Capitanata

Cagnano, allarme Ex Municipio, crolla parte del tetto

Di:

Ex convento Cagnano Varano (st)

Cagnano Varano – PIOGGE copiose e totale non curanza della struttura: ingredienti perfetti per consumare una struttura già notevolmente usurata dalle infiltrazioni. Stiamo parlando dell’ex convento francescano, ex sede del municipio, che dal 1995, cioè da quando il comune è stato trasferito nella nuova shede, è in totale stato di incuria. Oggi dopo le lunghe precipitazioni è crollato il tetto in tegole che si è riversato sul solaio già semidistrutto qualche anno fa, quando sempre a causa delle infiltrazioni venne giù il soffitto affrescato dell’antica aula consiliare.

Sono intervenuti sul posto i Vigili del Fuoco ed è stato chiuso l’intero sagrato di Piazza Giannone, compresa la Chiesa di Santa Maria delle Grazie. A rischio anche i contigui locali della Parrocchia Santa Maria della Pietà. “Nel 2009 noi facemmo un incontro pubblico organizzato in collaborazione con altre associazioni e la Parrocchia Santa Maria prima ancora che cadesse il soffitto interno affrescato dell’aula consiliare- commenta il presidente dell’Associazione Emanuele Sanzone- ma purtroppo anziché prevenire si preferisce sempre arrivare al capezzale del morto.Siamo stati come Cassandra: lei aveva previsto la fine di Troia e non è stata ascoltata. I nostri appelli allo stesso modo sono rimasti non ascoltati. Non è solo un edificio storico a cadere a pezzi, ma il simbolo di un paese”.

“E’ amaro constatare che i monumenti di Cagnano e di tutto il Gargano stanno sgretolandosi inesorabilmente sotto i nostri occhi. -commenta Teresa Maria Rauzino – presidentessa del Centro Studi Martella- Allertammo l’amministrazione comunale, nel convegno citato da Emanuele, e lanciammo, insieme alla prof.ssa Dina Crisetti e a Giuseppe Laganella un grido d’allarme per l’ex convento francescano di Cagnano, per l’ex Idroscalo di San Nicola Imbuti, per l’abbazia di Kalena e per le Torri del Varano di Ischitella. Ma le nostre voci sono rimaste inascoltate. Intanto a Kalena è crollato il tetto dell’abside, le torri del Varano sono fatiscenti, l’idroscalo è un deserto dei tartari, adesso è crollato il tetto del convento cagnanese. Dove sono gli organi preposti alla tutela, dove sono i comuni, dove sono i cittadini che reclamano la fruibilità dei monumenti che sono la ricchezza del territorio? La società civile garganica è inesistente, i politici pensano solo ai loro egoismi”.

(In allegato foto a cura di Giovanni Santamaria)


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi