Manfredonia
Appuntamento per i prossimi giovedì, venerdì, sabto 27,28,29 novembre

Manfredonia, ‘Tre cittadine’: “in Piazza per il nostro Ospedale” (VD)

"Salvaguardare il diritto delle donne di Manfredonia di poter godere dei reparti di ginecologia ed ostetricia"

Di:

Manfredonia – TORNANO in Piazza le ‘Tre cittadine di Manfredonia’ – mamma Vittoria con le figlie Lucia e Natalia – per il “diritto alla salute-diritto delle donne di Manfredonia”. Appuntamento per i prossimi giovedì, venerdì, sabato 27, 28 e 29 novembre dalla mattina fino a sera in Piazza del Popolo. “L’obiettivo – dicono le tre donne a Stato – è quello di salvaguardare il diritto delle donne di Manfredonia di poter godere dei reparti di ginecologia ed ostetricia del San Camillo, dismessi da tempo (come risaputo, dalle ore 24,00 del 27 marzo 2013 il Punto Nascita dello SO San Camillo di Manfredonia è stato dismesso, come previsto nel Piano di rientro e di riqualificazione del Sistema Regionale 2010/2012,ndr). Non è possibile che le donne della nostra città devono recarsi a San Giovanni Rotondo e Foggia per partorire con conseguenti sovraffollamenti per i citati presidi. Le firme da noi raccolte, circa 10mila, sono valide e continueremo a batterci per la salvaguardia del nostro ospedale. Non ci sono politici che ci spingono, il nostro obiettivo è diretto alla tutela di un diritto che dovrebbe essere garantito all’intera cittadinanza”.

VIDEO

Redazione Stato,ddf@riproduzioneriservata

Manfredonia, ‘Tre cittadine’: “in Piazza per il nostro Ospedale” (VD) ultima modifica: 2014-11-21T20:40:54+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
37

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    Queste tre valorosissime donne sono esempi da seguire.


  • cisso' cisso'

    Premesso che l’iniziativa di queste donne è da elogiare, nn capisco come si ragiona a Manfredonia. Vorrei sapere come le firme raccolte siano diventate improvvisamente valide? ! Forse le 3 cittadine sono andate nelle 10.000 case x farsi dare la carta d’identità? ! Poi loro sono un esempio da seguire e l’altra associazione, che sta lottando da anni, nonostante tutte le conseguenze che sta subendo nn è un esempio???? Inoltre dicono di nn essere legate a nessun partito politico? Come mai allora sono state viste più volte con la rosa per l’Italia e La Speranza? È iniziata anche la loro campagna elettorale? Allora cerchiamo di essere più onesti e coerenti…


  • gilberto

    Civica civica … quello che chiedono non lo avranno mai …


  • Manfredonia pullula di questuanti dell'est e di colore

    donne con gli attributi, dovremmo prendere esempio da loro.


  • Sorridi sei a Manfredonia: la città dei balocchi

    Scorrendo nella lettura dei vari articolo, ho notato che sono solo le donne a lottare e a metterci la faccia e i balocchi che fanno? Siamo capaci solo di lamentarci. Mi inchino al vostro impegno civile donne magnifiche e non balocche!


  • cisso' cisso'

    Mi sembra che nn siano solo le cittadine a metterci la faccia. Cittadinanzattiva l’ha messa anni e anni fa’….ma forse si ha la memoria corta o…si è di parte….vero, tu sai chi? Ma siate coerenti. Dite che devono candidarsi anche loro alle prossime comunali…tanto la notizia è già nota e queste loro manifestazioni nn sono altro che il trampolino di lancio…che forse è utile anche a Civica


  • Sorridi sei a Manfredonia: la città dei balocchi

    Veramend? Mannagh au sang da ghann..nzomm sta pulitch ton i ciamb a tutt vann!! Ma chi ca je sta c’ttadnanz att’v? Boh? Da qued che caput .. iune fà na cos..sob i m’tt’t ind catt’va aluc!
    Coraggio signore andate avanti per la vostra strada e sensibilizzare i cittadini
    sulle problematiche del caso, cosa che non fanno i partiti che pensano solo alle clientele e a i kakki loro.


  • Antonello Scarlatella

    Caro Gilberto, se riusciranno o no e’ relativamente importante. Ovvio se raggiungono l obiettivo e’ meglio. Ma il senso non e’ questo. Il Valore di queste donne va al di là della iniziativa di lotta. Il valore di queste donne e’ il coraggio. Quello che manca a tutti noi altri. Leggo di Candidature, spero vivamente non sia vero. Chi crede che la politica si faccia solo nei palazzi, sbaglia. La politica quella vera secondo il termine polis si fa proprio con queste iniziative determinate e coraggiose. Sa invece cosa penso in questo momento? Che mi vergogno di non essere in grado e altrettanto coraggioso come loro. Il mio posto oggi da cittadino dovrebbe essere li insieme a loro. Credo che di questo non dovrei vergognarmi solo io.


  • masta

    Ancora una volta il mio grandissimo elogio la determinazione e la costanza premia sempre…personalmente avrò motivo di ricredermi ke si può fare veramente buona politica perke la vera politica nasce per delle iniziative come queste che vanno appoggiate e sostenute perke come dice la signora e del diritto alla salute ke siamo stati privati…perciò ben venga la loro candidatura!e a voi dico lavatevi la bocca prima di esprimere una vostra opinione negativa facciamo appello all’intelligenza alla morale e alle virtu


  • antonella

    Vorrei ricordare a tutti che anche l ospedale di lucera ha subito tagli e chiusure, ma nessuno a lucera sta speculandoci sopra, nascere in un ospedale assistiti da medici e infermieri al meglio e’ un diritto, mia madre ha partorito nell ospedale di padre pio, io mi sento orgogliosamente manfredoniana ma non sono orgogliosa di concittadini che cercano di speculare su tutto, con tutto il rispetto per le signore ma forse
    dovrebbero spiegarvi la riforma ospedaliera, e poi fatemi capire una vota fatto i sit in per le firme, poi? Ma avete inteso che e’ in atto una riforma ospedaliera che e’ necessaria affinche’ i nostri ospedali si strutturino perche’ si abbia piu’ professionalita e qualita’, competenza specifica verso la potologia, e non un minestrone di tutto che non riesce a dare il meglio per nessuno, la salute e’ un diritto ma non si puo’ pretendere di avere tutti iservizi e tutta l’eccellenza sotto il culo. Percio voglio invitare i politici occulti in questo forum di smettere di fomentare chiassate per poi risultare gli eroi falsi difensori dei diritti dei cittadini per trarne poi consenso politico, e’ ora di smetterla di giocare con la guerra della disinformazione a scapito della povera gente.


  • Antonello Scarlatella

    Cara Antonella, il mio dissenso e’ totale verso il tuo scritto. E’ disfattista, tutela la malapolitica, tende a giustificare atti Cerignolani che vogliono fare del loro ospedale una eccellenza. Sono stato operato al ginocchio a seguito di un incidente a Manfredonia, ho tante volte avuto a che fare con il pronto soccorso ti dico che ho solo trovato personale medico e paramedico di altissima qualità, professionalita’, e comprensione. Il Nostro ospedale e’ eccellente, dobbiamo solo crederci piu’ noi cittadini, investire in strutture e impianti innovativi. Ho l’ impressione, dal tuo commento che faccia parte di quel gruppo di scissionisti del PD che per motivi strettamente opportunistici hanno creato una filiale del PD Cerignolano a Manfredonia al fine di interessi solo ed esclusivamente personali e familiari. Se mi sono sbagliato con questa mia ultima nota ti chiedo personalmente scusa. A questo punto pero’ cerca con un ulteriore post di chiariti meglio. Un grande e vivo apprezzamento a quegli eroi che tutti i giorni ci garantiscono la salute e la vita. Antonello Scarlatella.


  • Dino

    Quando i cittadini scendono in piazza,la politica ha fallito.
    Alle tre signore,anzi ragazze,perché bisogna avere un cuore giovani per essere cosi determinate, va tutta la mia ammirazione.
    Io i miei tre figli li ho fatto nascere tutti a Manfredonia, e se mi dovesse capitare il quarto figlio,lo faccio nascere in casa (ovviamente è una provocazione ).


  • Giovanni Civica ( Segretario cittadino " La Rossa x L'Italia)

    Ormai vivo a Manfredonia da molto tempo e mi sono abituato ad ignorare le male lingue che usano tutti i pretesti per offendere e denigrare l’operato altrui per mascherare la propria inettitudine ed incapacità. Sparlare è meglio che agire perchè si sa che schierarsi apertamente, ovvero appoggiare delle sane iniziative, comporta, in alcuni casi, inimicarsi qualcuno e questo nella mente di alcuni ” non è bene”.
    Abbiamo appoggiato apertamente l’iniziativa delle TRE CITTADINE perchè riteniamo che il problema investa tutta la collettività senza l’ esclusione di nessuno, e lo abbiamo fatto e continuiamo a farlo in quanto conviti della sana iniziativa.
    Occorre elogiare queste donne che sotto le intemperie ed al freddo hanno “CERCATO” di sensibilizzare i cittadini di Manfredonia sull’utilità di continuare ad avere il reparto di Ginecologia attivo presso l’ospedale cittadino ( lotta che avrebbero dovuto condurre i nostri rappresentanti politici ai vari livelli ) e che a ben vedere ridestano le coscienze, anche del più incallito menefreghista. Poi il fatto che in molti ne parlano ( in bene ed in male) significa che stanno nel giusto. ” VOI DOVE STATE?


  • ORGOGLIOSA DI ESSERE NATA A MANFREDONIA

    CARA antonella mi ha fatto vergogna e ‘ dolore leggere gli onori per san g. r..non per screditare la struttura ospedaliera di san g r…ma e’ del mio ospedale che parliamo!!!!!!!!! delle migliaia di mamme che hanno partorito con onore figli manfredoniani!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! le brutte esperienze si hanno ovunque anche nei migliori ospedali eccellenti!!!! quello che non capisco e lo screditare sia i nostri medici competentiiiiiiiiiiiiiiiii quando erano nei nostri reparti e non solo a pagamento!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! se dovessi dirti la mia amara esperienza avuta a san giovanni rotondo????? ho avuto i miei figli grazie ai medici e non a pagamento della nostra ginecologia!!! uno lo perso proprio perche’ per sentito dire andai a san giovanni, sai cosa mi hanno combinato???????? mi hanno ucciso mio figlio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! per un ecografia ritardata!!!!!!antonella fammi ilo piacere!!!!!! perche’ nonvai ora vedi che ti combinano !!!!!!!! non ci son posto per il sovrapopolamento di noi manfredoniani asini come te e me che abbiamo permesso che i nostri cari e cari politici hanno magnato troppo!!!!!


  • Giuseppe

    Io durante il prrimo sit-in delle 3 signore ho firmato solo per fare un favore ad un amico e non per altro, durante le mie esperienze di pronto soccorso, purtroppo per me , non ho mai trovato personale medico o paramedico, come dice il sig. Scarlatella, di altissima qualità professionale. Ora indipendentemente dai tempi di attesa e quindi dalla mancanza di personale, lo stesso personale che si trovava di guardia al pronto soccorso sono sempre stati freddi e sgarbati nei confronti delle persone e in 2 situazioni su 3 addirittura sbagliando la diagnosi . Comunque alla fine, a parte tutto questo, a cosa serviranno queste firme se i tagli sono partiti dal governo e non è una questione nostra locale ? Poi stare ancora a parlare di ospedale, di sit-in o comunque di questi argomenti sembra quasi che ci sia qualcuno dietro a muovere i fili come se questo qualcuno avesse bisogno di pubblicità, di consensi tutto questo mi sembra molto strano, mah ???????


  • antonella

    per Antonello scarlatella, antonello purtroppo confrontarsi in un forum, non e’ cosa delle migliori, parlare e guardarsi in faccia confrontandosi serenamente sarebbe bello,
    io non sono ne disfattista ne una scissionista di nulla, non sono una tesserata, al massimo simpatizzo per i buoni e seri politici, e sono sprezzante verso i pagliacci che si credono politici, bisogna capire che il costo della sanità oggi con il sistema universalistico dell assistenza medica, ha un costo esasperato che e’ a carico del contribuente, detto questo, tenere aperti tanti reparti in tanti ospedali, e di questi reparti ci sono alcuni che funzionano bene e potrebbero trasformarsi in eccellenza, altri che vanno male per tanti motivi, nei primi l’utente viene curato bene e ha soddisfazione di cura, nei secondi non ha nulla, chi conviene tenere aperti i primi o i secondi? guarda questa cosa alla luce dei costi e tenendo presente che nel raggio di 30 km abbiamo due aspdali maggiori che soddisfano le esigenze di tutta la provincia egregiamente e che lo hanno sempre fatto, tenere aperti certi reparti, guardano i traguardi ottenuti nel medio e lungo termine, e’ un costo che nessuno piu’ puo’ permettersi, tra qualche hanno, se continuano gli sprechi sanitari non ci sara’ piu’ sanita’ per nessuno, torneremo ai lazzaretti, e’ meglio un taglio oggi, specializzando i reparti , le professionalita’ , che il nulla domani, siamo tutti abituati allo sperpero dei beni pubblici, e non si capisce che il bene pubblico e’ anche salvaguadare il bene stesso cominciando a risparmiare, non sto dicendo che il nostro ospedale e’ da chiudere, sto dicendo che bisogna togliere servizi non all’altezza,che esistono gia sul territorio di cui si puo’ usufruire comunque anche se non li abbiamo sotto il sedere, ci sono, si deve solo fare un piccolo sforzo in piu’, e ti garantisco che non muore nessuno se ci si sforza un po di piu’, dicontro, puntare a far diventare il nostro ospedale un presidio dedicato alla patologia sarebbe da realizzare, faccio un esempio, se il san camillo avesse un reparto specialistico delle patologie neurodegenerative di livello alto, se avesse un reparto di eccellenza specialistica delle patologie gastriche che sia a livello delle molinette di torino e sia un riferimento per l’intera regione puglia, non sarebbe, meglio per tutti? forse questo e’ un pensiero visionario, ma serve a far capire che oggi, gli ospedali devono specializzarsi, dare eccellenza, professionalita’ e competenza, a me, come ad altri giova, avere reparti aperti che non riescono nemmeno a garanti una professinalita’ o i servizi minimi, non serve. spero di averti reso il mio pensiero, ripeto non sto dicendo che il san camillo deve chiudere, ma specializzarsi.


  • gianpaolo de giorgio

    Stato quotidiano dovrebbe esigere nome e cognome per chi velatamente calunnia e ostacola i percorsi civili di crescita. Persone come Antonella dovrebbero manifestarsi pubblicamente. Se a Lucera non battono ciglio per l’ospedale, vuoi vedere che siamo noi gli stupidi che lo facciamo? Io non capisco, gente del gente non dovrebbe avere contatti con nessuno. In altri commenti ad articoli sanitari, il nick Antonella è riuscita a criticare anche il lavoro sul campo dell’avv Pellico! Nei commenti qui su si cerca di screditare la gaiustezza. Mi chiedo se il piatto di lenticchie che questi insulsi mangiano da anni riuscirà adesso a sfamare i figlioli un po’cresciuti che richiedono le hogan ai piedi e il piumino Colmar addosso!


  • antonella

    Dino non capisco il tuo commento, cosa vuol dire che i tuoi figli sono nati orgogliosamente a manfredonia, perche’ quelli che nascono a foggia o a san giov. Non sono orgogliosamente manfredoniani? Scusami io non credo che sia importante dove si nasce, importante e’nascere bene e curati in
    strutture idonee, per me vale la cultura e
    il senso di appartenenza al propria terra,
    il resto e’ opinabile, per la signora o
    signore che afferma che a san g, rotondo
    ha perso un figlio, le rispondo che mi
    dispiace molto, creda , queste cose fanno. empre male per tutti, ma di contro le potrei raccontare la storia di tante
    persone che si sono rivolti a
    manfredoniae sono scappati da padre
    pio, se le raccontassi tutto cio che e’ successo a mia suocera, vomiterebbe, non voglio annoiare nessuno,mi sono gia
    espressa, il mio ragionamento nei
    confronti del san camillo e’ di tipo pratico
    e specialistico, credo nella
    specializzazione dei presidi, oggi e’
    questa la strada da seguire, non si puo
    avere tutto. Bisogna essere obiettivi.


  • Antonello Scarlatella

    Creare l eccellenza non significa chiudere o ridimensionare. Diversamente, chiudiamo il municipio, chiudiamo la provincia, chiudiamo la regione. Mica sono centri di eccellenza. Cara Antonella, paghiamo fior di tasse, la sanita’, la salute, e’ un diritto primario. Siamo una citta’ di 60 mila abitanti. Se un reparto non funziona devi chiedere investimenti per farlo funzionare. NON CHIUDERLO. Ti invito a Roma in ospedali come il San Camillo, non di Manfre ma di Roma dove se vai al pronto soccorso per un codice verde fai anche 6 ore di attesa poi se ti devi ricoverare, il medico ti assegna un posto in corsia. Quindi come dici tu, ” chiudiamo il San Camillo a Roma. Quindi se un reparto non funziona cara Antonella devi trovare le soluzioni per farlo funzionare non chiudere, le scorciatoie non aiutano a vivere. ……. e comunque perdonami se te lo dico, non voglio assolutamente offenderti, ti sentirai anche Manfredoniana, resta il fatto che sei nata a San Giovanni Rotondo!


  • Giancarlo

    Io credo che al di la di quello che può essere giusto o sbagliato il primo pensiero di tutti dovrebbe essere che il proprio figlio nasca in buona salute indipendentemente dal luogo di nascita, qualcuno ha citato la pellico ma forse dovreste capire come stanno realmente i discorsi, e stare qui a spiegarvi i fatti ci vorrebbe troppo tempo ma posso dire che il primario Totaro ha dato la giusta risposta ma dopo che ha parlato la pellico molti hanno capito che l’ospedale doveva chiudere, questa che cos’è informazione o disinformazione? Prima bisogna sentire le 2 campane e poi farsi un idea e non credere a quello che ci fa comodo.


  • antonella

    Per scarlatella, chi paga le tasse? Chi paga le tasse in italia a manfredonia? Sai quanti non pagano perche’ non possono pagare le tasse, sai che le tasse sono alte perche’ siamo in pochi a pagarle, pero’ tutti hanno diritto a tutto, tutti anche gli evasori hanno diritto alla sanita’, la salute e’ un diritto di tutti, affermi che se un
    reparto non funziona non bisogna
    chiuderlo ma destinare fondi? Li metti tu
    questi soldi, li mette il comune? Chi deve
    mettere a dispisizione questi soldi per
    tenere tanti reparti aperti, se fosse come
    dici tu allora perche’ non permetterci
    anche esami completi dalla testa ai piedi
    con ricovero in day hospital, una volta al
    mese gratuito per tutti, ti pare, sarebbe
    bello, tanto basta destinare piu’ soldi, mi
    spiace dirtelo ma quello che succede a
    roma succede a foggia e ovunque,
    succede perche’ la sanita e’ un diritto di
    tutti e nn ci sono soldi per nessuno,
    anche a me piacerebbe avere l ospedale
    con reparti dedicati sotto casa, ma la
    realta’ e’ diversa, piaccia o no e’ cosi,
    riguardo al fatto che non volevi
    offendermi, lo hai fatto comunque,
    scusami ma ti ho scambiato per cio’ che
    e’ evidente non sei.


  • Antonello Scarlatella

    Antonella, mi spiace comunicarti che dici cose senza senso. Inoltre non ho mai detto che i ceti deboli non debbano essere curati. I soldi chi li mette? Non so se ti sei accorta che se li frega tutti la politica per distribuirli in cose inutili oltre che per aumentare la disponibilita’ delle loro tasche. Parlare di ” curarsi sotto casa” in una comunita’ di 60 mila abitanti, evidenzia una scarsissima dote culturale. Non credo esista in Italia una citta’ si 60 mila abitanti senza un reparto di ginecologia, senza un ospedale che garantisca il minimo di assistenza alla collettivita’. Se conosci una di queste citta’ cordialmente comunicamelo. Ti porgo comunque le mie scuse pubbliche per cio’ che concerne la battuta effettivamente ” molto sciocca” sul fatto di essere nata a San Giovanni. Volevo evidenziare solo una cosa, che e’ triste realta’ che nei prossimi anni non esistera’ piu’ una carta di identita’ con su scritto: Nato a : Manfredonia.


  • antonella

    scarlatella mi spiace dirtelo ma sei tu che sei ovvio e esausto nei ragionamenti, a manfredonia siete abituati bene, la verita’ e che vi piace essere comodi e serviti, avete tutti il culetto comodo, siete così ovvi che DIO mio ma avete inteso che non c’e trippa per gatti o no! vi nascondete sotto la bandiera dell’appartenenza alla citta’, salvo vedere gente che e’ nata qui e di qui non se ne frega nulla, io sono nata a san giovanni lotto per manfredonia piu’ di chinque di voi che sbandiera l’imporatanza di nascere qui, siete sordi come campane, anche io voglio un ospedale a manfredonia ma che non sia lo schifo che abbiamo avuto fino a oggi, perche’ quelli come te, che si battono per avere la ginecologia oggi, non hanno fatto un cavolo in passato per avere una ginecologia funzionante, perche’ non vai dalle donne manfredoniane che hanno deciso di partorire a san giov. o a foggia i motivi delle loro scelte rispetto a manfredonia, se c’era tanta eccellenza come mai non si e’ raggiunti neanche cinquecento parti all anno che per una popolazione di 60.000 abitanti sono pochissimi, dove sei stato scarlatella fino a ora? dove eri tu nel 2012 quando io denunciavo a mezzo stampa le mancanze e la scarsa professinalita’ dell ospedale, dove eri antonello? io voglio un ospedale che sia eccellente non una finzione di ospedale e se sei intelligente e per questo che dovresti batterti, riguardo alle tue scuse non servono,visto la gratuita ‘ di cio’ che hai detto.


  • Antonello Scarlatella

    Antonella, io vedo solo eccellenza e professionalita’ nell’ ospedale di Manfredonia. Purtroppo sono stato ospite della struttura quindi posso essere testimone. Riguardo ai parti ed alla poca fruizione dei reparti da parte dei cittadini hai ragione. L’ ho sottolineato anche io piu’ volte oltre ad indicarlo come prima causa della chiusura dei reparti. Considera dal 1983 che vivo a Manfredonia in piazza e per strada Vox populi, tutti dicono che l ospedale fa schifo. Io non ho visto cio’ ho visto e sperimentato solo professionisti. Quindi non manca la professionalita’ manca solo la fiducia. Io non so è spero poche volte tu abbia usufruito della struttura, io tra me e parenti molte volte. D ‘ altronde i Manfredoniani hanno sempre seguito le mode, anche servirsi delle strutture sanitarie vicine e’ una moda, oltre a volte ad una sorta di snob bisimo. San Giovanni Rotondo? Certo ottima struttura per l’ amor del cielo, ma e’ squallido da parte tua giudicare l operato di professionisti di manfredonia che h24 sono li ad attendere i malcapitati Sipontini. Basta a parlar sempre male anche di quel poco di buono che ci circonda. Ho l’ impressione che chi fara’ chiudere definitivamente l ospedale saremo noi cittadini con le nostre cazzate, cosi’ gli scissionisti che sono nel board degli europarlamentari cerignolani saranno felici. Comunque mi spiace che l abbia presa troppo con sul personale. Qui chiudo questa polemica inutile che lede solo l immagine della nostra struttura sanitaria.


  • giuseppe

    Antonella vatta cid…si na sanciuanner mundet tutt sep to e tutt capisc to cia buttet u stomc…


  • silvio

    volevo precisare alla cara antonella che forse non si rende conto minimamente , che i suoi interi discorsi sono minati contro la nostra stessa comunita!!!! dico alla antonella dov eri tu quando il sangue di mio nonno era versato tra le mura dell ospedale, quando furono braccia volonterose e capaci e ad alzare gratis una struttura ospedaliera che potesse donarci un adeguata sicurezza circa la nostra salute!!!!!!!!
    od oggi vedo soli inutili perditempo che mirano non a distruggere come le cariche politiche e donne ed uomini come te cara antonella che se finiamo nel cesso ci tiri lo scarico, a te cara antonella non abbiamo avuto un padre pio ma cari padre piii come mio nonno mio i mie ziii e centinaia di uomini che oggi non sono nemmeno ricordati perche’ inutili discorsi come i tuoi hanno affondato i ricordi ed i veri valori circa il bene reciproco!!!! dove sei tu antonella cara quando un vecchietto e’ dovuto morire perche’ essendo solo non e’ riuscito a raggiungere l ospedale di san giovanni rotondo perche’ ormai i macchinari sono stati rubati da cerignola con l intera asl!!!!!!! dov eri tu quando senza che la cittadinanza di manfredonia non sapeva nulla dei loschi imbrogli policiti tutto al mattino presto veniva spostato a cerignola per timore che qualcuno guardasse!!! cmq e’ inutile dare colpe ai politici ormai la torta se la sono magnata ,ma non toglietemi la dignita’ di morire da cristiano nella mia citta!!!!
    alle tre cittadine dico, nonostante vogliano ombrarvi con inutili discorsi vi dico sarei ben lieto di votarvi!!!!! EVVIVA UN SINDACO DONNA!!!!!! POI ANCORA mi dite cos e’ sta cittadinanza attiva!!!!!! e nu profumo? na bibita? ‘perche’ d attivo non ce nulla nella mia citta solo lunghe mani che rubano con la destra e con la sinistra come l arsenico lupen!!!! cia vessn spzze quiddi men!!!!! na cacarell!!!!!!! perche’ dei poveri cristi disoccupati nessuno sa che farne di intere famiglie senza case nessuno sa che farne!!! se l ospedale forse virtuale credetemi non avrebbe chiuso perche’ combattere con le parole e molto semplice!!!! scendiamo in piazza riprendiamoci non solo l ospedale ma buttiamo giu’ dal comuni tutti coloro che prendono stipendi senza lavorare e comodamente seduto dietro ad una cattedra chiama la propria mamma!!!! e se ne trovi un o che ama lavorare non lo trovi mai perche’ al comune viene annegato dalle responsabilita altrui!!!! desidero con tutto il mio cuore dire ai manfredoniani con attributi …APPOGGIAMO OGNI INIZIATIVA CON BUONI PROPOSITI!!!!!

  • volevo precisare alla cara antonella che forse non si rende conto minimamente , che i suoi interi discorsi sono minati contro la nostra stessa comunita!!!! dico alla antonella dov eri tu quando il sangue di mio nonno era versato tra le mura dell ospedale, quando furono braccia volonterose e capaci e ad alzare gratis una struttura ospedaliera che potesse donarci un adeguata sicurezza circa la nostra salute!!!!!!!!
    od oggi vedo soli inutili perditempo che mirano non a distruggere come le cariche politiche e donne ed uomini come te cara antonella che se finiamo nel cesso ci tiri lo scarico, a te cara antonella non abbiamo avuto un padre pio ma cari padre piii come mio nonno mio i mie ziii e centinaia di uomini che oggi non sono nemmeno ricordati perche’ inutili discorsi come i tuoi hanno affondato i ricordi ed i veri valori circa il bene reciproco!!!! dove sei tu antonella cara quando un vecchietto e’ dovuto morire perche’ essendo solo non e’ riuscito a raggiungere l ospedale di san giovanni rotondo perche’ ormai i macchinari sono stati rubati da cerignola con l intera asl!!!!!!! dov eri tu quando senza che la cittadinanza di manfredonia non sapeva nulla dei loschi imbrogli policiti tutto al mattino presto veniva spostato a cerignola per timore che qualcuno guardasse!!! cmq e’ inutile dare colpe ai politici ormai la torta se la sono magnata ,ma non toglietemi la dignita’ di morire da cristiano nella mia citta!!!!
    alle tre cittadine dico, nonostante vogliano ombrarvi con inutili discorsi vi dico sarei ben lieto di votarvi!!!!! EVVIVA UN SINDACO DONNA!!!!!! POI ANCORA mi dite cos e’ sta cittadinanza attiva!!!!!! e nu profumo? na bibita? ‘perche’ d attivo non ce nulla nella mia citta solo lunghe mani –con la destra e con la sinistra come l arsenico lupen!!!! cia vessn spzze quiddi men!!!!! na cacarell!!!!!!! perche’ dei poveri cristi disoccupati nessuno sa che farne di intere famiglie senza case nessuno sa che farne!!! se l ospedale forse virtuale credetemi non avrebbe chiuso perche’ combattere con le parole e molto semplice!!!! scendiamo in piazza riprendiamoci non solo l ospedale ma buttiamo giu’ dal comuni tutti coloro che prendono stipendi senza lavorare e comodamente seduto dietro ad una cattedra chiama la propria mamma!!!! e se ne trovi un o che ama lavorare non lo trovi mai perche’ al comune viene annegato dalle responsabilita altrui!!!! desidero con tutto il mio cuore dire ai manfredoniani con attributi …APPOGGIAMO OGNI INIZIATIVA CON BUONI PROPOSITI!!!!!


  • livio

    non sono nativo di manfredonia , ma passando per la piazza del popolo giorni scorsi ho notate due semplici donne che con un unica voce gridavano a voi cari manfredoniani un messaggio semplice e conciso! nonostante non fossi originario ho firmato lo stesso e avvicinandomi o notato una cosa assai importante , erano sole! neanche un gazebo nulla! il che chiesi a loro come mai , avendo un permesso non avevano un gazebo , mi hanno semplicemente risposto che il comune non ne aveva ! QUESTA PROTESTA ,INIZIATIVA, COME LA VOLETE CHIAMARE MERITA NON SOLO UN ELOGIO MA ANCHE GLI APPOGGI !!!POSSIBILE CHE IL COMUNE DI MNFREDONIA SIA COSI MISERABILE! COSI’ MALE VIVETE! AL SINDACO DI MANFREDONIA VOGLIO FARE UN APPELLO, SE PER CASO VEDO DEI GAZEBO SULLA PIAZZA TRA UN PO PER I MERCATINI DI NATALE COSA RISPONDE, CHE SONO LE ASSOCIAZIONI A PROVVEDERE ? E SE SONO LE ASSOCIAZIONI PERCHE’ NON NE’ CHIAMA UNA E PROVVEDE APPOGGIANDO QUESTE INIZIATIVE! se non appoggiate loro tre mamme , e si vede chi sono chiaramente , mi dite cosa appoggiate? e della vostra salute che combattono! mi chiedo davvero ma siete davvero cosi’ apatici! perche’ notavo l indifferenza intera della popolazione!!! perdonatemi se ho osato scrivere !


  • ANDREA

    HO FATTO COPIA INCOLLA MI E PIACIUTO ASSAI SILVIO!!


  • SABINO

    SEMBRA TUTTO FINTO IN QUESTO PAESE, ORA CHE COMINCIO A VEDERE QUALCOSA DI VERO TUTTI PRENDONO MERITI E TUTTI COMINCIANO A RICORDARSI DI QUEL CHE E’ STATO FATTO NEL PASSATO! IO VEDO DELLE DONNE CORAGGIOSE DECISE!!! E SINCERAMENTE MI DIVERTE SAPERE E LEGGERE I MESSAGGI DI CHI COME L ANTONELLA CERCA DI NON ABBATTERE SCREDITANDO IL NOSTRO EX OSPEDALE! ALLA SIGNORA ANTONELLA VORREI DIRE CHE IL CARO OSPEDALE DI S.G.ROTONDO NON E’ QUEL FIORE ALL OCCHIELLO CHE CI LASCIANO CREDERE! TU PARLI DI TUA NONNA SE TI DOVESSI DIRE DEI PUNTI CUCITO A CRUDO? SAI PERCHE’ VENIVO DA MANFREDONIA DOPO UNA LUNGA AGONIA DI DUE ORE MI HANNO RICUCITO A CRUDO ! IL PRONTO SOCCORSO E’ L EMBLEMA DELLA MANCANZA DI CUORE E DI SENSIBILITA’! E BELLO DARE LE COLPE ALLE MAMME CHE 2 SU DIECI ANDAVANO A PARTORIRE A SAN GIOVANNI , MENTRE LI SPACCAVANO PER MANCANZA DI CESARIO UNA DONNA STRAZIONDOLA QUI OPERAVANO GIA’ CON L EPIDURALE!
    ANZI TI DICO DI PIU’ MIA MOGLIE MENTRE PARTORIVA IL NOSTRO TERZO FIGLIO A S.G.ROTONDO 13 ANNI FA’ NON SAPEVANO NEMMENO COSA FOSSE! MI FACCIA IL PIACERE PERCHE’ MIA SORELLA PARTORI’ UN MESE DOPO MIA MOGLIE FACENDO RICHIESTA DI EPIDURALE, NON GLIELA FECERO! INVENTANDOSI UN ASSURDO MOTIVO CONDANNATO DALLO SUO STESSO GINECOLOGO DI S.G.ROTONDO! EPPURE NON MANCAVANO I MACCHINARI!


  • SABINO

    MENTRE MIO FIGLIO NASCEVA A MANFREDONIA CON CESARIO EPIDURALE A SAN GIOVANNI ROTONDO MIA SORELLA CREPAVA PER AVERE UN CESARIO DOPO 24 ORE DI TRAVAGLIO IL MASSIMO DELLA BEFFA! COME FAI A DIRE CHE FOGGIA E SAN GIOVANNI SONO L ECCELLENZA MA NON TI VERGOGNI TI SEI INFORMATA DEI NAS A FOGGIA IL NOVEMBRE SCORSO, PROPRIO NEL REPARTO DI GINECOLOGIA SPORCIZIA SPORCIZIA E INCOMPETENZA! MI VIENE IL VOMITO SOLO NEL LEGGERE ! HAI SAPUTO COSA TROVARONO IN OSPEDALE A FOGGIA L ANNO SCORSO E NEMMENO! DUE BAGNI IN TUTTO ILO REPARTO ESTERNI DOVE CANI E PORCI POTEVANO ENTRARE E LE PARTORIENTI? DOVEVANO ENTRARE NEL PORCILE CHE TROVAVANO! E MI PARLI DI ECCELLENZA ? MISA CHE TI CI VOGLIONO UN PAIO DI OCCHIALI DOPPI! L ECCELLENZA LA VEDEVO A MANFREDONIA NELLA PULIZIA E NELLA COMPETENZA, AVEVAMO UNA FAMIGLIA IN GINECOLOGIA SAI PERCHE’ MIA MOGLIE RESTAVA SPESSO RICOVERATA PER POTER PORTAR A TERMINE LE GRAVIDANZE, E QUANDO LA SUA STANZA ERA VUOTA ERO LI’ CON LEI E MI PASSAVANO ANCHE DA MANGIARE ANCHE SE NON NE AVEVO BISOGNO GRAZIE A DIO! MIA MOGLIE AVEVA IL TERRORE DI RESTARE IN OSPEDALE MA QUI A MANFREDONIA HO TROVATO UNA FAMIGLIA!


  • LE TRE CITTADINE DI MANFREDONIA

    antonella scrive
    a manfredonia siete abituati bene, la verita’ e che vi piace essere comodi e serviti, avete tutti il culetto comodo, CARA ANTONELLA QUESTE PAROLE LE USO’ LA CARA GENTILE QUANDO DISSE CHE DOBBIAMO SCORDARCI DI AVERE L OSPEDALETTO SOTTO CASA !!! SEI LA COPIA SPUTATA DI QUELLO CHE ABBIAMO SENTITO DIRE DA LEI! NON PUOI DEFINIRTI MANFREDONIANA ALTRIMENTI NON SI GIUSTIFICA IL TUO DISPREZZO CONTRO DI NOI!!! RESTA DOVE SEI NEL TUO BEN AMATO PAESE ,E TIENITELO STRETTO ………….NOI COMBATTEREMO PER RIAVERE IL NOSTRO BELLO E CARO OSPEDALETTO SOTTO CASE !!!!
    ABBIAMO UN BEL CULETTO COMODO CHE PAGHIAMO LE TASSE COME I CARI CITTADINI DI S.G ROTONDO!!! E PER TALE PRETENDIAMO LO STESSO TRATTAMENTO!!!!


  • LE TRE CITTADINE DI MANFREDONIA

    ANTONELLA SCRIVE
    Vorrei ricordare a tutti che anche l ospedale di lucera ha subito tagli e chiusure, ma nessuno a lucera sta speculandoci sopra, nascere in un ospedale assistiti da medici e infermieri al meglio e’ un diritto, mia madre ha partorito nell ospedale di padre pio, io mi sento orgogliosamente manfredoniana ma non sono orgogliosa di concittadini che cercano di speculare su tutto, con tutto il rispetto per le signore ma forse…CARA ANTONELLA
    1: NON SIAMO DI LUCERA !!!!!!! NOI STIAMO PARLANDO DELLA NOSTRA CITTA!
    2: SE I LUCERINI O LUCERESI (senza offesa per loro) NON OBBIETTANO NON PARLANO NON SONO AFFARI NOSTRI!
    3: PROTESTARE A CAUSA DI UN DIRITTO STRAPPATOCI NON E’ SPECULARE!!!!!!!
    4: CHE TU ABBIA A CUORE S.G.ROTONDO L ABBIAMO CAPITO RESTACI!!!!!!
    5: NON TOCCARCI L ONORE SPORCANDOCI CON IPOTESI DI POLITICI CHE CI MANOVRANO!!!!
    6: SE FINALMENTE QUALCUNO E SPINTO DA QUESTO BUON PROPOSITO BEN VENGA!!!!!
    7: ABBIAMO DENUNCIATO AI NAS LA ECCELLENTISSIMA SPORCIZIA NEL REPARTO DI MATERNITA A FG! LEGGI L ARTICOLO!!!!
    8: PREGA CHE IL NOSTRO OSPEDALE NON APRA ALTRIMENTI SARA’ A TUA VERGOGNA!!!


  • LE TRE CITTADINE DI MANFREDONIA

    ANTONELLA SCRIVE:
    chi paga le tasse? Chi paga le tasse in italia a manfredonia? Sai quanti non pagano perche’ non possono pagare le tasse, sai che le tasse sono alte perche’ siamo in pochi a pagarle, pero’ tutti hanno diritto a tutto, tutti anche gli evasori hanno diritto alla sanita’, CARA ANTONELLA COME DI SOLITO E LA NOSTRA MANFREDONIA CHE HAI PRESO DI MIRA!!! SAI CHE SU 10 FAMIGLIA A MANFREDONIA LAVORANO SOLO TRE O DUE ? CHI NON PAGA LE TASSE E IL PIU DELLE VOLTE NON SONO SOLO EVASORI MA POVERI CITTADINI CHE NON CONOSCONO UNO STIPENDIO REGOLARE DA MESI!!! IL DIRITTO DELLA SALUTE E’ UN BENE E UN DIRITTO DI TUTTI !!!
    COSTITUZIONE ITALIANA ART.32 A PRESCINDERE SE PAGHI O MENO LE TASSE !!!! SENZA DIMENTICARE CHE EQUITALIA E’ LA MANO DEL BOA CHE UCCIDE QUESTI POVERINI TOGLIENDOGLI ANCHE CIO’ CHE NON HANNO!!!!!! QUELLO CHE DICI E’ UN VERO INSULTO !


  • le tre cittadine

    Le tre cittadine ringraziano tutta la cittadinanza di Manfredonia per l’appoggio continuo ,e per coloro che nn ci appoggiano auguriamo buonNatale
    .


  • Sorridi sei a Manfredonia: la città dei balocchi

    Donne con la D maiuscola e siete anche simpaticissime. Siete il miglior esempio che si possa dare in questa realtà cittadina piena di torpore e superficialità.


  • C'era una volta Manfredonia

    Con i tributi di sangue che versiamo a Manfredonia, dovremmo avere i servizi, ivi compreso quello sanitario, alla pari di Stoccolma, invece va tutto a scatafascio! Addirittura si è toccato l’Osceno, i sipontini non nascono più a Manfredonia ma altrove! VERGOGNA!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi