Cinema

’71 – Y. Demange, 2014

Di:

'71 - locandina

’71 – locandina

Questa scheda è spoiler-free: nel rispetto del lettore vergine della visione del film verranno isolate, nell’arco della recensione, eventuali rivelazioni critiche di trama (spoiler) su note a piè pagina, oltre a essere suggerito, a fine articolo, un indice della presenza di punti sensibili nell’opera il cui svelamento accidentale possa incidere su una sua corretta fruizione

Titolo originale: ’71
Nazione: Regno Unito
Genere: drammatico, thriller

DOPO il passaggio a Berlino 2014, viene passato nella sezione Festa Mobile del TFF32 l’ultimo lavoro di Yann Demange con protagonista Jack O’Connell. Ambientato storicamente nel 1971, nel periodo caldo dei Troubles, racconta l’avventura di un soldato britannico abbandonato per errore nella città di Belfast dopo una sommossa. L’uomo, durante la sua sopravvivenza, attraverserà i dietro le quinte delle alleanze, tra inganni e tradimenti.

Sviluppato come un survival, ’71 tenta in realtà l’ibridazione tra diversi generi. Se da un lato parte smaccatamente come un thriller di sopravvivenza, dall’altro mantiene sin da subito forte la sua necessità di contestualizzazione storica degli eventi. Il sostrato politico è, così, marcato e diventa spesso, soprattutto nella seconda parte, il motore principale del ritmo, fino a spodestare la traccia thriller e convertirla in una sorta di spy story anni 70.

'71 - locandina francese

’71 – locandina francese

Apprezzate le scelte metamorfiche del film, restano, invece, diverse perplessità sull’efficacia complessiva. Anche nella prima parte, quella a maggior dose action, inseguimenti a parte manca una seria tensione ansiogena che faccia parteggiare per il protagonista. La minacciosità dei nemici non segna e, di conseguenza, non ci si lega alla fuga. Lo sviluppo successivo, più politico, appare, così, più un ripiego da una suspense che non carburava, proponendo purtroppo, anch’esso, un ritmo non importante, lanciato da eventi non abbastanza intriganti. Quando nell’ultimo quarto la pellicola prende la piega dello spy-movie, tutti gli ingredienti sembrano ben amalgamarsi e il film acquista un’identità completa e piacevole, ma è troppo tardi e i titoli di coda sono dietro l’angolo.

’71 sembra un film malnato, un po’ ambizioso, un po’ di genere, che non riesce a conquistare mete e lascia insoddisfazioni qua e là.
Se Yann Demange farà carriera, la sua pellicola potrebbe essere recuperata per rintracciarne segni di stile.
In alternativa sparirà dalla memoria.

Valutazione: 6/10
Spoiler: 8/10

Copertina: Yann Demange (fonte: www.berlinale.de)

altreVisioni



In Stato d’osservazione

L’amore bugiardo – Gone Girl, D. Fincher (2014) – drammatico, thriller *18dic
American Sniper, C. Eastwood (2014) – drammatico *1gen


’71 – Y. Demange, 2014 ultima modifica: 2014-12-21T17:49:50+00:00 da Alessandro Cellamare



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi