Cronaca

Bari, operazione Porpora, sequestro beni per 500mila euro

Di:

Controlli Guardia di Finanza (fonte image: fadolandi.blgspt)

Bari – MILITARI del Comando provinciale guardia di finanza di bari (nucleo pt bari), in esecuzione di un provvedimento emesso dal locale tribunale – sezione per le misure di prevenzione – su proposta della locale D.d.a., in applicazione della normativa vigente in materia di misure di prevenzione patrimoniali, che permette di “aggredire” i patrimoni di coloro i cui proventi sono chiaramente il frutto ovvero costituiscono il reimpiego di attività illecite –, hanno sequestrato beni immobili per un valore di circa 500 mila euro, riconducibili al noto rizzo davide, attualmente in stato di detenzione, che agli inizi del 2000 risultava essere a capo dell’omonimo sodalizio criminoso operante nel quartiere san girolamo di Bari.

Le indagini patrimoniali che hanno condotto al sequestro, iniziate nel novembre del 2009, hanno preso a base le risultanze investigative agli atti della d.d.a. di Bari nei confronti di 10 esponenti del clan Rizzo, ritenuti responsabili di associazione mafiosa, omicidi eseguiti e tentati nonché di porto abusivo di armi comuni e da guerra.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi