Manfredonia

Mucafer contro Comune Benevento; Consiglio Stato rinvia

Di:

Lavori Mucafer Manfredonia (st)

Roma – “IL Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) Assegna alle parti 30 giorni giorni, decorrenti dalla notificazione o comunicazione in via amministrativa della presente ordinanza, per presentare memorie vertenti sulla questione indicata nella parte motiva. Fissa la trattazione della causa alla camera di consiglio del 22 Gennaio 2013“. Così la V sezione del Consiglio di Stato di Roma in un’ordinanza relativa al ricorso del 2012 della Coop. Mucafer S.c.p.a., rappresentata e difesa dagli avvocati Pasquale Longo e Michele Clemente, contro Comune di Benevento, rappresentato e difeso dall’avv. Oreste Viola, Co.Pro.La. – Consorzio in Liquidazione Coatta Amministrativa; per la riforma della sentenza del T.A.R. CAMPANIA – NAPOLI: SEZIONE IV n. 01945/2012, resa tra le parti, concernente ottemperanza sentenza n. 37/2008 del Tribunale di Benevento – pagamento somme.

Relatore nella camera di consiglio del giorno 20 novembre 2012 il Consigliere Doris Durante. L’avv. Clemente per l’appellante cooperativa Mucafer aveva chiesto lo stralcio del fascicolo di costituzione del Comune di Benevento, perché depositato oltre il termine di legge.

“Ritenuto di disporre lo stralcio dagli atti di causa del fascicolo del Comune di Benevento, contenente la memoria costituzione, perché depositato il 15 novembre 2012, con violazione del termine a difesa di 5 giorni liberi prima della udienza di discussione; Considerato che dopo il passaggio in decisione della causa, il Collegio ha rilevato che sussistono seri dubbi in ordine al tempestivo deposito del ricorso di primo grado, che risulta avvenuto oltre il termine dimezzato di cui al combinato disposto degli artt. 45 comma 1 e 87 comma 3, c.p.a.; ritenuto di dover assegnare alle parti 30 giorni, decorrenti dalla notificazione o comunicazione in via amministrativa della presente ordinanza, per presentare memorie vertenti su quest’unica questione” il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha assegnato “alle parti 30 giorni giorni, decorrenti dalla notificazione o comunicazione in via amministrativa della presente ordinanza, per presentare memorie vertenti sulla questione indicata nella parte motiva”. Fissata la trattazione della causa alla camera di consiglio del 22 gennaio 2013″.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • INFO

    RISPETTABILISSIMO REDATTORE DEL GIORNALE SIG. DE FILIPPO GIUSEPPE LO SA’ CHE LA MUCAFER DA TANTI MESI NON PAGA GLI STIPENDI AI TANTISSIMI OPERAI? CHE NE PENSA DI APRIRE UNA INCHIESTA!? LO SA LEI CHE SE SI OTTURA LA FOGNATURA DAVANTI A CASA SUA CHI LA SBLOCCA È LA MUCAFER ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi