Manfredonia
"Il bene comune non è mai il bene di una parte, di una città, di una porzione di territorio"

Cera: Portualità regionale, evitare lotte tra Manfredonia – Brindisi e Bari

"L’individuazione da parte del ministro Graziano Delrio di due Autorità portuali (ora Autorità di sistema portuale) per la regione Puglia è stato pesante, inaccettabile motivo di doglianza di Mazzarano nei confronti di Decaro"


Di:

Bari, 21 dicembre 2015 – Se le rivendicazioni o le conquiste, piccole o grandi, che si riesce a spuntare, ad ottenere devono essere lette e valutate tutte esclusivamente in funzione dell’interesse peculiare del proprio territorio di provenienza, credo che a soffrirne sarà il ruolo politico globale dell’intero Consiglio regionale. Il bene comune non è mai il bene di una parte, di una città, di una porzione di territorio. Mi riferisco alla sorprendente vicenda che in questi giorni ha sostanzialmente visto contrapposti Michele Mazzarano e Antonio Decaro, rispettivamente capo gruppo del Pd del Consiglio regionale pugliese e il Sindaco della Città di Bari, nonché Sindaco Metropolitano della Città Metropolitana di Bari.

L’individuazione da parte del ministro Graziano Delrio di due Autorità portuali (ora Autorità di sistema portuale) per la regione Puglia è stato pesante, inaccettabile motivo di doglianza di Mazzarano nei confronti di Decaro, al punto di insinuare ed istigare Manfredonia e Brindisi ad una lotta contro Bari. La caduta di tono e di stile fra i due contendenti, anzi, il tentativo di contrapporre Taranto a Bari, mi ha fatto apprezzare di più il ruolo svolto dal Presidente Emiliano. Ha lasciato che le baruffe chiozzotte dei due protagonisti della politica pugliese lasciassero il tempo che trovano, in mancanza di una adeguata lettura dei dati di esercizio che hanno caratterizzato la gestione dei porti pugliesi.

Mazzarano non può coprire solo di mero rivendicazionismo campanilistico i pesanti dati della crisi del porto tarantino. Ignorare, invece, la posizione strategica dei due porti nei versanti orientale ed occidentale della nostra regione, considerata piattaforma reale che guarda ai mercati orientali e nord-occidentali europei, significa essere ripiegati su se stessi e attendere che siano altri a sollevare realtà territoriali, come Taranto, che stentano a ritrovare evidentemente anche dalla politica lo slancio giusto per esprimere al massimo le proprie capacità.
Le rivendicazioni territoriali non possono trasformarsi in conflitti partigiani. Bene comune è il bene di tutti. Mi aspetto che il rilancio della portualità pugliese diventi rapidamente oggetto, argomento prioritario di dibattito e di scelte politiche da parte dell’intero Consiglio regionale. Come Popolari – lo afferma il presidente del Gruppo Napoleone Cera – siamo pronti a dare il nostro contributo.

Redazione Stato Quotidiano.it

Cera: Portualità regionale, evitare lotte tra Manfredonia – Brindisi e Bari ultima modifica: 2015-12-21T10:04:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi