Politica

UdC, Di Feo vs Laurola e rinuncia: annullare le candidature

Di:

Il presidente dell'UdC di Trinitapoli Nicola Di Feo (ST, archivio: Batcomunica)

Trinitapoli – “NEL 2008 189.000 voti quattro deputati. Un ottimo risultato e la gioia di tutto il popolo udiccino. Non sto qui a ricordare le mancate verità rese prima e dopo il voto. Fu in quel momento che ci fu il vero sacrificio dei dirigenti del Partito. Ultimi per scelta e per vera convinzione. Non ci furono proclami e nessuno ebbe la faccia tosta di dire e far dire ad altri tutto e il contrario di tutto.
La verità è che la mala scelta della ‘candidatura’ di Laurora Carlo segretario provinciale, quale candidato voluto dalla base del Partito è andata a farsi friggere”. Lo dice in una nota il presidente dell’Udc di Trinitapoli, Nicola di Feo, che ha ritirato oggi la propria candidatura alla Camera dei Deputati.

“
Sanza Angelo, Segretario regionale si allinea alla volontà romana e nulla ha potuto contro i potenti del salotto bene di Casini. 
I negoziati bollenti portati avanti da Laurora hanno dimostrato la vera faccia di chi ha anteposto ad una linea politica e amministrativa gli interessi di salotto-bottega. 
Come si possono trascurare nella BAT – Sindaci e consiglieri provinciali eletti nell’UDC ? Come si possono trascurare e danneggiare dirigenti di partito che da sempre hanno sostenuto le battaglie dell’Unione di Centro ?”.

“Un esempio vale per tutti Carlucci Gabriella ex sindaco di Margherita di Savoia, revocata ultimamente dalla sua stessa maggioranza, ex PDL, ha dato inizio alla storia politica con una presenza al Comune di Margherita di Savoia da braccio destro di Berlusconi. 
Chi non è venuto in Margherita di Savoia da parte dell’intero centro-destra a sostenere la Carlucci sindaco ? Tutti!”!.


“Qualche mese dopo la sua elezione, abbandona il PDL e approda nell’UDC , proprio in quel Partito che qualche mese prima aveva distrutto per esprimere riconoscenza e ottenere le benevolenze di Berlusconi che lo voleva distrutto nell’intera ITALIA (…)”.

“(…).
Grandi sacrifici furono fatti da tutti e si ricostruì il Partito dell’UNIONE di Centro a Margherita di Savoia e nell’intera BAT. 
Nel bel mezzo della via un comunicato nazionale: “L’on.le Carlucci abbandona Berlusconi e passa nell’UDC”. La Signora entra a pieno titolo nell’UDC gli offrono mari e monti e libertà di manovra (….)”.

“
Questo è il concetto di base che oggi aleggia nell’intero raggruppamento politico. 
Non si può sottacere. (..) 
Il colpo finale lo riceviamo con la Lista dell’UDC per la camera : notiamo quattro candidati – dice Di Feo – il primo riservato al Segretario Nazionale e diciamo che questo può anche passare considerato che tutti candidano i propri leader (sic!); al secondo posto doveva esserci il figlio di Cera (…)”

“
Al terzo posto l’assessore della Città di BARI Barattolo Filippo che non si è preoccupato di giustificare i vari salti (…) socialista – udc – assessore con Emiliano (PD) e SEL. (…); 
Quarto posto la Carlucci in onore al tradimento verso Berlusconi(….)”.

“(…) Alla Regione abbiamo perso due consiglieri regionali, in Capitanata un gruppo folto di amici, nell’intera BAT lo scombussolamento generale e si recita la parte del fervido e fedele servitore del Partito ? No sono bazzecole che non le ingoia nessuno.”


“Il Partito dovrebbe tirare le somme di quanto accaduto e per farlo dovrebbe annullare tutte le candidature : sarà possibile questo ? Sicuramente no e le conseguenze saranno la giusta risposta di chi ha dato senza nulla avere in termini di dignità e rispetto dell’essere umano”.



Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi