Capitanata
Il Mediterranea Apulia Festival ha animato le piazze e riempito gli auditorium

Festa e pienone per il “Festival della salute”

L’evento sulla cultura del buon cibo ha coinvolto studenti, ricercatori e associazioni


Di:

Alberona. A Lucera e Alberona, ha avuto uno straordinario successo la quinta edizione del Festival della Dieta Mediterranea, quest’anno ribattezzata Mediterranea Apulia Festival. Il Rotary Club di Lucera e il Club Unesco Alberona, le associazioni organizzatrici, sono riusciti a portare entusiasmo e grande partecipazione nel centro svevo e nel paese dei Monti Dauni premiato dalla Bandiera Arancione e riconosciuto tra “I Borghi più belli d’Italia”. Relatori scientifici da tutta Italia, sindaci del territorio, studenti, gruppi di boyscout, artigiani e produttori, nelle giornate di sabato 16 settembre a Lucera e domenica 17 ad Alberona, si sono confrontati sulla cultura e le evidenze scientifiche della dieta mediterranea. Piacevole sorpresa, ad Alberona dove, oltre alla presenza già annunciata dell’europarlamentare Elena Gentile, è arrivato anche l’attore teatrale e cinematografico Giacomo Rizzo, ormai un affezionato del Festival. Soddisfatto il sindaco del Comune di Alberona, Leonardo De Matthaeis: “Siamo contenti di aver assicurato ancora una volta la nostra collaborazione a un evento pieno di contenuti e di futuro”, ha spiegato il primo cittadino.

Soddisfazione è stata espressa anche da Orfina Scrocco, presidentessa del Rotary Club Lucera e del Club Unesco Alberona, le due associazioni che sono riuscite a coinvolgere partner autorevolissimi come l’Università di Foggia, l’ASL, il CREA, ente nazionale di ricerca sull’agroalimentare, l’Università di Firenze e la CIA Agricoltori Italiani della Puglia. Auditorium affollati sia a Lucera, nello splendido scenario della Biblioteca Comunale, che ad Alberona. Stand, mercatini, gare di cucina, danze e musica popolare hanno arricchito un evento dall’alto profilo culturale e scientifico.

Tutto è partito da Alberona dove, fino al 2016, per quattro edizioni, dal locale Club Unesco è stato ideato e organizzato il Festival della Dieta Mediterranea. Già lo scorso anno, l’evento coinvolse anche la vicina Lucera. Nel 2017, grazie all’opera di sinergia e all’autorevole rete di collaborazioni costruita da Orfina Scrocco, presidente del Rotary Club Lucera e del Club Unesco Alberona, il Mediterranea Apulia Festival ha abbracciato anche Foggia, col capoluogo a ospitare la prima delle tre giornate.

Il Comune di Alberona, anche quest’anno, ha collaborato e garantito il proprio patrocinio all’iniziativa. Il paese ha ospitato la giornata conclusiva di domenica 17 settembre. A Lucera si sono svolti il convegno incentrato su “Il Grano: risorsa identitaria della Capitanata” e il talk intitolato “La disinformazione alimentare: tanti messaggi quali verità?”. Ad Alberona è andata in scena la “Colazione Mediterranea”, incontro tra medici, esperti, docenti e ragazzi sul valore della buona colazione. Durante la giornata, il Mercatino dei prodotti locali a km zero, le Botteghe artigiane e spazi espositivi di diversi artisti hanno animato Piazza Civetta. Nell’Auditorium Comunale, sono stati esposti i lavori eseguiti dagli studenti dell’istituto scolastico “Paolo Roseti”, nell’ambito del Concorso sui Diritti umani – Edizione 2017, bandito dal Club per l’UNESCO di Alberona. Divertente con la gara di cucina “Il Piatto della Domenica: ricette del territorio tra tradizione e nutrizione”.

Festa e pienone per il “Festival della salute” ultima modifica: 2017-09-21T10:15:36+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This