Foggia
Intervento del sindaco di Foggia

Landella: no alla violenza sugli spalti, solidarietà a PS

"Ha ragione il Questore Piernicola Silvis quando afferma che quanto accaduto non ha nulla a che vedere con lo sport"

Di:

Foggia – «AGLI agenti e ai funzionari di Polizia rimasti feriti, a tutte le Forze dell’Ordine impegnate nel compito di difendere e tutelare l’ordine pubblico va la piena e totale solidarietà della città di Foggia. Ancora una volta, purtroppo, una gara di calcio si è trasformata nell’occasione per azioni di violenza gratuita e di teppismo. La passione calcistica ed il tifo dei foggiani sono ben altra cosa rispetto alla guerriglia urbana messa in campo da uno sparuto gruppo di facinorosi, alcuni dei quali sono già stati assicurati alla giustizia». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, agli scontri del post partita Foggia-Barletta.

«Ha ragione il Questore Piernicola Silvis quando afferma che quanto accaduto non ha nulla a che vedere con lo sport – afferma il sindaco di Foggia –. Le scene a cui abbiamo assistito ieri si situano nel campo della delinquenza e del teppismo. Un teppismo che ha tenuto sotto scacco un intero quartiere della città per diverse ore. Voglio esprimere un ringraziamento sincero agli agenti che con senso del dovere sono stati impegnati nel contrastare questa degenerazione, mettendo a repentaglio la propria incolumità personale».

«Lo sport, ed il calcio in particolare, può essere uno straordinario strumento per veicolare valori positivi, per promuovere l’immagine stessa della nostra città – sottolinea il primo cittadino –. La lunga e prestigiosa tradizione calcistica e di tifo di Foggia non merita di essere macchiata da questi inqualificabili comportamenti. L’appello che rivolgo a quanti vivono da sempre la passione per i colori della squadra della nostra città, anche con riferimento ai gruppi del cosiddetto “tifo organizzato”, è quello di isolare queste frange violente, che evidentemente interpretano lo sport come un’occasione per dare sfogo esclusivamente alla propria violenza gratuita».

«Al Questore di Foggia, agli agenti e ai funzionari di Polizia formulo dunque a nome dell’intera comunità cittadina il mio grazie. La parte sana della città è al loro fianco – conclude il sindaco di Foggia –. E sono certo che saprà restituire allo sport la sua vera caratteristica: quella di essere una passione, una festa e non una guerra da combattere con le armi della violenza e dell’inciviltà».

Redazione Stato

Landella: no alla violenza sugli spalti, solidarietà a PS ultima modifica: 2014-12-21T13:45:46+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi