Foggia
"L'intervento del Comune di Foggia nello sciogliere il contratto con Mazal e Aipa, fa capire come la dirigenza del Comune sia intervenuta tempestivamente per salvare il salvabile"

Caso Mazal e AIPA, le domande della Barone a Landella

La Barone conclude con un auspicio: “Sono sicura che il sindaco Landella avrà cura di rispondere alle mie domande"

Di:

Foggia. L’intervento del Comune di Foggia nello sciogliere il contratto con Mazal e Aipa, fa capire come la dirigenza del Comune sia intervenuta tempestivamente per salvare il salvabile. Nella nota infatti diffusa alla stampa dagli uffici del Comune, apprendiamo come a palazzo di Città, si sia provveduto alla risoluzione contrattuale con entrambe le concessionarie di accertamento e riscossione dei tributi, sulla base delle anomalie riscontrate in ordine alla procedura di affitto di ramo d’azienda da Aipa a Mazal.”Ma rimangono tanti interrogativi sospesi – dichiara la consigliera regionale M5S Rosa Barone – a cui serve dare delle risposte per chiarire una vicenda dai contorni poco chiara, le cui responsabilità ricadono non solo sull’amministrazione precedente ma anche su quella attuale.” La consigliera pentastellata prosegue rivolgendo delle domande direttamente al sindaco Landella: “Prima di tutto vorremmo capire se le somme incassate dalla Mazal ad oggi, sono state riversate al comune al netto dell’agio e in caso di risposta affermativa quale percentuale di agio sia stata trattenuta. Qualora poi tali somme non siano state versate, come intenda il Comune procedere al fine di incassarle? Qualora ad esempio ci sia una trattativa conciliativa futura, la risoluzione del contratto tra Comune e Mazal, porterà a un’eventuale perdita economica?”.

La Barone conclude con un auspicio: “Sono sicura che il sindaco Landella avrà cura di rispondere alle mie domande, mi auguro non in maniera evasiva come accaduto in questi giorni, e che riferirà, così come apprendo dal suo comunicato stampa, in un consiglio monotematico apposito sul caso Aipa-Mazal così come richiesto dalla sottoscritta. La trasparenza e l’efficienza della pubblica amministrazione e della tecno-struttura da lui governata finora non hanno garantito ai foggiani una gestione certa dei tributi, i cittadini meritano ancora tante risposte e chiarimenti, per scelte politiche sbagliate.”

Redazione Stato Quotidiano.it

Caso Mazal e AIPA, le domande della Barone a Landella ultima modifica: 2016-02-22T19:06:40+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • MICHELE PANELLA

    ANCHE FOGGIA DOPO TRIBUTI ITALIA ARRESTO SAGGESE NATA DAI DANNI DELL’EX CATTIVO ORGANIGRAMMA SEMPRE TRIBUTI ITALIA ARRIVA AIPA..!!!!..AIPA CHE NON E’ ALTRO CHE TRIBUTI ITALIA INFATTI FALLISCE ARRESTO SANTUCCI SOSPESA DA ALBO NOVEMBRE 2015..!!!!..AIPA CHE PASSA ALLA MAZAL E CHE INIZIA AD AVERE CRISI..!!!!..IL SERVIZIO TORNA IN ECONOMIA PER ORA PERCHE’ CERTAMENTE LANDELLA BANDIRA’ NUOVO BANDO E CHISSA’ CHI VINCERA’..!!!!..VEDREMO..!!!!…COME AL SOLITO NON SI PARLA DEI LAVORATORI IGNARI DI TUTTO IN FOGGIA DOVREBBERO ESSERCI CIRCA 50…!!!!..IL COMUNE DI FOGGIA HA DA PRENDERE SOLDI DA T.I. E AIPA…!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi