CapitanataSan Severo
"Anche a San Severo - commenta Barone - siamo lieti di aver regalato qualche momento di serenità ai piccoli ricoverati nel reparto di pediatria"

San Severo, sala cinema anche nella pediatria del Masselli

Questa mattina è stata inaugurata una “sala cinema” anche nella pediatria dell’ospedale Masselli di San Severo

Di:

San Severo. I “doni” del Restitution day organizzato dai consiglieri regionali del M5S Puglia continuano ad allietare le ore dei piccoli ricoverati nelle pediatrie della provincia di Foggia. Sale cinema, tv e apparecchiature mediche donate ai reparti pediatrici di ospedali e strutture sanitarie pugliesi, grazie ai fondi derivanti dal taglio degli stipendi dei consiglieri regionali M5S che negli scorsi giorni hanno consegnato “simbolicamente” ai pugliesi, un nuovo maxi assegno da oltre 217.000€ grazie ai tagli effettuati nei primi 12 mesi di mandato.

Questa mattina è stata inaugurata una “sala cinema” anche nella pediatria dell’ospedale Masselli di San Severo. All’inaugurazione hanno partecipato il direttore generale dell’Asl Fg dott. Vito Piazzolla, il direttore sanitario della struttura dott. Mezzadri, la consigliera regionale M5S Rosa Barone e gli attivisti pentastellati locali. “Anche a San Severo – commenta Barone – siamo lieti di aver regalato qualche momento di serenità ai piccoli ricoverati nel reparto di pediatria.

Ringraziamo il direttore generale Piazzolla, il dott. Mezzadri e il personale del “Masselli” a cui facciamo i nostri migliori auguri di buon lavoro, per le belle parole espresse nei confronti di un gesto che, continuiamo ad augurarci sinceramente, possa servire a spronare gli altri politici, compreso il presidente Emiliano. Al momento purtroppo, nonostante i buoni propositi espressi verbalmente davanti alle telecamere, non è arrivato alcun segnale concreto nè in merito ad una riduzione dei compensi dei consiglieri nè in merito alla calendarizzazione della nostra proposta per l’abolizione dei vitalizi. Quella sul taglio dei costi della politica è una battaglia che stiamo portando avanti proprio in questi giorni anche in parlamento. Non servono leggi ad hoc – conclude – per decurtarsi i propri stipendi, basta volerlo fare e la politica è oggi chiamata a dare il buon esempio ai cittadini che stanno attraversando un momento di difficoltà.”

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati