il PD avrebbe dovuto esprimere un altro candidato Indaco, D’Arienzo non è all’altezza del compito.

    Piuttosto richiamasse i suoi assessori, compresa quella dei servizi sociali che niente sta facendo. E richiamasse anche l’assessore sceriffo che sta mettendo in ridicolo monte con quei dissuasori.
    Il PD a causa sua sta facendo una magra figura. Il PD però è composto in gran parte di gente competente anche se il D’Arienzo non li ha voluti nella sua squadra.


  • girolamo

    sanno solo dire sciocchezze. ci stanno abituando a sentire sciocchezze una dietro l’altra. sono tanto sciocchi politicamente quanto ingenui. se volevate attaccare qualcuno della vecchia amministrazione, per scaricare sugli altri le vostre inettitudini politiche, fatelo su qualcun altro, e non su quello che si è sempre distinto positivamente sia a livello politico che umano! avete fatto una ennesima figura di m…a!!!

  • Le solite bugie dell’ex assessore sciolto insieme a tutta la sua giunta per condizionamento. Una spicca su tutte: la casa di riposo per anziani, non c’era nessuna convenzione con il comune …. Anche per il resto …

  • Sirpoli, ma ci sei o ci fai? Tu non hai mai fatto niente per. Monte, nessuno ti rimpiange stai sereno.

  • Come sarebbe bello se questi ex amministratori sciolti la smettessero di gettare fango con le loro rabbiose bugie. I montanari ne sarebbero grati.

  • Il peggiore assessore di sempre. E ancora parla dopo lo scioglimento. Senza vergogna.


  • Paolo Cascavilla

    Non ho letto quello che ha detto il Sindaco d’Arienzo, al quale comunque auguro buon lavoro; desidero confermare quanto detto da Felice Scirpoli sulla collaborazione del Comune di Monte nel Piano sociale di zona. Collaborazione, ma anche “spina nel fianco”, nel senso di spinta a fare meglio e a curare gli “interessi”, o più opportunamente le specificità del Comune di Monte S. Angelo. Voglio sottolineare due aspetti.L’ambito ha preparato trenta-quaranta bandi pubblici, per decine di milioni di Euro. Tutti i servizi indicati da Scirpoli andavano tutti in bando. Avevamo un metodo di lavoro efficiente e veloce. Si preparava lo schema del bando (approvato dal Coordinamento), si apriva la concertazione (Sindacato, terzo settore, Asl…), si raccoglievano le proposte, le modifiche e poi si elaborava il bando definitivo, che veniva approvato dalla Giunta del Comune capofila (come da Convenzione). Tempi anche veloci per le commissioni e l’attuazione dei servizi. Mai nessun ricorso. Tutti sapevano di questo metodo di lavoro che riusciva a coniugare efficienza e trasparenza.
    La seconda questione. L’ho già riferita in altra occasione. La RSSA S. Maria di Pulsano aveva chiesto un incontro con me per verificare se era possibile accelerare i tempi di valutazione delle domande di ingresso nella struttura. Ebbene Felice Scirpoli mi fece sapere che sia lui che il sindaco Antonio Di Iasio chiedevano per la struttura lo stesso trattamento delle altre. Non c’era bisogno che me lo dicessero, ma mi ha fatto piacere che me l’abbiano detto. L’incontro poi si è svolto in modo sereno. Era presente anche un dirigente provinciale dell’Asl. Credo che per Monte S. Angelo sia necessario partire da quel Piano e vigilare attentamente sull’attuazione.
    Un caro saluto a tutti. Paolo Cascavilla.


  • d.N.

    Felice, per caso a Monte avete un sindaco?
    Quando lo vedi me lo saluti da parte mia?
    Con affetto e stima ti saluto carissimo Felice.


  • BERNARDINO

    MONTE HA PERSO TANTO DA QUANDO FELICE SCIRPOLI NON E’ PIU’ ASSESSORE. GLI ATTUULI ASSESSORI E IL SINDACO IN PRIMIS NON SONO NEPPURE L’OMBRA PIU’ SFOCATA DI SCIRPOLI. QUESTA E’ LA VERITA’. LO HANNO DIMOSTRATO I FATTI PASSATI, E LO STANNO DIMOSTRANDO I FATTI ATTUALI, RAPPRESENTATI DALL’INERZIA E DALL’INCONSISTENZA DELLA GIUNTA D’ARIENZO.


  • Nonno Fantasma

    MA COSA VI ASPETTATE DI BUONO DA QUESTA AMMINISTRAZIONE ???? !!!!
    NON L’AVETE ANCORA CAPITO CHE E’ UNA S.P.A. (societa’ per azione) E COME TALE CURA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE GLI INTERESSI DEI PROPRI ASSOCIATI.
    COMUNQUE SONO CONVINTO CHE LE AZIONI DI MAGGIORANZA NON STANNO DALLE PARTI DEL SINDACO CHE FA SOLO LA PARTE DEL ” RE TRAVICELLO”


  • giuseppina n.

    Felice noi è la mia famiglia ti siamo grato per quello che ai fatto per noi. tu sai chi sono, quanto ho avuto bisogno è sono venuto hal comune tante volte tu mi hai sempre ricevuto è quanto potevi mi aiutavi ha me è alla mia famiglia che come sai orami non viene piu’ aiutata da nessuno. grazie è scusami se non scrivo bene in italiano, io non o’ studiato è tu lo sai i motivi della mia famiglia.


  • DONATA

    FELICE SCIRPOLI NON C’ERA BISOGNO DI ELENCARE TUTTE LE COSE CHE HAI FATTO. NOI LO SAPPIAMO, VISTO CHE NEGLI ANNI IN CUI ERI ALL’ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI, MONTE SANT’ANGELO ERA CONSIDERATA UNA ECCELLENZA.


  • Leonardo L.

    Hai fatto bene a ricordare a qualche incapace quello che hai fatto da assessore. Inoltre quello che hai scritto, Felice, è stato pure confermato da Matteo Notarangelo e da Cascavilla, ex assessore del comune di Manfredonia alle politiche sociali, che sicuramente non sono del tuo stesso orientamento politico. Anzi.


  • Ale

    ah ah ah ma che ridere vedere i commenti a favore di questo ex assessore sciolto.. tutti come è ovvio scritti da una sola persona.. Indovinate chi? ma lei li sente i commenti dei montanari? Le assicuro che nessuno ma proprio nessuno ha rimpianti qui in città!


  • matteo

    grande Felice Scirpoli. quando ceri tu ha’l comune cerano tanti progetti come hai scritto mentre ora penzano solo ha fare selfi è niente è basta.


  • Alessandro

    Stiamo parlando di un ex amministratore facente parte di una giunta sciolta dal governo per condizionamento della criminalità organizzata, con conferma del tar. Detto tutto.


  • obbiettivo

    Alessandro o iscritto PD o iscritto cambiamonte a essere sciolto è stato tutto il Consiglio Comunale dove cerano anche quelli del PD che ora stanno in giunta, leggiti il decreto che parla di consiglio sciolto non solo della giunta. siete tutti uguali


  • m.

    ma il pd sa che anche loro sono stati sciolti? forse non hanno capito che tutto il pd e’ stato sciolto e’ non solo la giunta di iasio. pensate ha lavorare se siete capaci è fate qualcosa per i disoccupati sempre se siete capaci. ma ormai abbiamo capito che non siete capaci di fare niente solo di fare concorsi ah mattinata è aumentare il stipendio al sindaco.

  • È un amministratore sciolto ha fatto tanto danno a Monte anche come immagine. Certa gente dovrebbe avere il pudore di ritirarsi e chiedere scusa alla cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This