ManfredoniaZapponeta
Con D.G.C. 121/18 novembre 2014 si è accettato il mutuo messo a disposizione dal Ministero degli Interni

Zapponeta, ok proc. semplificata. Sindaco: presto fuori da dissesto

Il Comune di Zapponeta aderisce alla procedura semplificata di liquidazione

Di:

Zapponeta – IL Comune di Zapponeta aderisce alla procedura semplificata di liquidazione. Una decisione presa all’indomani delle consultazioni messe in campo dal Sindaco Riontino e dai tecnici comunali.

Le forze politiche e le associazioni locali, durante gli incontri, si sono espresse in favore di questa possibilità, incoraggiando l’Amministrazione ad accettare quanto gli fosse stato proposto dall’Organo Straordinario di Liquidazione, Pasquale Rinaldi. E così con delibera di giunta n. 121 del 18 novembre 2014 si è accettato il mutuo messo a disposizione dal Ministero degli Interni per i comuni in dissesto e per il pagamento dei debiti pregressi. Una volontà unanime, dunque. Sia la parte sociale che quella politica è stata concorde nell’intraprendere questa direzione.

A proposito di questo, il Sindaco di Zapponeta si è detto “felice per l’apprezzamento che una parte dell’opposizione ha fatto alla sua Amministrazione”. Infatti, il Segretario locale del PD, durante la consultazione pubblica, ha elogiato l’impegno che sta portando avanti l’Amministrazione Riontino su tutti i fronti, esprimendosi perciò in modo favorevole al mutuo ministeriale. “Al contrario di SEL – ha fatto sapere Giovanni Riontino – che non si è presentata neanche alla consultazione, forse perché in evidente imbarazzo per aver contribuito all’incremento dei debiti che aggravano ancora tutt’oggi nelle tasche dei cittadini. A ben 500 mila euro, infatti, ammontano i debiti fatti dall’Amministrazione targata SEL in soli 14 mesi”.

“Con l’adesione alla procedura semplificata e all’accensione del mutuo ministeriale, invece, questa Amministrazione ha compiuto un atto di responsabilità per il futuro dei propri figli – ha dichiarato il Sindaco di Zapponeta, Giovanni Riontino, che ha assicurato: “Molto presto usciremo dal dissesto e potremo far respirare la nostra popolazione, tartassata oggi dalle azioni condizionate per lo stato di default del nostro comune”.

Siamo partiti con una situazione davvero disperata, ma in un anno e mezzo appena, tante sono state le azioni messe in campo da questa Amministrazione – ha fatto sapere il primo cittadino, che ha concluso: “Con quella di oggi, e con altre azioni a cui, a breve, daremo inizio (come l’opera del lungomare, quella dell’illuminazione, il progetto di nuovi loculi, la variante al piano regolatore), crediamo di poter dire che finalmente Zapponeta abbia ricevuto una classe politica ed amministrativa responsabile. Spero che il popolo possa capire che, al contrario di chi ci ha spedito nei debiti, noi stiamo amministrando per il futuro dei nostri figli”.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Zapponeta, ok proc. semplificata. Sindaco: presto fuori da dissesto ultima modifica: 2014-11-21T20:53:31+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • agguerrito

    Accumulare debiti per poi chiedere il dissesto, facendo andare in sofferenza decine di aziende, “accontentando le malcapitate” dopo svariati anni con un misero 30% sul dovuto…… mi “suona” di truffa autorizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi