Capitanata

Nigro: adeguamento sismico per 953 scuole, Foggia: 3

Di:

P.Nigro (IdV)

Foggia – “SGOMENTO, questo e’ l’aggettivo più appropriato per descrivere il Decreto Legge del 3 ottobre 2012 del Ministero delle Infrastrutture e della Pubblica Istruzione sull’ammissibilita’ dei finanziamenti per la messa in sicurezza ed adeguamento sismico degli edifici scolastici. Su 989 scuole ammesse, tre soltanto in Puglia, una a Gravina (Ba), una a Torricella (Ta) una a Foggia. Ben 953 sono nel Centro Nord, denuncia il responsabile del Dipartimento Tematico “infrastrutture, mobilità e trasporti” del partito dell’Italia dei Valori Pasquale Nigro.

Nessuna traccia delle scuole del subappennino e del Gargano che ricordiamo essere territori in fascia 1, il massimo come rischio sismico. Le scuole di questi comuni sono quasi tutte di costruzione ante anni 60, quando ancora non esisteva il cemento armato, costruite in tufi e scaglietta. È grave che i nostri figli giornalmente si rechino in detti edifici, sprovvisti delle più elementari norme di sicurezza, dai certificati anti incendio a quelli di conformità asismiche. E poi leggere queste notizie. Siamo arrabbiati – insiste Pasquale Nigro – che da voce anche ai genitori. Sono i nostri amministratori territoriali che non hanno saputo presentare idonee richieste oppure queste sono state respinte per altre priorità? Intanto questi i provvedimenti che il governo Monti sostenuto dal PdL dal Pd e UDC ha provveduto a fare, interventi a pioggia per il Nord e tagli per il Sud. Cosa ci verranno a raccontare questi aspiranti deputati e senatori catapultati nelle nostre liste e nelle nostre realtà territoriali?” Conclude dal partito dell’Italia dei Valori Pasquale Nigro.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi