ManfredoniaZapponeta
"Riconfermo purtroppo che il Comune di Zapponeta è l'Ente più indebitato d'Europa"

Di Noia: “Candidato Sindaco? Primarie a destra e a sinistra sottoscrivendo un ‘patto'”

"Tre le strade da seguire: la partecipazione, tornare dunque a dialogare con il popolo, la gente, cancellazione dei debiti, e una seria programmazione dell'azione amministrativa"

Di:

Manfredonia/Zapponeta. “Giovanni Riontino? Non ha avuto l’abilità di calarsi in un ruolo importante come quello di sindaco, forse per l’età, per l’esperienza amministrativa. Probabilmente ci si è cullati troppo, seguendo – come Rizzi – la scia negativa tracciata dall’ex sindaco D’Aluisio. Per questo, come iscritto del PD, sono qui per proporre una risoluzione dei problemi economici, occupazionali e sociali del Comune di Zapponeta. 3 le strade da seguire: partecipazione, tornare dunque a dialogare con il popolo, la gente, cancellazione dei debiti, e una seria programmazione dell’azione amministrativa. Una seria programmazione che manca da circa 15 anni”. Parola del Dr. Savino Di Noia, 20 anni di vita amministrativa a Zapponeta, da sempre iscritto nel Partito Democratico, 13 anni da sindaco del Comune del Basso Tavoliere – 1988/2001- 6 anni da vice sindaco e assessore, il padre insignito Cavaliere della Repubblica da Aldo Moro.

“Riconfermo purtroppo che il Comune di Zapponeta è l’Ente più indebitato d’Europa, rapportando cifre e abitanti. Il nostro Ente non più contrarre mutui. Inoltre, la spesa corrente continua a lievitare. La non conoscenza del D. lgs. n. 267 del 2000 (T.U. enti locali) ha portato le varie Giunte a commettere errori nella redazione del Bilancio di previsione, il ‘cuore’ di un’Amministrazione, che prevede la fissazione obbligatoria di 3 titoli di entrate. 3 titoli di entrate che nel mio ventennio si riscuotevano, utilizzando le stesse somme per la programmazione dei servizi. Al contrario, molte delle entrate non sono state più riscosse negli ultimi 15 anni ma utilizzate in maniera erronea. Lo Stato ha inoltre diminuito le entrate per gli Enti locali. Le difficoltà sono maggiori”, continua Di Noia.

Spalare il fango? Sì lo ribadisco dopo 5 anni: bisogna lavorare tutti insieme, in previsione delle Amministrative, ma cercando di conoscere le leggi, le norme, le azioni da attuare per il funzionamento di un Ente comunale”. “Il futuro? Bisogna avere coraggio di amministrare secondo legge: quantificare i debiti certi, pari oggi probabilmente a 3 milioni di euro, mediante un piano di rientro subordinato alle entrate. Inoltre ripeto: rispettare ruoli e orari di un Ente comunale. Le prossime amministrative? No al ‘listone unico’, cortesemente lasciamo stare. Io sono favorevole alle primarie: a destra e a sinistra. La parola deve essere data al popolo: il candidato sindaco, da un lato e dall’altro, deve essere scelto dalla gente. Eliminiamo inoltre questa brutta piaga della compravendita dei voti. Come? Attraverso le primarie per la scelta del candidato”. “Il sottoscritto? Sono pronto a scendere in campo ma solo con un patto: coloro i quali si propongono a candidati a sindaco sottoscrivano una condizione obbligatoria: chi perde si mette a disposizione del Consiglio comunale, come consigliere. Solo con il rispetto di questo ‘patto con i zapponetani‘ sarei pronto ad offrire la mia candidatura. Diversamente non sono disponibile. Buona fortuna a tutti”.

g.defilippo@statoquotidiano.it

Di Noia: “Candidato Sindaco? Primarie a destra e a sinistra sottoscrivendo un ‘patto'” ultima modifica: 2016-02-22T20:51:36+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti

  • Ma qurdate un po’ il potere della politica .
    La mattina ti alzi e quello che hai letto la sera lo trovi cambiato . Misteri della politica degli intrallazzi il vecchio e il nuovo che avanza . Ce da venire il voltastomaco


  • Santo subito

    Incredibile che faccia tosta!
    Forza Savino, il “più meglio assai di tutti, il non plus ultra” della politica zapponetana!
    Grazie a te paghiamo il gas il triplo degli altri e le fogne sono sempre intasate, solo per citarne un paio.
    Grazie Savino dovrebbero farti santo subito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi