CapitanataManfredonia

Riscossione tributi: dall’1.2013 i Comuni dovranno fare da soli

Di:

PalazzoMozzagrugno_Lucera (immagine d'archivio - spazioinwind.it)

Palazzo Mozzagrugno, sede Comune Lucera (st)

Lucera – QUELLA del 1 gennaio 2013 è una data da segnare sul calendario per gli Enti Locali. A partire da quel giorno, in anticipo di sei mesi sulla scadenza prevista all’inizio, gli 8.000 comuni italiani, saranno chiamati ad accertare e incassare, da soli, i tributi locali prima percepiti con il ricorso alla precedente gestione destinata ad un’agenzia ad hoc o ad altri gestori.


Tra pochi giorni, le diverse Amministrazioni Comunali italiane, potranno operare in forma autonoma nel ramo dell’esazione tributaria, oppure affidarsi a professionisti del settore che, con una struttura umana e un sistema tecnico-organizzativo già rodati, potrebbero lavorare su un gettito da introitare che, secondo indiscrezioni della stampa nazionale filtrate attraverso l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, ammonterebbero alla stratosferica cifra di 11 miliardi di euro in 6.000 città del Belpaese. Che fare, allora, se i tempi stringono e rischiano, così, di chiudere i cordoni delle borse municipali? Per rinsanguare le loro casse, spesso esangui, in un frangente di crisi economico-finanziaria, gli Enti Pubblici Locali si trovano di fronte ad un bivio.


Da un lato, operare in solitaria con proprio personale da formare e, di frequente, ridotto nei numeri, in quanto le piante organiche non vengono rimpolpate, da tempo, per via degli effetti della legge di stabilità. Dall’altro è contemplato il ricorso a società private, riconosciute dallo Stato, che possono sostituirsi alle Pubbliche Amministrazioni nella fase di accertamento e nell’azione di rientro delle somme dovute dal cittadino-contribuente. Per saperne di più e per comprendere al meglio le dinamiche del cambiamento sull’incasso del gettito fiscale, il 17 dicembre 2012 a Lucera presso l’hotel-ristorante ‘La Balconata 2’ in viale Ferrovia, si terrà un corso di formazione sul tema: ‘La riforma della riscossione dei crediti e dei tributi della Pubblica Amministrazione. Opportunità e sviluppi’. L’evento formativo è riservato ad amministratori, dirigenti, dipendenti dei Comuni di Capitanata e non solo, che potranno apprendere notizie e nozioni utili nella fase di transizione dal gestore precedente ad eventuali altri soggetti deputati alla riscossione tributaria. Sarà una ‘full immersion’, dal mattino alle ore 9 e fino alle 17, da seguire con attenzione a partire dalla prima e sino all’ultima parola. Le necessità e i tempi d’oggi ce lo impongono.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    COMUNICATO STAMPA N.RO 02/2012
    OGGETTO: SEMINARIO INFOMATIVO GRATUITO ‘RIFORMA DELLA RISCOSSIONE DEI CREDITI E DEI TRIBUTI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. OPPORTUNITÀ E SVILUPPI’ A LUCERA IL 18/12/2012 AL GRAND HOTEL ‘LA BALCONATA 2’

    LUCERA, 26/11/2012– Si terrà martedì 18, non più lunedì 17 dicembre come all’inizio comunicato, l’atteso workshop ‘Riforma della riscossione dei crediti e dei tributi nella Pubblica Amministrazione. Opportunità e sviluppi’ promosso e organizzato da Fomat Ente di Formazione Dauno con sede centrale a Lucera e propri uffici in diversi altri centri della provincia. Si tratta, come è facile intuire, di una titolazione e di una tematica che la dicono lunga sulla portata di un evento formativo, che sarà ospitato nella sala convegni del Grand Hotel ‘La Balconata 2’ in viale Ferrovia a Lucera, nella fascia compresa tra le ore 9 e le 14. Il seminario si rivolge, in via principale, agli amministratori ed ai tecnici in carica presso gli Enti Locali, soprattutto quelli comunali, ma non solo. Qualificato il parterre dei relatori: nella prima fase, interverrà il professor Mario Cardillo, docente universitario esperto in Diritto Tributario nonché presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Lucera. Alla sua relazione, accompagnata da una pausa per il ‘coffee break’, seguirà l’intervento del professor Giuseppe Mazzuti, detentore della Cattedra di Diritto Tributario presso l’Università di Foggia. Da ricordare che il convegno di studi si svolgerà a titolo del tutto gratuito e non comporterà, dunque, alcun onere di spesa per le Amministrazioni che intendano aderirvi con propria rappresentanza. C’è di più: al termine della giornata di approfondimento sarà rilasciato un attestato di partecipazione a quanti si siano registrati al tavolo delle presenze secondo le modalità e le tempistiche indicate dall’organizzazione. Sarà possibile seguire lo svolgimento dei lavori muniti di una cartella-dossier e delle documentazioni utili a comprendere al meglio una materia di sempre più ampio impatto nella vita della Pubblica Amministrazione italiana. Come è noto, a partire dal 1 gennaio 2013, in anticipo di sei mesi sulla scadenza prevista, gli 8.000 Comuni del Belpaese dovranno accertare ed incassare, da soli, i tributi locali. Lo scenario che si apre all’orizzonte necessita, pertanto, di un momento di discussione e di approfondimento utile per affrontare il periodo di transizione che ne deriverà. Quello che per alcuni potrebbe essere un disagio aggiunto alla crisi, perché non ci si è preparati a dovere e per tempo, può trasformarsi in una possibilità nuova per scongiurare il rischio di default o di criticità nella chiusura del bilancio a carico degli EE.LL. Il 18 dicembre, per un’intera giornata, se ne parlerà a Lucera. L’appuntamento, fuor di dubbio, è da non mancare.
    Con preghiera di pubblicazione o menzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi