Manfredonia
"Sostenere il turismo vuol dire compiere atti concreti per favorirne lo sviluppo economico; limitarsi a dichiarazioni di principio nei convegni o moltiplicare gli organismi di confronto tra pubblico e privato"

Federalberghi contro l’ipotesi tassa di soggiorno a Manfredonia “NO”

Per questo Federalberghi stigmatizza anche la scarsa sensibilità politica dell’Amministrazione che vuole assumere tale decisione senza alcun serio confronto di merito con l’organizzazione di categoria degli albergatori


Di:

Manfredonia. “Sostenere il turismo vuol dire compiere atti concreti per favorirne lo sviluppo economico; limitarsi a dichiarazioni di principio nei convegni o moltiplicare gli organismi di confronto tra pubblico e privato, senza dar loro alcun reale potere decisionale, è una politica di corto respiro che non porta alcun risultato. Se poi a questo si aggiunge un incremento di tassazione, con l’introduzione dell’imposta di soggiorno, è chiaro che non si crede nel settore come possibile veicolo di rinascita economica. Una decisione che se assunta da un Comune che ha fatto dell’innovazione nel turismo la sua bandiera, lascia ancora più perplessi.” Con queste parole il presidente della Federalberghi-Confcommercio della provincia di Foggia, Gino Notarangelo commenta la notizia della possibile introduzione ad inizio 2016 della tassa di soggiorno nel territorio di Manfredonia.

Per Federalberghi – da sempre contraria a questo balzello – la decisione che il Comune sipontino potrebbe assumere è l’esatto contrario di quanto si dovrebbe fare per favorire politiche di sostegno alla destagionalizzazione. L’organizzazione di categoria degli albergatori evidenzia che l’Amministrazione di Manfredonia, assumendo tale decisione, sarebbe di fatto l’unico comune della provincia di Foggia ad introdurre la tassa sull’intero periodo dell’anno. L’imposta, infatti, è presente in alcuni comuni costieri del Gargano (Rodi Garganico, Peschici, Vieste, Vico del Gargano e Mattinata) ma incide, peraltro con tariffe diversificate in relazione alla tipologia di struttura ricettiva, solo sui mesi della stagione turistica tradizionale. “Con l’eventuale imposizione di tale tassa – fanno notare dall’organizzazione di categoria della Confcommercio – il centro sipontino verrebbe equiparato alle grandi città d’arte italiane: Roma, Venezia, Firenze. Peccato, però, che i numeri siano differenti, con Manfredonia che faticosamente raggiunge le 150mila presenze annue. Presenze che, con l’impegno degli operatori e gli innegabili vantaggi della infrastrutturazione stradale, si sono registrate su un arco temporale meno stagionalizzato che in altre zone del promontorio. Una dimostrazione della possibilità, ancora tutta da costruire, di ipotizzare per il promontorio un’offerta turistica differente (gruppi organizzati e business) meno condizionata dalla stagionalità legata al turismo balneare. Una offerta turistica che produce benefici economici per tutti: dai ristoratori, ai commercianti ai fornitori di servizi e – ovviamente – non limitati alla sola città coinvolta”.

Per questo Federalberghi stigmatizza anche la scarsa sensibilità politica dell’Amministrazione che vuole assumere tale decisione senza alcun serio confronto di merito con l’organizzazione di categoria degli albergatori. “In materia di turismo oggi i Comuni non possono più pensare di procedere in ordine sparso; cosa che hanno compreso le amministrazioni costiere del promontorio che, se non altro, hanno cercato di omologare la loro tassazione. Se si vuole davvero fare del Gargano una destinazione turistica, è fondamentale – insiste il presidente Notarangelo – stabilire una strategia comune che veda coinvolte, accanto alla Regione, le Amministrazioni comunali, gli Enti Intermedi e le organizzazioni di categoria degli operatori del settore. Non farlo significa non aver capito nulla delle strategie di marketing territoriale fin qui sostenute; per di più con il rischio di generare una inutile e pericolosa guerra tra poveri tutta interna al territorio provinciale”.

L’associazione di categoria evidenzia, inoltre, che l’entrata in vigore dell’imposta nel 2016, con le tariffe già pubblicate, potrebbe generare polemiche e contenziosi di difficile soluzione con clienti che si vedrebbero costretti a pagare una somma maggiore di quanto già pattuito. Forse però – conclude polemicamente la Federalberghi provinciale – tutto questo non interessa. Perché i benefici economici del turismo sono diffusi su ampie porzioni di territorio, l’imposta di soggiorno serve, invece, solo a far quadrare i conti di qualcuno”.

Federalberghi contro l’ipotesi tassa di soggiorno a Manfredonia “NO” ultima modifica: 2015-12-21T13:41:28+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
14

Commenti


  • filippo

    Fate mettere la tassa tanto a manfredonia non viene nessuno se lo stato vuole guadagnare a manfredonia mettesse la tassa sugli aperitivi e caffè. La si siamo numeri uno


  • Sorridi sei a Manfredonia: la città dei balocchi

    Aperitivi, caffè e sale scommesse sono il top a livello nazionale, vero.
    Altrettanto vero che gli alberghi non ci sono quasi più tranne quello dove vengono dirottati i pezzi grossi e che la fa praticamente da padrone.

    Premesso ciò, ma chi la detto che non viene nessuno?

    Migliaia di appartamenti ammobiliati tra Manfredonia e siponto affittati “in nero” migliaia di ombrelloni quasi tutti senza ricevuta.. e delle centinaia di locali mangerecci dove il rilascio di uno scontrino fiscale è utopia?

    Certo si può fare di più, molti vengono e fuggono a causa del degrado della costa di siponto e anche in città , puzza, zanzare, piscio umano e canino, defecazioni canine ovunque, mnodalità di vendite di derrate alimentari del tipo ” Calcutta fino 800″ mi pare normale che molti fuggano o escludono Manfredonia anche per il timore di contrarre il colera ecc… La nostra nota dolente è la scarsissima efficienza delle istituzioni e la nostra inciviltà. In luogo della tassa di soggiorno, le Istituzioni dovrebbero ideare un sorta di ” premio all’incentivo al soggiorno.

    Stanno facendo di tutto per agevolare il percorso dell’insediamenti produttivi che scaraventaranno per sempre questa città tra le più pericolose e invivibili del territorio nazionale, per farlo, ovviamente debbono appigliarsi al fatto che Manfredonia nonn è votata al turismo e quindi disincentivarlo.


  • Tutta mia la città.

    Fossi il governatore della città,
    accertata la velleità freudiana
    del popolo locale a godere
    con qualsiasi sofferenza inferta
    dall’alto, testimoniana con i consensi
    plebiscitari a favore di chi dispensa
    sofferenze e sacrifici….raddoppierei
    la Tari, la tassa di soggioro e l’Imu.
    Aggiungerei altre sofferenze economiche
    e sociali e sarei sicuro di rimanere al
    trono per sempre.


  • alberto

    E’ semplicemente assurda la tassa di soggiorno a Manfredonia,effettivamente dove siamo nelle grandi metropoli,evidentemente la tassa servira’ a pagare stipendi all’Agenzia del turismo
    Penso che i commercianti,i ristoratori,gli albergatori dovrebbero ribellarsi e non pagare i tributi locali perche’ questa tassa li penalizza notevolmente
    Sono daccordo con qualche voce di popolo quando si dice che l’Amministrazione Riccardi e’ stata la piu disastrosa dal dopoguerra


  • Giovanna

    Solo in questo paese succedono cose assurde ….. In tutte le città si paga la tassa di soggiorno . E già Manfredonoia fa parte di un altro pianeta ….. Volete tutto e il contrario di tutto ….vergognatevi


  • cico

    chiedo scusa, ma come può esistere la FEDERALBERGO a MANFREDONIA se qui è rimasto un solo albergo? ah….. ho capito, non riguarda MANFREDONIA


  • Giuseppe

    Come ogni anno il sole 24 ore redige la classifica delle province dove si vive meglio guardatevi la classifica… sempre peggio!


  • CROCE & Delizia

    Ma tra un po’ è Natale non il pesce d’aprile! Tassa di soggiorno per soggiornare dove…in ospedale non ci sono più posti letto…a casa mia non ho posto! Ma stiamo scherzando. Le città dove si paga la tassa (non in tutte) offrono qualcosa al turista…noi cosa possiamo offrire? solo l’inciviltà che regna sovrana! Totò diceva “Ma mi faccia il piacere!”


  • Emigrato 73

    L’imporate che l’introito venga finalizzato al settore medesimo. E non sprecato per la sagra delle pettole, il mangia mare, ad esempio. O peggio ancora offrendo prodotti locali e spettacolini ( a nostre spese) a navi da crociera, salvo poi lasciare che vengano agenzie di Trani, se non vado errato, che offrano( a pagamento e per loro guadagno, non nostro) un pacchetto di visita e pranzo nella LORO città. Qualcosa non da Manfredonia per i Manfredoniani ma qualcosa da Manfredonia per il resto del mondo, diciamo così.


  • Manfredonia colonia soggiogata e ridicolizzata

    Siamo una colonia per quale motivo dobbiamo pagare le tasse al Comune, caso mai le versiamo alla Regione Campania piuttosto che agli Emirati arabi..


  • Pollice Sipontino

    Anche per l’autorità portuale ci conviene associarci a quella di Napoli, l’ aereoporto Gino Lisa a quello di Capo di Chino, già che ci siamo…………..


  • Gaetano

    Oramai la tassa di soggiorno si paga ovunque, il problema e vincolarla al tessore che la versa visto che è una tassa di scopo.
    Poi se qualcuno teme che il soggetto a cui verrebbero affidati questi fondi, ad esempio agenzia del turismo, in oggi conta pochino anzi deve versare ancora le quote spettanti ai privati, beh, gli potrei consigliare solo un bel stai sereno !!
    Chi è causa del proprio male pianga se stesso.


  • incredulo

    Ahahah che Barzelletta. è vero basta tutta questa calca di turisti facciamoli pagare la tassa


  • Valerio

    @cico: hai proprio ragione.
    Sembra la favola del re nudo….
    Che faccia tosta che hanno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi