Manfredonia
Congiuntamente con la Capitaneria di Porto

Manfredonia, blitz Polizia locale contro venditori abusivi di pesce

In via Gargano / Via Pulsano sono stati sequestrati 26 kg di prodotti ittici con con elevazione di un verbale amministrativo

Di:

Manfredonia. OLTRE 80 chilogrammi di prodotti ittici banditi dal mercato perchè venduti in violazioni alla normativa sul commercio e alle leggi sanitarie. Oltre al sequestro dei prodotti ittici, verbali amministrativi a carico dei venditori, con sanzioni da pagare pari a 5.000 euro.

Questo il bilancio di un’operazione portata a termine stamani a Manfredonia dagli operatori del Comando della Polizia Municipale di Manfredonia, congiuntamente con la Capitaneria di Porto, nell’ambito della azione di contrasto al fenomeno del commercio abusivo in città.

Da raccolta dati, in via Gargano / Via Pulsano sono stati sequestrati 26 kg di prodotti ittici con con elevazione di un verbale amministrativo. Al contempo è stata data comunicazone di notizia di reato interessante un venditore abusivo.

Nel corso di una successiva operazioone in via Croce / Via Tito Minniti sono stati sequestrati 55 chilogrammi di cozze nere. In questo non sono stati rintracciati i relativi venditori abusivi.

“Le attività di contrasto al fenomeno del commercio abusivo in città continueranno incessantemente – dice a Stato Quotidiano il Vicario della Polizia Locale di Manfredonia, Capitano Tommaso Castrignano – a tutela dei consumatori e nel rispetto delle relative norme igienico – sanitarie”.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
18

Commenti


  • gino

    come siamo belli a fare gli spacconi con i poveri cristi, è tutti gli abusivi africani che ci rompono l’ anima dalla mattina alla sera che si fà? questo è razzismo verso gli italiani.


  • valerio

    Le collanine che vendono gli africani non si mangiano.
    E quelli che chiami poveri cristi sono solo abusivi che evadono tasse e vendono cibo mal conservato.
    Un bravo sindaco dovrebbe multare anche i clienti.


  • squib

    Waoou ogni tanto la capitaneria di porto si sente. Allora esiste


  • zerobianchetto

    Gino, squib ma sciatavin. Siete abusivi pure voi? Campate di pesci rubati? Ora si spiega tutto. Spero che la pm continui a darvi in testa come la capitaneria ha sempre fatto.


  • svolta

    Le norme sanitarie esistono e vanno applicate da parte di tutti, come anche le norme fiscali, ma le mogli di tutti i soggetti preposti al controllo e non solo dei Finanzieri vanno nei mercati rionali a fare la spesa, come la gente comune….
    Tali avventori/clienti si ritirano a casa con gli scontrini fiscali, di frutta, verdura, market ambulanti, piattari, pescivendoli vari ecc. ecc. ?
    L’Italia è il paese dell’illegalità diffusa in tutto e per tutto……


  • il casalingo

    eh svolta questa è utopia scontrini da quelle parti zero assoluto ogni tanto buttano il fumo negli occhi prendendosela con questi disperati ma nessuno controlla la genesi del male..alla fonte speciamente il settore ittico..


  • Tulipano Nero

    Ma dovrebbero controllare molto bene…Ci sono altri che vendono il pesce, vicino alle proprie case.E i vigili e quelli di dovere che passano, si fermano, guardano e .. E poi se la prendono con altri, se è vero. ——————–


  • Carletto

    Nel rune stazione ci sono pescherie clandestine ovunque piazza salvo d’ aquisto via di vagbo via Barletta via croce via tori viale Aldo moro..sono tutti poveri come quelli che non rilasciano mai acontrni del pesce nei mercatini.


  • Un cittadino ....si chiede?

    Oltre al pesce il nero dilaga anche nel settore mortuario? Tranne le spese x onoranze funebri (detraibili fiscalmente dagli eredi) suppellettili e ornamenti dei sepolcri e lavorazione marmi rilasciano le fatture? E le confezioni di fiori rilasciano tutti le ricevute fiscali?


  • Chi e' puro scagli la prima pietra

    Le centinaia di badanti sono tutte regolarizzate? Gli artigiani rilasciano sempre le fatture? E le parrucchiere e i barbieri in nero? E’ tutto un nero e spesso noi siamo complici accondiscenti.


  • Deluso

    Sono decine di anni che sul porto la mattina presto intorno le 4 le 5 si organizzano abusivamente aste di pesce sulle banchine….w la capitaneria cosa fa. Allora partiamo da li e poi vediamo


  • Schifato

    Deluso ha ragione gli uomini in divisa devono tutelarci altrimenti che vadano a casa


  • Max

    In Facebook regna l’ignoranza suprema, o sono quelli multati per abbandono di rifiuti che se la prendono con la polizia locale? Vi meritate tutto lo schifo di questo paese che avete ridotto in questo stato.


  • Alfredonia

    X Tulipano nero :

    Non puntiamo il dito sempre verso i pescatori.
    Un pescatoe puo ‘ vedere il Sud pescato davanti casa sua, altrimenti quando torna alla 11,00 da mare, cosa deve fare, darlo ai commercianti regalato?.
    Non facciamo la guerra tra poveri, mantieni la grande evasione fiscale continua ad andare all’estero.


  • MANFREDONIA PEGGIO DI NAPOLI DEL 1943 e d'intorni

    –anche oggi decine di punti vendita clandestini e nelle vie principali e con quintali di pesce!


  • Pasquino

    Ben vengano i controlli ma non a campione ed una tantum. Devono essere giornalieri ed in tutta Manfredonia perché è inutile prenderne uno e farne farla franca ad altri cento.


  • Tarzan

    Alfredonia tanto di cappello di rispetto verso i pescatori in fondo loro sono delle vittime. Però poi, sia i pescatori e altri che non dichiarassero nessun reddito sono ritenuti tutti “poveri” ai fini delle provvidenza sociali? Perchè negli anni 50/60/70 quando Manfredonia aveva una formidabile flottiglia di pescherecci e un mercato ittico antico e tutto il pesce transitava per il mercato per la successiva asta? Al massimo i pescatori si portavano la ” schiaffetta” a casa nel secchio di plastica. I tre ingressi del porto commerciali erano presidiati notte e giorno da finanzieri e marinai della Cp e c’era davvero timore per i controlli.


  • CUFFIETT

    MAZZANGHAN IET A FATIE’!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati