CulturaFoggia

Allagamento Magna Capitanata, Consiglio: volumi ‘in cura’ a Roma

Di:

Consiglio Billa (st - Ph: foggiabuongiorno.net)

Foggia – “I volumi danneggiati dalla perdita d’acqua che ha interessato la biblioteca provinciale sono già stati inviati a Roma per le operazioni di ‘ascuigatura’. Non si registrano dunque danni irreparabili al ‘Fondo Speciale’, patrimonio fondamentale di storia e di cultura della Capitanata”. Così Billa Consiglio, vicepresidente della Provincia ed assessore alla Cultura, commenta i danni che la perdita d’acqua verificatasi nella biblioteca provinciale ‘La Magna Capitana’ ha provocato a 383 volumi del ‘Fondo Speciale’.

Nella giornata di ieri e ancora questa mattina l’assessore Consiglio ha effettuato due sopralluoghi nei locali de ‘La Magna Capitana’, al fine di verificare di persona la situazione e, contestualmente, cominciare una stima del costo dei lavori necessari per mettere in sicurezza l’area che ospita i volumi antichi e più preziosi della collezione della biblioteca provinciale. “I danni che questi volumi hanno subito non ne hanno compromesso l’integrità – commenta Billa Consiglio – Con la massima celerità, assieme al Direttore della biblioteca, abbiamo provveduto a inviarli a Roma, dove sono già sottoposti agli interventi tecnici di ‘asciugatura’.

Contestualmente, anche alla luce delle determinazioni assunte ieri dal Consiglio provinciale, il mio impegno è quello di devolvere le risorse economiche precedentemente assegnate dalla Provincia al Consorzio per l’Università e quelle relative all’adesione dell’Amministrazione provinciale al Comitato Festival delle Province ai lavori necessari alla messa in sicurezza della biblioteca”. “Nei prossimi giorni – aggiunge l’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Domenico Farina – avvieremo un primo ‘intervento tampone’ utile ad arginare le perdite. Allo stesso tempo, e senza soluzione di continuità, provvederemo a predisporre le azioni necessarie alla definitiva e totale messa in sicurezza dell’ala della biblioteca in cui è custodito il patrimonio librario più antico e più prezioso della Capitanata”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi